Sanremo 2017: Rai Pubblicità presenta l’offerta di Sanremo 2017


sanremo

L’Amministratore Delegato di Rai Pubblicità Fabrizio Piscopo ha presentato a investitori e centri media l’offerta commerciale dedicata al Festival di Sanremo, che si svolgerà al Teatro Ariston dal 7 all’11 febbraio 2017.  

La società per azioni, concessionaria della pubblicità per il servizio pubblico radio televisivo italiano, ha fornito alcune anticipazioni agli investitori, funzionali alla vendita degli spazi promozionali all’interno del 67° Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Prima di entrare nel merito dello show, informazioni ‘tecniche’ di rito: l’obiettivo di raccolta pubblicitaria per l’evento è di 50% di share media e oltre 25 milioni di raccolta pubblicitaria: questi i target fissati dalla Rai per il Festival di Sanremo 2017, che prenderà il via martedì 7 febbraio.

La prossima edizione della kermesse vedrà di nuovo al timone Carlo Conti, confermato alla conduzione dopo i successi di ascolti dell’ultimo biennio, ed entrerà subito nel vivo, con i 20 Campioni sul palco dell’Ariston già nella prima serata. È una delle novità della prossima edizione della rassegna, presentata con inedito anticipo a Milano in un evento organizzato mercoledì sera da Rai Pubblicità.

Accanto a un format pensato per rendere più avvincente la competizione e che strizzerà l’occhio anche ai giovani nella selezione dei “Campioni” partecipanti, l’edizione 2017 della kermesse presenta un profilo più multimediale che mai con il forte coinvolgimento di web e cinema, oltre a tv e radio. Inoltre, a gennaio prenderà il via un tour nelle piazze di tutta Italia per alimentare l’attesa e la partecipazione del pubblico nei confronti dell’evento.

La nuova edizione di Sanremo nasce sull’onda dei risultati record in termini di ascolti delle edizioni 2015 e 2015, che hanno raggiunto rispettivamente il 48,6 e il 49,6% di ascolti. Per provare a superare questi risultati, attorno all’edizione del 2017 del Festival è stato costruito un progetto editoriale e commerciale che parte già dalla fine di quest’anno coinvolgendo tv, territorio, cinema, radio e web.

L’obiettivo di raccolta pubblicitaria per l’evento è di superare i 25 milioni di euro, dopo 4 anni di crescita costante nell’interesse da parte del mercato: nel 2013 il fatturato del Festival è stato pari a 21,3 milioni di euro (con 83 clienti), salito a 23,7 milioni nel 2014 (98 clienti) e a 23,9 milioni nel 2015 (140 clienti).

Il record nel 2016 con 24,3 milioni di ricavi, a fronte di 148 clienti. L’edizione 2016 è stata anche da record per quanto riguarda gli ascolti: 10.746.000 telespettatori medi (con una copertura pari a 38.294.000) e una share del 49,6% (con oltre 2 ore di permanenza).

Il 2016 ha contribuito inoltre a ringiovanire il target del Festival: la share sui 15-24 anni è salita, per esempio, dell’1,9% (54,9%) e quella sui 35-44 anni del 2,9% (46,6%). Ottimi anche i risultati sul fronte digital con un milione di browser unici, 20 milioni di pagine viste e 13 milioni di video preroll vod + live registrati dal sito www.sanremo.rai.it. Un’edizione decisamente social con un incremento del 43% delle interazioni su Twitter e del 66% dei fan su Facebook.

Ma sicuramente si è trattato di un evento crossmediale grazie all’offerta declinata su tv, radio e web: in particolare con radio e web si sono raggiunte 2,5 milioni di ‘teste’ esclusive e un incremento di 5 punti di copertura. Anche il progetto 2017 è all’insegna della crossmedialità: oltre alla rete ammiragliaRai 1 (e la versione HD), infatti, saranno coinvolte Rai4, Radio2 e Rai Radio7 Live, mentre la serata sarà disponibile in streaming su RaiPlay, on demand il giorno successivo e dai canali social ufficiali (Twitter, Facebook, Instagram e Snapchat, social molto in voga tra i giovanissimi).

Fabrizio-Piscopo_AD-Rai-Pubblicità_.jpg

Il cinema farà la sua parte attraverso il circuito di sale di Rai Pubblicità. Molte le novità in arrivo: tra queste il roadshow guidato da una coppia di DJ di Radio2 che viaggerà attraverso l’Italia con destinazione Sanremo per dare voce alle piazze e far cantare le canzoni storiche del Festival. Le attività di promozione del roadshow partiranno con una campagna teaser (dal 16 al 22 gennaio) e proseguiranno con il tour #siamosanremo2017 (dal 23 gennaio al 5 febbraio), per poi culminare durante la settimana dal 6 all’11 febbraio. Dal 16 gennaio al 5 febbraio partirà un appuntamento quotidiano dedicato al Festival in access prime time di Rai 1.

Il 10 dicembre, inoltre, su Rai1 andrà in onda una serata condotta da Carlo Conti per far conoscere al grande pubblico le 8 nuove proposte in gara nella Sezione Giovani: durante la serata verranno svelati in anteprima anche i nomi dei cantanti che parteciperanno in veste di Campioni. Differentemente da quanto successo negli ultimi anni, dove l’ufficializzazione del cast di Campioni avveniva durante i contenitori pomeridiani della domenica di Rai 1 (L’Arena di Giletti o Domenica In).

“Dal road show e dal programma del 10 dicembre sono attesi 2 milioni aggiuntivi di raccolta pubblicitaria, mentre abbiamo allo studio una nuova formula per la sponsorizzazione dei top event che rivoluzionerà il mercato”, ha spiegato Fabrizio Piscopo, Amministratore Delegato di Rai Pubblicità.

Da martedì 7 febbraio a sabato 11 febbraio è quindi in programma il Festival vero e proprio, che avrà una copertura mai così articolata: Rai 1, Rai 4 con i commenti della Gialappa’s, Radio Radio2 e Radio 7 Live, dirette e VOD su RaiPlay. E dopofestival tutte le sere, inclusa la finale.

Confermati, invece, su Rai4 il commento della Gialappa’s che ‘dissacrerà’ l’evento musicale per antonomasia e il Dopofestival che andrà in onda anche la sera della finale. Intanto la concessionaria, dopo un primo semestre archiviato con 374,7 milioni di ricavi pubblicitari (+10,2%), si appresta a chiudere in territorio positivo anche ottobre e a registrare una crescita della raccolta dell’11% nei primi 10 mesi dell’anno, con la conferma dell’obiettivo di 700 milioni a fine 2016 (+7-8%), nonostante i 15 milioni ‘persi’ da RaiYoYo e Rai Storia.

“Per novembre e dicembre 2016 puntiamo al pareggio, così come per il 2017, anno in cui non ci saranno eventi sportivi di rilievo”, ha concluso Piscopo.

Per la presentazione completa scarica l’allegato Sanremo 2017

La 67esima edizione della kermesse, condotta per il terzo anno consecutivo da Carlo Conti, sarà trasmessa in diretta da Rai1 e da Rai HD con una copertura che spazierà dalla tv alla radio al digital.

La terza edizione firmata Carlo Conti conferma la formula già proposta nelle due precedenti. Saranno 20 i ‘Campioni’ in gara, 8 le ‘nuove proposte’.

La gara entrerà nel vivo finalmente, martedì 7 febbraio, con le esibizioni di tutti e 20 i ‘Campioni’: è proprio questa, infatti, una delle grandi novità della prossima edizione della rassegna nella quale, in passato, i Campioni erano suddivisi in due gruppi, tra la prima e la seconda serata. Già da subito, quindi, il pubblico da casa e la giuria della sala stampa del Festival voteranno tutte le canzoni dei 20 ‘Campioni’ in gara (per poi essere riproposte in due blocchi da 10 il mercoledì e il giovedì insieme alle ‘Nuove proposte’), come previsto dal nuovo Regolamento di Sanremo, disponibile online al sito http://www.sanremo.rai.it, e che introduce, tra l’altro, alcune novità per quanto riguarda il meccanismo delle eliminazioni.

Sul fronte delle Nuove Proposte, invece, tra artisti singoli e gruppi di Area Sanremo – edizione 2016, quest’anno ha registrato numeri da record: 414 branipresentati per un totale di quasi 600 iscrittiprovenienti da tutta Italia (tra interpreti e band), il doppio rispetto alla precedente edizione, mentre artisti singoli e gruppi di #SG Sanremo Giovani sono 572 (per un totale di 766 individui) le domande arrivate al vaglio della Commissione musicale, di cui 560 valide per l’ammissione alla selezione. In particolare si tratta di 477 cantanti singoli (255 uomini e 222 donne) e 83 gruppi. Dal Nord arriva la maggior parte delle richieste di partecipazione (242 giovani pari al 31,6% del totale), segue il Centro con 224 giovani (29,2 %), il Sud con 193 (25,2%) e le Isole con 84 (10,9%). Molto interessante il dato relativo alle richieste di partecipazione arrivate dall’Estero pari a 23 persone (3%).

La Commissione di Valutazione di Area Sanremo – edizione 2016 è composta da Stefano Senardi (Direttore Artistico di Area Sanremo), Massimo Cotto (Presidente della Commissione di Valutazione) e Maurizio Caridi (presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo).

La Commissione Musicale presieduta da Carlo Conti, in veste di direttore artistico, e composta da Gianmaurizio Foderaro, Carolina Di Domenico, Pinuccio Pirazzoli, Ema Stokholma, dopo gli ascolti dei brani, ha selezionato i 60 artisti che parteciperanno alle audizioni dal vivo che si terranno a Roma il 25 ottobre presso la Sala A di Via Asiago. I 60 brani scelti sono già disponibili sul sito del Festival di Sanremo. A questi si aggiungerà il brano vincitore del Festival di Castrocaro ammesso di diritto alla selezione. Al termine delle audizioni, poi, saranno scelti 12 tra gruppi e artisti che parteciperanno alla serata di “Sarà Sanremo”. Solo 6 di loro, infine, entreranno a far parte – assieme ai due artisti provenienti da Area Sanremo – della categoria “Nuove Proposte” di Sanremo 2017.

La Commissione Finale, che si occuperà della seconda selezione degli artisti, è composta da Stefano Senardi, Massimo Cotto, Maurizio Caridi, Antonio Vandoni e da Andrea Mirò.

Rai e Sanremo confermano l’interesse per l’Eurovision Song Contest. Anche per l’edizione 2017 l’Italia sarà in gara con un cantante proveniente dalla manifestazione festivaliera: la partecipazione spetterà di diritto al vincitore, previa sua disponibilità. Sfogliando il regolamento del Festival, infatti, viene espressamente dichiarato che: “L’Artista vincitore nella sezione CAMPIONI avrà la facoltà di partecipare, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2017 dell’Eurovision Song Contest (di seguito anche “Manifestazione”), su richiesta di RAI. Qualora il suddetto Artista non intenda avvalersi di tale facoltà, RAI e/o gli organizzatori della suddetta Manifestazione si riserveranno il diritto di scegliere il partecipante secondo propri criteri”.

Nel caso in cui il vincitore decida di non partecipare, la Rai non è dunque tenuta a scegliere il sostituto tra i Big di Sanremo ma ha la massima discrezionalità allo scopo di garantire all’Italia il miglior rappresentante possibile all’ESC. Da sottolineare comunque che lo scorso anno, in seguito al rifiuto degli Stadio, a rappresentare il tricolore  sul palco di Stoccolma è salita Francesca Michielin, con il brano “Nessun Grado di Separazione”, seconda classificata a Sanremo 2016.

La programmazione rimarrà la stessa dello scorso anno: la finale dell’Eurovision Song Contest 2017 sarà trasmessa in diretta da Rai 1 il 13 maggio, mentre le due semifinali del 9 e l’11 andranno in onda su Rai 4.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...