ESC 2017 – Regno Unito: La BBC conferma la selezione nazionale per Kyiv 2017 e apre il termine di partecipazione


p03jn1mf

L’emittente pubblica britannica BBC ha confermato oggi che per il secondo anno consecutivo organizzerà la più grande ricerca di canzoni mai realizzata per trovare il brano idoneo per rappresentare il Regno Unito alla 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017, che si terrà per la seconda volta in Ucraina, presso l’IEC – Kiev International Exhibition Centre (МВЦ – Міжнародний Виставковий Центр Київ) di Kiev ‬ il 9, 11 e 13 maggio 2017.

Quest’anno, la BBC in collaborazione con l’Accademia britannica di cantautori, compositori e autori – BASCA (The British Academy of Songwriters, Composers and Authors) che svolgerà una gara di Composizione di canzoni  tra i suoi membri, e coinvolgendo il Fan Club Britannico dell’Eurovision Song Contest – OGAE UK (Organisation Générale des Amateurs de l’Eurovision), organizzerà una selezione nazionale per individuare gli artisti professionali e amatoriali oppure i cantanti già noti (superstar), che prenderanno parte nel processo di selezione nazionale britannico per l’edizione 2017 dell’ESC

Il termine ultimo per la presentazione delle domande di partecipazione è Martedì 1 Novembre 2016. Gli interpreti devono avere un’età non inferiore a 18 anni (data di riferimento: 1.1.2017); devono presentare un video della loro canzone inedita a titolo oneroso. Il video non deve essere girato in modo professionale e la produzione dell’audio può essere una demo – ma deve essere cantata dal vivo dall’artista che si esibirà sul palco del Globen Arena di Stoccolma. Per maggiori informazioni e iscrizioni visita la pagina bbc.co.uk/eurovision.

Inoltre, la BBC coinvolgerà ad esperti del settore musicale, tra cui produttori, manager di artisti e membri dell’associazione professionale che difende gli interessi delle case discografiche britanniche BPI (British Phonographic Industry). 

Tutte le canzoni pervenute saranno ristrette e incluse in un elenco finale, che sarà presentato ad una giuria di esperti e al pubblico, che avrà l’ultima parola su quale canzone sarà candidata a rappresentare il Regno Unito all’Eurovision Song Contest in Svezia nel 2016. Maggiori dettagli saranno annunciati a tempo debito.

Tutti coloro che sono interessati ad inviare una canzone, devono essere conforme al Regolamento internazionale dell’EBU-UER:

  • La canzone deve durare almeno 3 minuti
  • Tutte le parti vocali devono essere eseguite dal vivo
  • Il numero di partecipanti ammessi sul palco è di sei persone al massimo (ballerini e coristi compresi).
  • La canzone non deve essere stata pubblicata prima dell’1.9.2016 (radio, TV, Internet, presentazioni al pubblico, registrazioni. ecc.)
  • La canzone proposta non deve essere una cover o un campione audio di un altro brano di un altro’artista.
  • Il brano deve essere una opera originale autentica (composizione/testo) e che non è in alcun modo frutto di plagio.
  • Gli interpreti devono avere un’età minima di 18 anni (data di riferimento: 01.01.2017)
  • Autori e compositori  possono soltanto inviare una canzone

Per iscriversi al concorso gli interessati devono inviare una email con il titolo della canzone, il nome dell’artista e il nome del compositore al seguente indirizzo di posta elettronica: BBCEurovisionSubmissions @ bbc. co.uk. Si prega di non allegare il video alla posta elettronica.

Entro le 72 ore dall’invio della mail gli interessati riceveranno le istruzioni di come caricare la canzone (video e audio) sul portale BBC Eurovision.

Il capodelegazione britannico, Guy Freeman, è stato molto chiaro. La BBC sarebbe alla ricerca di “una canzone eccezionale che possa conquistare il cuore e la mente di milioni di persone” e che sia dotata di “un testo emozionante e una melodia da ricordare con una produzione brillante”.

Il Regno Unito è stato rappresentato nella scorsa edizione tenutasi a Stoccolma, dal duo pop anglo-gallese Joe and Jake e il suo brano “You’re Not Alone” (scelti tramite l’Eurovision: You Decide, il processo di selezione nazionale del Regno Unito per l’Eurovision Song Contest 2016). All’Eurovision si sono esibiti nella finale cantando per venticinquesimi su 26 partecipanti, piazzandosi al 24° posto.

Il Paese ha partecipato a quasi tutte le edizioni dell’Eurovision Song Contest (59 partecipazioni). Ha vinto cinque volte (nel 1967 con Sandie Shaw e il suo brano “Puppet on a String”, nel 1969 con Lulu e la canzone “Boom Bang-a-Bang”, nel 1976 con i Brotherhood of Man e il suo brano “Save Your Kisses for Me”, nel 1981 con i Bucks Fizz e la canzone “Making Your Mind Up” e nel 1997 con Katrina and the Waves e il suo brano “Love, Shine a Light”) ed è la nazione che ha ospitato la manifestazione il maggior numero di volte (otto: nel 1960, 1963, 1968, 1972, 1974, 1977, 1982 e nel 1998.

Il Regno Unito fa parte dei cosiddetti Big Five (assieme a Spagna, Germania, Francia e Italia) e per questo motivo, non deve competere nelle Semifinali del concorso, accede di diritto alla serata finale del Sabato 14 maggio 2016, indipendentemente dai risultati dell’anno precedente.

Fino al 1998 compreso la canzone selezionata è quasi sempre risultata nelle prime 10 posizioni. Da quell’anno in poi i risultati sono stati pessimi, in particolare nel 2003 con la canzone “Cry Baby”, che arriva all’ultimo posto con zero punti (peggior risultato di sempre per il Regno Unito). Le uniche eccezioni in quegli anni sono state il 2002 (3º posto) e il recente 2009 (5º posto di Jade Ewen con brano scritto da Andrew Lloyd Webber). Il Paese ha finito altre due volte all’ultimo posto: nel 2008 con Andy Abraham e il suo brano “Even If”, che ha ricevuto 14 punti e nel 2010 con Josh Dubovie, che ha ricevuto 10 punti.

Al momento il numero di Paesi che hanno espresso un provvisorio interesse per la partecipazione al concorso salirebbe a 40 dopo l’Ucraina (automaticamente in Finale in quanto paese organizzatore), Estonia (selezione: Eesti Laul 2017, il 4 marzo del prossimo anno), Svezia (selezione: Melodifestivalen 2017), Ungheria (selezione: A Dal 2017), Germania (dopo la scia negativa di risultati, selezione: Eurovision Song Contest – Unser Song 2017), Finlandia (selezione: Uuden Musiikin Kilpailu – UMK 2017),  Spagna (dopo la scia negativa di risultati), Francia (selezione interna), Norvegia (selezione: Norsk Melodi Grand Prix 2017), Svizzera (selezione: Die Grosse Entscheidungsshow 2017), Belgio (selezione interna), Irlanda, Paesi Bassi (selezione interna e sono già diverse le candidature spontanee), Polonia (Krajowe Eliminacje do Konkursu Piosenki Eurowizji 2017), Lettonia (selezione: Supernova 2017), Israele (selezione: ‘The Next Start’ – הכוכב הבא, HaKokhav HaBa), Austria (selezione: Wer singt für Österreich? 2017), Danimarca (selezione: Dansk Melodi Grand Prix 2017), Grecia (selezione interna), Armenia (selezione: Դեպի եվրատեսիլ / Depi Evratesil, To Eurovision), Slovenia (selezione: EMA 2017), Russia, Cipro, Lituania, Malta (selezione: ), Islanda (selezione: Söngvakeppnin 2017), Regno Unito, Repubblica Ceca, Bielorussia (selezione: Eurofest 2017), Italia, Croazia, ERI di Macedonia, Albania (selezione: 55a edizione del Festivali i këngës në RTSH), Romania (provvisorio), Montenegro (provvisorio), Azerbaigian, Bulgaria (provvisorio), Georgia, Serbia e tra questi notiamo il Portogallo, che ritorna nel concorso dopo un anno d’assenza, promettendo cambiamenti sostanziali al processo di selezione, al momento non ancora svelati. Ancora nessun cantante è stato ufficialmente selezionato.

Inoltre hanno dimostrato interesse e voglia di partecipare alla prossima edizione senza nessuna conferma o smentita: Slovacchia, assente dal 2013 e la Bulgaria, in attesa dell’approvazione di partecipazione da parte del Board della BNT. Mentre non hanno ancora annunciato (ufficialmente o ufficiosamente) la loro partecipazione a Kiev: Australia, Moldavia e San Marino.

Per quanto riguarda i Paesi confermati, sussistono alcune questioni ancora da dirimere: ad esempio, è sorto un problema con la Russia. Esiste, infatti, una lista di personalità russe non gradite in Ucraina che comprende alcuni cantanti e leader di gruppi: l’EBU-UER sta lavorando affinché questa situazione possa risolversi per un giusto verso. Sembra comunque abbastanza improbabile, agli occhi di molti, che uno dei cantanti della lista nera possa essere scelto, anche per ragioni di maggior popolarità di altri (ricordiamo, infatti, che da due anni la Russia tende a mandare grossi nomi, come Polina Gagarina nel 2015 e Sergey Lazarev quest’anno).

La Romania  ha presentado la domanda di partecipazione preliminare, ma non è una conferma e, di fronte a problemi economici che purtroppo sono ancora presenti nel Paese, dovremo aspettare il prossimo Gennaio per la conferma ufficiale, che arriverà direttamente dall’EBU-UER. Anche se lo scorso giugno, il governo era vicino ad approvare una legge che avrebbe consentito di risolvere, se non del tutto, almeno in parte i problemi finanziari che l’hanno portata alla squalifica. Si può ipotizzare che, se la Romania tornasse in gara, si potrebbe riuscire a sfondare il muro delle 43 nazioni partecipanti, finora raggiunto due volte, nel 2008 e 2011. 

Non è ancora chiaro se l’Australia sarà della partita anche nel 2017, per quanto il fatto che il Paese concorrerà alla quattordicesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2016 che si terrà per la seconda volta a Malta, presso il Mediterranean Conference Centre, sede che ospiterà anche l’Eurovision Young Dancers 2017, a La Valletta il prossimo 20 novembre 2016, sembra esser d’aiuto in questo senso.

Dei Paesi non partecipanti, o di cui non si è ancora saputo niente, molti dovrebbero essere orientati, secondo voci, alla conferma. Resta l’incognita della Turchia, assente dal 2012 in disaccordo con il metodo di votazione e contro la qualificazione automatica alla Finale dei Big 5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito); Kazakhstan, visto che Khabar Agenzia è diventata dal 1°gennaio 2016 membro associato dell’EBU-UER, si sta pensando di far entrare lo Stato nel concorso per questa edizione; e gli Stati Uniti, se l’EBU-UER deciderà di farla partecipare o meno dopo che la Finale dell’ESC 2016 è stata trasmessa per la prima volta in diretta sul territorio statunitense dall’emittente Logo TV e durante l’Interval Act della Finale dell’ESC 2016 si è esibito Justin Timberlake, com’è successo con l’Australia nel 2015 quando EBU-UER e DR hanno scelto di dedicare l’Interval Act della Seconda Semi-Finale proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy.

Mentre hanno confermato l’assenza l’Andorra, per motivi economici a causa della mancanza di sponsor; e il Lussemburgo, che non hanno intenzione di rientrare nella competizione neanche quest’anno, portando così rispettivamente a 11 e 24 le edizioni consecutive di assenza; Monaco, Liechtenstein, che non è ancora un membro attivo dell’EBU-UER e Bosnia ed Erzegovina, a causa della crisi interna che stanno subendo la TV pubblica. 

Tutti i membri effettivi dell’EBU-UER, cioè le televisioni nazionali a nome dei loro paesi, hanno fino al prossimo giovedì 15 settembre per presentare formalmente le loro domande per partecipare alla 62ª edizione dell’ESC del prossimo anno, quindi il numero di Paesi tenderà a salire probabilmente già nelle prossime ore. Di seguito i paesi candidati hanno un periodo di grazia fino al 10 ottobre per decidere se vogliono rimanere o meno nel concorso senza dover affrontare una sanzione pecuniaria. La lista sarà possibilmente soggetta a cambiamenti fino al rilascio dell’elenco definitivo dei Paesi partecipanti da parte dell’EBU-UER in programma per fine dell’anno inizio gennaio. Il sorteggio che determinerà la composizione delle Semifinali (in quale metà delle due Semifinali si esibiranno i Paesi sorteggiati) e la Semi-Finale in cui avrà diritto di voto i Paesi già qualificati alla Finale (Big Five + Ucrania), si svolgerà a fine gennaio.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...