Sanremo 2017: Sanremo Giovani, i videoclip dei 12 finalisti


640x01479234684934news-videoclip.jpg

L’emittente pubblica italiana RAI ha rilasciato in anteprima i videoclip dei brani dei 12 finalisti di Sanremo Giovani.

Entra nel vivo la sfida per conquistare i 6 posti per accedere alla categoria Nuove Proposte della 67° edizione del Festival di Sanremo. Dopo le audizioni dal vivo che si sono tenute nella storica sede di Radio Rai, in Via Asiago a Roma, la Commissione Musicale presieduta da Carlo Conti, in veste di direttore artistico del Festival, e composta da Gianmaurizio Foderaro, Carolina Di Domenico, Pinuccio Pirazzoli, Ema Stokholma, ha selezionato i 12 brani che si sfideranno nella serata di “Sarà Sanremo”, in onda in diretta da Villa Ormond lunedì 12 dicembre alle 21.15 CET su Rai1.

Solo 6 di loro, ai quali si aggiungeranno i 2 artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo, calcheranno poi a febbraio il prestigioso palcoscenico del Teatro Ariston. Venerdì 10 febbraio, nella penultima giornata del Festival di Sanremo, si conoscerà la canzone vincitrice della categoria Nuove Proposte.

“È un momento davvero bello – dice Carlo Conti – comunicare ai Giovani questa buona notizia, perché vedi l’energia, l’entusiasmo e l’euforia di ragazzi che hanno la musica nel cuore e vivono un sogno per il loro futuro! Nei brani selezionati la musica italiana viene ‘declinata’ in modi e sfumature diversi.  Quest’anno, però, a farla da padrone è soprattutto la melodia, anche perché, a differenza delle passate edizioni, si sono presentati pochi rapper e pochissimi gruppi”.

i 12 finalisti di Sanremo Giovani.jpg

In ordine alfabetico i Videoclip degli artisti che parteciperanno a Sarà Sanremo:

  1. Aprile & Mangiaracina – “Il cielo di Napoli”: Aprile, 29 anni, di Napoli; Mangiaracina, 30 anni, di Castelvetrano (TP)
  2. Carola Campagna – “Prima che arrivi il giorno”: 19 anni, di Carate Brianza (MB)
  3. Chiara Grispo – “Niente è Impossibile”: 19 anni, di Noventa Vicentina (VI)
  4. Francesco Guasti – “Universo”: 34 anni, di Prato (PO)
  5. La Rua – “Tutta la vita questa vita”: di San Benedetto del Tronto (AP)
  6. Lele – “Ora mai”: 19 anni, di Pollena Trocchia (NA)
  7. Leonardo Lamacchia – “Ciò che resta”: 22 anni, di Bari
  8. Maldestro – “Canzone per Federica”: 31 anni, di Napoli
  9. Marianne Mirage – “Le canzoni fanno male”: 27 anni, di Forlì (FC)
  10. The Shalalalas – “Difficile”: Sara, 28 anni e Alessandro, 31 anni entrambi di Roma
  11. Tommaso Pini – “Cose che danno ansia”: 27 anni, di Bagno a Ripoli (FI)
  12. Valeria – “La vita è un’illusione”: 23 anni, di Civitanova Marche (MC)

In attesa di scoprire chi di loro parteciperà effettivamente al Festival, conosciamo più da vicino i 12 finalisti di Sanremo Giovani:

01. Aprile & Mangiaracina: Aprile & Mangiaracina sono due giovani ragazze che hanno in comune la passione per il jazz. Attualmente stanno lavorando ad un nuovo progetto discografico in duo piano e voce con la partecipazione di un’orchestra sinfonica.

• Silvia Aprile: Nasce a Napoli, inizia a studiare canto e pianoforte fin da bambina. A soli 13 anni scopre la passione per il jazz. L’incontro con la discografia avviene poco dopo. Nel 1999 inizia ad affrontare una serie di produzioni guidata da Mara Majonchi e Alberto Salerno; collabora con Tiziano Ferro e Michele Canova. Partecipa successivamente alla prima edizione di “X Factor”. Partecipa al “Premio Carosone” e al “Premio Lunezia”. Nell’ottobre dello stesso anno viene accolta nel tempio del jazz italiano, il Blue Note di Milano. Ha interpretato le colonne sonore di film quali “Sei mai stata sulla luna?” di Paolo Genovese, di “Tre tocchi” per la regia di Marco Risi e di “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno.

Voce solista dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo e dell’Orchestra Filarmonica Italiana, sotto la direzione del M° Bruno Santori.

Per il terzo anno consecutivo collabora con Rosario Fiorello, in qualità di cantante, nella celeberrima “Edicola Fiore” in onda su Sky.

• Sade Mangiaracina: Nasce a Castelvetrano, a sette anni inizia lo studio del pianoforte classico. Si trasferisce a Roma per studiare jazz presso la scuola Percentomusica diretta da Massimo Moriconi dove si è diplomata nel 2007 con il massimo dei voti.

In questi anni ha preso parte a molti progetti musicali, principalmente con Simona Molinari, che le permette di girare il mondo nei teatri e jazz club più importanti al mondo, dal Blue note di New York al Teatro Estrada di Mosca, dal Brown Sugar a Shanghai all’Olimpique di Honk Kong, della rassegna di Bulgari a Tokio, alla presentazione del cinema a Cannes e Parigi.

Sempre con la cantautrice jazz si esibisce nei teatri italiani e nelle rassegne d’autore come il Premio Tenco, l’Umbria Jazz, il Premio Lunezia, Musicultura festival. Viene ospitata da Dionne Warwick durante il suo tour italiano suonando in teatri come il “Sistina” di Roma. Nel corso di questi anni oltre la collaborazione con la cantautrice toscana Amara ha collaborato con diversi jazzisti di fama mondiale come Greg Osby, Fabrizio Bosso, Danilo Rea, Luca Aquino.

02. Carola Campagna:  Carola ha 19 anni, proviene da Carate Brianza e vive a Triuggio.

All’età di sei anni prende lezioni di canto, sua passione fin da quando era piccola. A 7 anni inizia lo studio del pianoforte e impara a suonare la chitarra da autodidatta. I suoi miti musicali sono Christina Aguilera, Mariah Carey Jessie J, Elisa, Laura Pausini.

Talentuosa finalista del Team J-Ax di The Voice Of Italy, pubblica lo scorso luglio 2015 il suo omonimo Album “Carola”, che contiene 6 brani tra cui “Se Solo”, colonna sonora del Disney Channel Original Movie “Descendants. Tra gli altri brani, da segnalare l’inedito “In Un Attimo” prodotto da Saverio Principini (Vasco Rossi, Tiromancino) e Nicolò Fragile (Mina, Stadio, Irene Grandi) e le splendide interpretazioni di due celebri brani quali “Let It Go (All’Alba Sorgerò)” tratto da film Disney “Frozen – Il Regno di Ghiaccio” e “The Circle Of Life (Il Cerchio Della Vita)” composta da Elton John e Tim Rice ed estratta dalla colonna sonora del celeberrimo film “Il Re Leone”.

Prima che arrivi il giorno, è una pop ballad dalle sonorità moderne molto vicine alle produzioni anglosassoni perfettamente miscelata a un elegante scrittura melodica di matrice italiana.

Il brano è stato scritto per lei da Antonio Galbiati (Laura Pausini, Emma, Josh Groban) e Grazia Di Michele. Prodotto e registrato da Nicolò Fragile è il suo nuovo singolo, con cui si presenta alla 67° edizione del Festival di Sanremo categoria Giovani. 

“Ciao, sono Carola, ho 19 anni e la mia più grande ambizione e determinazione è fare della musica la mia vita. La musica è il mio pensiero più ricorrente e non riuscirei ad immaginare la ma vita senza di essa. All’inizio non ero sicura di me stessa, ero timida ed anche un pò introversa, preferivo cantare nella mia cameretta e sperimentare qualsiasi tipo di canzone, dai cartoni animati ai pezzi dei miei idoli, come ad esempio Christina Aguilera, di cui ammiro il profondo e potente timbro vocale. In famiglia mi hanno sempre ascoltata cantare dietro alla porta chiusa della mia camera, finché non mi hanno convinta ad esibirmi in pubblico ad un karaoke in vacanza quando avevo 11 anni. Quella fu la mia prima esibizione e da li tutto ebbe inizio, capii che cantare era l’unica cosa che volevo fare . Così iniziai a studiare canto, a cantare sempre di più e a mettermi in gioco facendo audizioni e concorsi ovunque in Italia. Nel 2015 arriva per me l’occasione che credo sia stato il primo vero passo importante nella mia vita: The Voice of Italy 2015. Dalle blind alla finale nel Team J-Ax. The Voice mi ha permesso di esibirmi in tv, cantando dal vivo con una band pazzesca ,conoscere e imparare tanta musica nuova e  il mondo di Disney, cantando come interprete la versione italiana del brano If Only, tratto dalla colonna sonora del film “The Descendants”. A seguire il contratto con la Universal Music e poi il mio primo disco.

Ora sono qui, con  tutta la mia curiosità, la mia sana ambizione e le mie emozioni che voglio condividere e trasmettere a tutti coloro che vorranno ascoltare la mia voce!”.

03. Chiara GrispoChiara, diciannovenne veneta, ha frequentato il liceo musicale e, oltre a cantare e suonare pianoforte e chitarra, compone le sue canzoni sia in italiano che in inglese. Con la sua partecipazione all’edizione 2016 di “Amici” è arrivata alle fasi finali gareggiando nella squadra Blu guidata da J-Ax e Nek.

Dopo il successo strepitoso del primo singolo “Come On” (quasi 4 milioni di visualizzazioni su YouTube), il nuovo singolo di Chiara Grispo è “Blind”, in radio da agosto.

“Blind” (Baraonda/ArtistFirst) è anche il titolo del primo album di Chiara che, prodotto da Diego Calvetti, contiene dieci pezzi, incluso il brano “Spirito Fisico” in duetto con Nek.

Nel giugno 2016 la giovanissima cantautrice ha fatto da supporter ai Modà per gli show, davanti ai 90.000 spettatori dello Stadio di San Siro a Milano, è stata ospite di Gigi D’Alessio allo Stadio San Paolo di Napoli, e nel cast del Coca-Cola Summer Festival. Per tutta l’estate Chiara è stata in tour in Italia, con live ed instore, per incontrare i fan e presentare dal vivo il suo disco. Lo scorso 27 agosto Chiara ha anche esordito in campo con la Nazionale Italiana Cantanti durante l’evento benefico “La partita della vita 2”. Da ottobre è in radio il singolo di Grido, “Strade Sbagliate”, che vede la partecipazione di Chiara.

04. Francesco GuastiGuasti si avvicina alla musica da piccolo iniziando a studiare batteria, ma è il suo talento naturale, una voce graffiante e roca, ad accompagnarlo su quel cammino con decisione.

Nell’adolescenza le prime esperienze con le rock band, dove si conferma front-man straordinario e compositore dei pezzi che porta in giro per club e palchi.

Arrivano le prime soddisfazioni con il gruppo Supernova, dove viene selezionato fra i finalisti dell’Accademia Sanremo con il brano “Rosa”. Inizia a studiare anche pianoforte. Continua a partecipare ad eventi di spessore, come il Lucca Summer Festival.

Nel 2013 la partecipazione a The Voice, nel team di Piero Pelù. Nello stesso anno esce il singolo “Un solo giorno in più” targato Universal.

Nell’estate di quell’anno partecipa alla prestigiosa rassegna musicale di Marbella “Starlight Festival” con artisti come Bryan Adams e Enrique Iglesias.

Nel 2014 è fra i 60 finalisti di Sanremo Giovani nelle Nuove Proposte, con il brano “Scintilla contro Scintilla”, scritto con Marco Carnesecchi e Federico Sagona. Il brano rimane primo per 4 settimane nella classifica di airplay.

Il 21 marzo 2014 esce il videoclip di “Scintilla contro scintilla”, girato in gran parte nel carcere fiorentino di Sollicciano.

Nell’estate di quest’anno partecipa con “Scintilla contro scintilla” al Festival del Volontariato alla presenza del Ministro delle politiche sociali.

Nel 2014 entra a far parte della Nazionale Italiana Cantanti e partecipa alla Partita del Cuore all’Artemio Franchi di Firenze, dove si esibisce davanti a 40.000 persone.

Ospite dell’“Identikit Tour” di Piero Pelù, inizia con lui una collaborazione, dalla quale nasce il brano “Piovono rose”, entrato nelle selezioni finali delle Nuove Proposte per Sanremo 2015.

Nell’aprile 2015 esce il singolo “Piovono Rose”.

Il 5 Maggio 2015 esce l’Ep “Parallele” prodotto dal leader dei Litfiba Piero Pelù.

Nel Giugno 2015 è ospite del “World Refugee Day Festival” a Firenze, con artisti del calibro di Elisa, Enrico Ruggeri, Piero Pelù, Bandabardò, Brunori sas e tanti altri.

Il 10 Luglio esce il singolo “Parallele” il cui videoclip è realizzato con Oipa (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) a favore della campagna contro l’abbandono.

Nel Novembre 2015 entra tra i 12 Finalisti di Sanremo Giovani con il Brano “Io e te” che canta in diretta su Rai1.

05. La RuaLa Rua è una band pop/nu-folk che si è formata nel 2004 nella provincia di Ascoli Piceno. L’immaginario della band è nato dal sodalizio artistico tra Daniele Incicco e il songwriter e produttore Dario Faini. “La Rua” è composta da: Daniele Incicco (voce e chitarre), William D’Angelo (chitarre), Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica, glockenspiel), Nacor Fischetti (batteria, fx), Alessandro Mariani (chitarre, banjo) e Matteo Grandoni (contrabbasso, basso).

Il 10 Gennaio 2012 il gruppo partecipa alle selezioni di Sanremo ed entra di diritto tra i primi 30 artisti più votati dal web nel contest “Sanremo Social”.

Il 18 Febbraio 2012 il gruppo viene premiato a Sanremo dall’AFI (Associazione Fonografi Italiani).

Il 13 Luglio 2012, il gruppo partecipa alla finale del Festival “Voci Nuove e Volti Nuovi di Castrocaro” in diretta su Rai Uno, classificandosi al terzo posto e ricevendo il premio MEI (Meeting Etichette Indipendenti) come miglior Band.

Il 4 Dicembre 2012 la band vince “Area Sanremo”, dopo aver superato la selezione di 320 artisti, svolta dalla giuria composta da Andrea Mirò, Niccolò Agliardi e Omar Pedrini.

Il 4 Maggio 2013, il gruppo apre il concerto degli Imagine Dragons al “Factory” di Milano, nell’unica data italiana della band americana.

Il 15 dicembre 2013 la band risulta tra le 60 selezionate per partecipare al Festival di Sanremo 2014 nella categoria “Nuove Proposte” con il brano “Non sono positivo alla normalità”. La successiva pubblicazione dello stesso, viene anticipata nel mese di Gennaio dalle anteprime del videoclip su Repubblica.it e Rockol.

Ad Aprile 2014 la band viene selezionata come artista del mese e il brano “Non sono positivo alla normalità” entra in programmazione su MTV Music. Il gruppo verrà poi scelto come candidato agli MTV Music Awards di Firenze, per la categoria “Best New Generation”.

A Dicembre 2014, dopo l’uscita del secondo singolo in estate, il gruppo viene selezionato ancora una volta da MTV New Generation, entra a far parte della categoria degli artisti “Best of New Generation 2014” e torna ancora una volta su Mtv Music con “Non Ho La Tristezza”.

Dalla fine dell’estate 2014 e per tutto l’inverno il gruppo è stato impegnato nella registrazione del suo primo album che ha visto la luce il 10 Aprile 2015, sempre in collaborazione e sotto la produzione artistica di Dario Faini. L’uscita del disco è stata anticipata dal terzo singolo estratto dell’album “Magneti Vicini”.

Il 1° Maggio 2015 la band si esibisce sul palco del Primo Maggio a Roma aggiudicandosi la vittoria come miglior gruppo del contest “1MNEXT”.

Nell’estate 2015 esce il quarto singolo estratto dell’album: “Polline”. Il videoclip del brano in questione è un estratto delle riprese del live al “Mulino Summer Party”, con il quale la band ha inaugurato la tournée estiva.

Da novembre 2015 entrano nella scuola di “Amici di Maria De Filippi” e dopo la fase pomeridiana del programma si aggiudicano l’accesso al serale nella squadra diretta dai direttori artistici Emma Marrone ed Elisa Toffoli.

Usciti dal programma di Maria de Filippi, i La Rua non si fermano, firmano un contratto con l’Universal Music e il 3 giugno esce il loro secondo album “Sotto effetto di Felicità” che contiene due singoli “Il Sabato fa così” e “I Miei rimedi” e a cui segue un tour con più di venti date lungo tutto lo stivale.

06. LeleLele, 19 anni, nato a Pollena Trocchia (provincia di Napoli) dove vive con i genitori e il fratello. Fin da piccolo ha la passione del canto e studia pianoforte e chitarra.

Ma Lele, prima ancora di essere un cantante, è un autore, una passione che coltiva da sempre e, già a 12 anni, scrive i testi delle sue canzoni in italiano e in inglese.

Tra le sue passioni, oltre alla musica, ci sono il basket, i viaggi, ed in particolare le moto e Valentino Rossi.

Quando canta, Lele Esposito si ispira a Chris Martin, frontman dei Coldplay, ma spesso è facile paragonarlo per la sua voce, indole e talento anche nella danza a Bruno Mars.

A metà marzo 2016, Lele Esposito accede al serale della trasmissione “Amici di Maria De Filippi” e sceglie di concorrere per la squadra Bianca accanto a Emma ed Elisa, perché “più vicina al suo mondo inglese”. In Autunno aprirà i loro concerti.

Con il suo il suo primo album “Costruire”, uscito lo scorso 27 maggio, Lele inizia il suo percorso di musicista, sostenuto anche dall’affetto dei suoi fan che contano su facebook più di 83.000 followers e su Instagram 414.000 seguaci.

07. Leonardo LamacchiaCantare a sei anni in un coro di voci bianche era per Leonardo un modo per sentire la propria voce ampliata, più forte, sorprendentemente bella e maestosa.

Poi la voce è diventata baritonale senza perdere la lucentezza iniziale ed ancora dodicenne, Leonardo Lamacchia sognava di calcare i palchi da solista, da crooner, come un piccolo Sinatra o un giovanissimo Bublé. Così ha iniziato a studiare pianoforte, ad avvicinarsi – curioso e impaziente di crescere – a tantissimi generi musicali diversi: la musica classica e lirica, il rock e l’indie-rock, la musica d’autore italiana e francese. Adolescente è salito sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli di Bari ed ha capito che nutrire quel sogno, custodire quella bolla magica nella quale era appena entrato, sarebbe stato l’obiettivo della sua vita.

Ora è autore ed interprete: scrive partendo dal pianoforte, per poter esprimere, narrare il suo vissuto, i suoi sentimenti in modo autonomo ed assolutamente personale. “Ciò che resta”, brano del quale è co-compositore insieme a Mauro Lusini (autore, tra l’altro, di “C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones” e, più di recente, “AAA cercasi” di Carmen Consoli) e Gianni Pollex (autore di “Straordinario”), è la canzone con la quale si affaccia alla soglia del grande panorama musicale italiano.

08. MaldestroMaldestro, nome d’arte di Antonio Prestieri (nato a napoli l’11 marzo 1985) scrive, canta e suona le sue canzoni.

Nato nel quartiere popolare di Scampia, all’età di nove anni si trasferisce nel centro di Napoli e comincia a studiare pianoforte.

A sedici anni incontra il teatro, abbandona così lo studio del pianoforte per dedicarsi completamente alla recitazione, alla regia e alla drammaturgia. Scrive oltre quindici opere tra drammaturgie e commedie e vince giovanissimo il premio Sipario (2 volte per miglior testo) e il premio Schegge di Teatro per la migliore regia e il miglior testo.

Durante tutta la sua crescita, personale ed artistica, partecipa a numerose iniziative in favore della legalità nelle carceri minorili, nelle scuole medie, superiori e nelle università, spesso affiancato da nomi importanti della lotta contro le mafie: da Rosaria Capacchione a Don Luigi Merola.

Durante tutto il suo cammino la musica non lo ha mai abbandonato (scrive infatti contestualmente a opere per il teatro anche numerose canzoni senza però nessuna velleità di pubblicarle). A ventotto anni avverte l’esigenza e la voglia di pubblicare alcune canzoni tra le quali “Sopra al tetto del comune” e “Dimmi come ti posso amare”, brani che gli faranno vincere tra il 2013 e il 2014 numerosi premi quali: Premio Ciampi, Premio De André, SIAE, AFI, Palco Libero e Musicultura.

Brani poi contenuti nel suo primo album “Non trovo le parole”, pubblicato il 14 aprile 2015 e con il quale è arrivato secondo al Premio Tenco come miglior album d’esordio. Maldestro è stato inoltre inserito nell’album del Club Tenco dedicato a De André di prossima uscita.

Dal suo debutto nel 2013 ad oggi, ha tenuto oltre cento concerti partecipando tra l’altro a numerosi importanti festival e rassegne e esibendosi in numerosi teatri importanti, dall’Auditorium Parco della Musica al Teatro Bellini, dal Ravello Festival al concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni nel 2016 dove si è distinto con il brano inedito “Facciamoci un selfie”. Ha inoltre avuto più volte l’occasione di suonare con importanti artisti del calibro di Vecchioni, James Senese e molti altri.

Autore raffinato dalla voce graffiante, racconta nelle sue canzoni e nei suoi spettacoli l’amore, la rabbia, la speranza, il disagio e la disperata voglia di vivere di un giovane poeta dei nostri tempi senza rinunciare a un’ironia piena di vita, che è il cuore della sua musica.

Maldestro incarna uno degli esempi più fulgidi di come, pur nascendo in contesti sociali estremamente difficili, la cultura, la musica ed il teatro siano le vere armi da brandire per affermare una civiltà della legalità. 

09. Marianne MirageMarianne Mirage – nome d’arte di Giovanna Gardelli – è un’artista poliedrica: cantante, musicista, attrice e designer. Giovanissima si avvicina al mondo dell’arte, sin dall’età di sette anni, grazie al padre pittore. Poi scopre un’intensa passione per la musica, in particolare per le atmosfere black, soul e per le grandi voci del jazz internazionale.

Durante gli studi in letteratura, arte, musica e recitazione, Marianne viaggia molto e si esibisce con musicisti internazionali nei teatri e nei locali delle città nelle quali si ferma come Londra, Parigi, Berlino e Istanbul.

Consegue la laurea in Lettere e Filosofia e il diploma in recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, dopo un percorso di studi presso il teatro “Il Piccolo” di Forlì con “L’Accademia Perduta” e la scuola di danza di Giorgia Madamma e Roberto di Camillo, allievo di Pina Bausch.

Nella primavera del 2016 viene pubblicato “Quelli Come Me”, l’album di debutto su etichetta Sugar. Prodotto da Max Elli e Jack Jaselli e mixato da Enrico La Falce, “Quelli Come Me” è una dedica con cui l’artista omaggia tutti quelli che vedono e vivono la vita come lei. “Questo disco sono io, è una fotografia della mia essenza, delle mie idee e delle mie speranze”. In parte autobiografico, “Quelli Come Me” è un inno alle battaglie quotidiane e alla lotta per un’idea. “Ho imparato che se non lotti non ottieni nulla e questo ha forgiato il mio carattere e i miei intenti artistici”. Partendo da una chitarra classica le parole sono uscite spontanee come un flusso, a cui si sono aggiunte una batteria soul e un basso dai suoni groove. Sonorità che Marianne Mirage ripropone anche dal vivo in un intenso tour che l’ha vista protagonista anche come opening act di importanti artisti quali Kiesza, Patty Pravo, Tiromancino, Raphael Gualazzi.

Il brano che presenta a Sanremo Giovani  si intitola “Le Canzoni Fanno Male”, scritta e composta da Kaballà e Francesco Bianconi (Baustelle) e prodotta da Tommaso Colliva (Muse, Franz Ferdinand, Mauro Pagani, Tiromancino).

10. The ShalalalasThe Shalalalas è un duo attivo dal 2013 composto da Sara Cecchetto (voce, violino e tastiera) e Alessandro Lepre Gnerre(voce e chitarra).

• Sara Cecchetto si avvicina alla musica da piccolissima, iniziando a suonare con il metodo Orff- Schulwerk. A 21 anni si diploma in violino al conservatorio, suona con varie orchestre e si fa notare vincendo premi a carattere nazionale e collaborando come violinista con molti altri nomi della scena musicale romana.

• Alessandro Lepre Gnerre inizia a scrivere canzoni a 16 anni, con la sua chitarra da 30 euro comprata tre mesi prima per imparare a suonare le canzoni di Bruce Springsteen. Milita in numerose band della scena indie-rock romana, sia come chitarrista che come cantante. Fino al giorno in cui incontra la meravigliosa voce di Sara. Al suo attivo ha oltre 500 concerti. Grande fan di Springsteen, che segue in tutto il mondo. Ama le camicie a quadri, ne ha una collezione enorme.

Dal loro incontro nel 2013 nascono The Shalalalas, nome che si ispira a un verso della canzone “The Hellcat Spangled Shalalala” degli Arctic Monkeys e che sintetizza perfettamente l’approccio spensierato e anticonformista della band; dopo pochi mesi esce l’EP autoprodotto “The Fucking Shalalalas” e iniziano un’intensissima attività live sui palchi di tutta Italia.

Il 10 aprile 2015 esce, su etichetta indipendente Bassa Fedeltà, il loro primo album dal titolo “There are 3 las in Shalalalas”. Da allora è iniziato il “3 las tour” che ha già toccato più di 80 città in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Svizzera, Romania).

Le loro atmosfere intime, delicate e sognanti – che a molti richiamano alla mente gli statunitensi She & Him – approdano anche nei festival e nelle rassegne internazionali come il prestigioso Primavera Sound Festival di Barcellona.

Il brano “A Week” dell’album “There are 3 las in Shalalalas” è stato scelto per la sigla della fiction di Rai1 campione d’ascolti “L’Allieva” con Alessia Mastronardi e Lino Guanciale, tratta dai bestsellers di Alessia Gazzola; altri brani del loro repertorio sono parte della colonna sonora.

Nello stesso periodo gli Shalalalas decidono di cimentarsi per la prima volta con la scrittura in italiano e nasce “Difficile”, un brano allegro e solare su quanto possa essere piacevolmente complicato l’inizio di una storia d’amore, che porta Sara e Alex tra i dodici semifinalisti di Sanremo Giovani 2017.

11. Tommaso PiniTommaso Pini nasce a Bagno a Ripoli, Firenze il 10 Marzo 1989. Sin da piccolo ascolta moltissima musica, visto che i suoi genitori sono appassionatissimi. Cresce quindi con la musica degli anni 80/90 che lo influenzerà moltissimo nel suo percorso artistico. 

Frequenta l’Accademia di Musica di Firenze e nel frattempo inizia anche a studiare privatamente con Gianni Mini, corista di Gianna Nannini.

Vince una borsa di studio che gli permette di seguire uno stage di Performing Arts presso il Wes Finland College, in Finlandia.

Nel 2011 Partecipa ai casting di X FACTOR 5 arrivando sino alla fase delle esibizioni dei Boot Camp.

Nel 2012 è il 1° classificato al concorso Danza in Fiera. Con il suo gruppo Crystal Crash vince i concorsi Suoni nella Notte, Gallo Nero Contest e ottiene il premio della critica al Music Town Contest.

Nel 2013 come corista si esibisce con Gianna Nannini al Music Summer Festival.

Nel 2014 partecipa a The Voice Of Italy 2 dove si classifica al terzo posto (Finalista del Team Carrà). È stato forse la rivelazione canora più interessante di The Voice 2. Scelto subito da Raffaella Carrà, che resta colpita dalla sua bravura sin dalle Blind Auditions, dove si presenta con una sua rielaborazione di Summertime Sadness, si batte fino all’ultimo per contendersi la vittoria finale del Talent con la canzone inedita “La Perfezione non c’è”. Un mix di voce e teatralità, un timbro vocale magnetico e fuori dagli schemi sono i suoi punti di forza che hanno incantato i Coach e il pubblico. È stato uno degli artisti più seguiti sul web, con oltre 3.000.000 di visualizzazioni. Proprio a The Voice, Tommaso incontra Sergio Dall’Ora, che lo segue durante il programma come Vocal Coach e che poi, intuendone le potenzialità, diventa il suo produttore discografico. Finito il programma Tommaso registra il remake di “Sweet Dreams” che si piazza ai primi posti nelle classifiche di iTunes vicino a nomi come Saint Motel, Coldplay e Imagine Dragons e ottiene oltre 40.000 visualizzazioni su YouTube.

Alle selezioni per il Festival di Sanremo 2015 viene scelto dalla Commissione Artistica per partecipare alle fasi finali delle Nuove Proposte con il brano “Passatempo”, che si piazza al primo posto nella graduatoria di preferenze web sul sito di Sanremo. Con quasi 80.000 visualizzazioni, 6000 mi piace e più di 1600 TweetsTommaso Pini è la Nuova Proposta con il più alto numero di visualizzazioni, preferenze e commenti su Internet. Il pubblico in rete lo segue moltissimo e anche in questo caso dal web arrivano riscontri molto interessanti.

Tommaso conquista fans anche all’estero: in Messico, Svezia, Brasile, Nuova Zelanda, ma soprattutto in Russia, dove viene creato anche un Fan Club che lo sta sostenendo.

Nel 2015 Tommaso comincia la preparazione del suo primo Album ed è impegnato nelle registrazioni di alcuni pezzi anche all’estero (Londra e Stoccolma).

Il 10 luglio 2015 pubblica il suo nuovo singolo “Summertime Sadness” che farà anche parte dell’album in lavorazione. Il brano si piazza subito alla posizione 8 di iTunes nella musica Alternative.

TV Sorrisi e Canzoni inserisce Tommaso Pini e il suo brano nella classifica dei Top 10 brani da ascoltare pubblicata sul giornale e online. Il video del brano viene realizzato in Svezia, dove Tommaso incontra anche l’Hit Maker Svedese Jocke Bjorklund (K.Minogue, John Martin, Ace of Bass), che già aveva collaborato in passato col suo produttore Sergio Dall’Ora e che rimanendo colpito dalla sua voce accetta di collaborare alla stesura di alcuni inediti.

Nell’Estate 2015 partecipa numerosi eventi Live sia in Italia che all’estero ed è ospite a Uno Mattina Estate su Rai Uno. Viene scelto ancora una volta per le audizioni delle 60 Nuove Proposte per il Festival di Sanremo 2016 con il brano “Veleno ed Antidoto” , scritto insieme ad Andrea Amati e Sergio Dall’Ora.

Il 2016 è un anno di grossi cambiamenti ed esperienze internazionali per Tommaso Pini. Per fare nuove esperienze si trasferisce a Londra dove la vita artistica, le collaborazioni e le contaminazioni musicali sono in fermento. Lavora in un Pub frequentato da molti artisti continuando a scrivere brani e alternando anche esibizioni in piccoli club sia da solo che come vocalist di un gruppo.

Viene anche contattato ed invitato a partecipare al Contest Internazionale “Youthvision” che si svolge a Baku, in Azerbaijan in rappresentanza dell’Italia. Arrivano anche i primi risultati discografici e così a Londra registra un brano in inglese per la Francia e Uk con la distribuzione di Universal France. Il brano dal titolo “Without Your Love” è attualmente in fase di mixaggio.

Dopo l’Estate rientra in Italia con la voglia di mettere in musica tutte le esperienze fatte negli ultimi mesi. Nascono così nuovi spunti artistici e in particolare nasce un brano, in cui Tommaso vuole scrivere e cantare di uno dei mali quotidiani che ci affliggono, ma del quale si fatica spesso a parlare: l’Ansia! È una scommessa, ma alla fine con l’aiuto di altri due autori ansiosi (Dall’Ora e Amati) Tommaso mette in musica il brano giusto per esorcizzarla.

“Cose Che Danno Ansia” è il titolo del brano che viene inviato alle selezioni di Sanremo Giovani e viene prima prescelto nei 60, per poi passare, dopo l’audizione di Roma, tra i 12 semifinalisti che si contenderanno i 6 posti per Sanremo 2017.

Tommaso Pini è anche molto attento al sociale e si è reso disponibile a partecipare ad iniziative ed eventi a supporto della sensibilizzazione e informazione sulle malattie e i problemi che affliggono i meno fortunati. Tra le sue partecipazioni, “Il Nicco Day” alla Obi Hall a Firenze e una grande serata a Roma, all’Auditorium, per la Andrea Tudisco Onlus, dove ha condiviso il palco assieme grandi nomi come Fiorello e Fabrizio Frizzi.

12. ValeriaAlla tenera età di 3 anni è già su un piccolo palco, insieme a suo padre Nazzareno e a suo fratello Piero, la band familiare si chiama “Romy Family”. Si esibiscono in varie piazze e locali. Inizia a prendere lezioni di canto e partecipa a diversi concorsi regionali ottenendo sempre ottimi risultati.

Incide con il resto del gruppo il primo CD di inediti a scopo puramente promozionale intitolato “E La Vita è Così”. Nel 2009 partecipa a Sanremolab e riesce ad accedere alla fase finale con il brano “Troppe”, incluso nell’omonima compilation, distribuito su scala Nazionale.

Nel 2010 partecipa e vince l’importante concorso “Woodstock” che le permette di esibirsi sullo stesso palco di grandi artisti del panorama musicale italiano (Modà, Emma Marrone, Luca Dirisio).

Nel 2011 è nella classe del talent “Amici di Maria De Filippi”.

Reputata da tutti gli addetti ai lavori “un talento cristallino”, nel 2012 accede alla fase serale per prima, e unica col consenso unanime degli insegnanti.

Il primo inedito che interpreta nel programma, intitolato “Il gusto del caffè”, è scritto dal fratello Piero e Emilio Munda. Il secondo inedito invece, scritto da Roberto Casalino e Dario Faini, si intitola “Non sarà lo stesso”.

Una volta conclusa l’esperienza televisiva, Valeria Romitelli inizia il suo tour in giro per l’Italia.

Nel 2015 presenta il brano “Mai Abbastanza” insieme al fratello Piero e vengono selezionati tra i dodici finalisti di Sanremo giovani. Il video del brano supera le 100.000 visualizzazioni su Youtube in una sola settimana.

È attualmente in studio per registrare il suo album d’esordio dove per la prima volta oltre ad essere interprete è anche autrice.

area-sanremo

Ecco gli 8 artisti vincitori della manifestazione Area Sanremo – edizione 2016, decretati da una giuria composta da Stefano Senardi, Massimo Cotto, Maurizio Caridi, Antonio Vandoni e Andrea Mirò. Solo due tra loro saranno scelti dalla Commissione Musicale di Sanremo Giovani (presieduta da Carlo Conti e composta dal conduttore e direttore artistico del Festival Carlo Conti, dalla dj Ema Stokholma, dalla speaker di Radio Due Carolina Di Domenico, dal musicista Pinuccio Pirazzoli e dalla voce storica di Radio Uno Gianmaurizio Foderaro) e completeranno il cast delle Nuove Proposte di Sanremo 2017, aggiungendosi ai sei che supereranno la selezione finale di “Sarà Sanremo” del 12 dicembre, in diretta Tv su Rai1.

  1. Carmen Alessandrello – “Quell’attimo di noi” (1994, Comiso – RG) 
  2. Carlo Bolacchi – “Paolo Fox” (1987, Reggio Emilia) 
  3. Braschi – “Nel mare ci sono i coccodrilli” (1991, Santarcangelo di Romagna – RN)
  4. Andrea Corona – “Scappare da qui” (1996, Genova)
  5. Marika Adele– “Giovane” (1988, Corsico – MI)
  6. Diego Esposito (Flo) – “Come fosse primavera” (1986, Castelfiorentino – FI)
  7. Valeria Farinacci – “Insieme” (1993, Terni)
  8. Yenia Lucisano– “Riverbero” (1989, Rossano – CS)

In attesa di scoprire chi due di loro parteciperà effettivamente al Festival, conosciamo più da vicino gli 8 vincitori di Area Sanremo – edizione 2016:

15095110_1302816803103623_4870863045074138326_n

01. Braschi:Da Santarcangelo di Romagna a Cesena, passando per gli Stati Uniti d’America. 

Si tratta di Braschi un tipo che scrive le canzoni che canta. Registra a Richmond in Virginia con i Calexico e Jd Foster un ep di 4 canzoni poi portato in tour, prima in molte città degli Stati Uniti: tra New York, Washington Dc, Philadelphia e Richmond, poi in tutta Italia. L’ep, intitolato “Richmond”, è uscito il 20 maggio 2014 per Brutture Moderne/Audioglobe.

Nel 2014 e nel 2015 Braschi è stato in tour con Dan Stuart, coi Nobraino e con la sua band.

Da settembre 2015 è in studio per preparare il nuovo disco. A giugno 2016 è finalista a Musicultura.

15095556_1304691729582797_6471597107124577761_n

2. Marika Adele: Marika Adele Campisi nasce a Milano, il 21 gennaio 1988. All’età di 4 anni, viene selezionata dalla direttrice del coro di voci bianche milanese ‘I Piccoli Cantori di Milano’ del quale farà parte fino agli 11 anni, e con il quale partecipa a programmi tv RAI e Mediaset, incide sigle tv tra cui molti cartoni animati (Cristina D’Avena, Giorgio Vanni, Max Longhi, Franco Fasano), jingle radiofonici, partecipa alla realizzazione della colonna sonora del film Walt Disney Tarzan con Phil Collins, incide con l’artista italiano Zucchero il brano White Christmas nella sua reinterpretazione.
In adolescenza si dedica alla scrittura dei suoi primi brani inediti accompagnandosi, grazie a studi da autodidatta, con pianoforte e chitarra, è compositrice e autrice con un repertorio di oltre 60 brani originali depositati ad oggi in SIAE.

Diventa mamma a 18 anni nel 2006 e si esibisce in concerti acustici su territorio milanese in location quali Rolling Stone, Le Trottoir, Bar Magenta, Le Scimmie, Casa139 e in diversi circoli culturali. Continua a dedicarsi alla sua attività di autrice e realizza brani per interpreti: Viola per la band pop-rock Park Avenue che apre il tour estivo Il Mostro di Luciano Ligabue negli a stadi italiani; La Nieve per l’artista Ricardo Montaner vincitore del Grammy nel 2013 per il miglior album latino.

Ha lavorato come speaker, vocalist e compositrice anche nell’ambito pubblicitario: jingle e musica per tv, radio e cinema, tra i vari Galbusera, Hip Hop, Avant Toi, Quattroruote, Giochi Preziosi, Algida, Cères, Imetec, Braccialini. Tra gli ultimi lavori svolti, il contributo musicale nel 2015 per il film Italiano Medio di Marcello Macchia come compositrice e interprete del brano Boobs facente parte della colonna sonora originale, e l’incisione del brano Liberi con l’artista italiana Arisa per il lungometraggio Walt Disney, Cinderella.

Vince Area Sanremo 2016 con il brano Giovane da lei scritto e composto (produzione artistica di Pierdavide Carone) e concorre alle selezioni per le nuove proposte del Festival di Sanremo.

È in corso la sua attività di cantautrice, aspira a realizzare il proprio progetto discografico con l’intento di portare quante più persone possibili a conoscenza delle proprie canzoni: “Se la mia musica riesce a curare me, può curare il mondo intero”.

15032217_1306279169424053_2420245270920243298_n.jpg

3. Carlo Bolacchi: Carlo Bolacchi è un cantautore sardo (nato a Villacidro, in provincia di Cagliari nel 1987) ma reggiano d’adozione. Nel 2011 fonda la sua prima band, i “Fluminera”, con la quale inizia a “farsi le ossa” nel club Emiliani presentando un repertorio di inediti scritti dallo stesso cantautore.

Nel 2012 dà vita a un progetto cantautorale solista e nel Novembre dello stesso anno incide il suo primo singolo “Verità Libera”, pubblicato nell’Aprile del 2014 congiuntamente al video clip.

Da allora un susseguirsi di Live e concerti in versione soprattutto acustica tra i quali, la rassegna Musicale Montecchio Unplugged, il Memorial Lucio Battista, nel 2014 Open act di alcune date del cantautore ligure Zibba e nel 2016 la partecipazione ad Asti Musica come Open Act di Ermal Meta.

15078640_1304706192914684_2010450316888641766_n

4. Ylenia Lucisano: Vincitrice del Premio Lunezia per il disco d’esordio Piccolo Universo, Ylenia Lucisano è una cantautrice e interprete calabrese il cui genere spazia tra il pop, il folk e il cantautorato. Ha collaborato con autori come Pacifico, Giuseppe Anastasi, Zibba, e molti altri.

Le sue doti da performer l’hanno portata a esibirsi su grandi palchi come quello del Primo Maggio a Roma, Ravello Festival e il Concerto di Natale andato in onda su Rai2. Francesco De Gregori e Roby Facchinetti l’hanno scelta per aprire alcune tappe dei loro rispettivi tour nel 2015.

Attualmente Ylenia sta lavando al suo nuovo disco.

15109408_1306478446070792_6268143975236813473_n.png

5. Carmen Alessandrello: Carmen ha nella voce il fuoco del suo sud, è nata a Comiso (Ragusa) nel 1994.Inquieta e poliedrica, sempre in cerca di un’esperienza, nella vita come nella musica cerca una spiritualità autentica e profonda, al di là di religioni ed etichette.

Vero talento naturale, inizia a cantare giovanissima prendendo a modello la potenza canora di Whitney Houston e la veracità di Domenico Modugno; predilige il soul, il blues e il jazz contemporaneo.

Ama anche gli anni ’60 italiani e il rock melodico ma è attratta in particolare dalla “musica nera” che prende ad esempio per la libertà e l’istintività espressiva.

Nei suoi live emergono chiaramente le qualità canore, la spigliata vitalità interpretativa e un rapporto empatico e speciale con il pubblico. Nel 2016 partecipa alle selezioni di “The Voice” e collabora con la compagnia di ballo Nu’Art esibendosi nello spettacolo “Tentazioni” a Venezia, riscuotendo grande successo.

15056514_1306482066070430_7203525317600768985_n

6. Diego Esposito Flo: Cantautore toscano, classe 86′, si trasferisce a Milano iscrivendosi e diplomandosi al MAS (music – arts & show).

Nel frequentarlo, si rende conto più chiaramente della sua inclinazione autorale, piuttosto che alla formazione teatro spettacolo su cui è improntata la scuola.

Approfondisce lo studio della chitarra, pianoforte e tecnica vocale con insegnanti quali Max Elli, Aldo Banfi, Patrizia Conte, Moreno DelSignore, Fabrizio Bernasconi.

La sua figura emerge al MAS fra gli studenti e gli addetti ai lavori durante gli anni di frequentazione, tanto da destare un interesse ad una possibile produzione, anni in cui rimane legato contrattualmente per i diritti d’immagine in esclusiva al MAS.

Durante il percorso MAS vanta partecipazioni a Musical quali “stand up, gospel revolution” (Ce-Ce Rogers) in cui si rende definitivamente conto che non è quella la sua dimensione.

Terminati gli studi quindi riconosce la scrittura come unica dimensione accettata, costruita sulla fantasia con cui guarda la vita attraverso il suo occhio caleidoscopico di bambino cresciuto.

Da anni si esibisce quotidianamente live in piccole-medie dimensioni contestuali (…dalle Scimmie all’apertura dei concerti di Zibba), ed è la gente stessa a chiedere di suonare il suo repertorio e le sue canzoni.

Le sue influenze artistiche vanno da Lucio Dalla a Damien Rice, dal sole della Toscana, a illusioni di indipendeza delle grigie periferie milanesi, e di quel tutto e tanto altro che a ognuno di noi passa per la vita. Nel 2016, insieme alla sua band e alla direzione artistica di Zibba, inizia a lavorare alla produzione del suo primo disco “è più comodo se dormi da me”, la cui uscita è prevista il 5 Gennaio 2017.

15171109_1306487642736539_540320686774308393_n

7. Andrea Corona: Andrea Corona nasce il 19/04/1996 a Genova. All’eta di 14 anni decide di iscriversi ad una scuola di canto a Genova dove studia per quattro anni; in seguito, dopo un edema alla corda vocale sinistra curato dal dottor Franco Fussi, si iscrive alla scuola di musica “Vocal care” iniziando a studiare con la vocal coach Danila Satragno.

Spinto dalla curiosità e dall’esigenza di scrivere canzoni proprie inizia a studiare pianoforte e chitarra presso la medesima scuola, successivamente per colmare le carenze tecniche negli strumenti sceglie di avvicinarsi ad un programma informatico per la produzione musicale: Logic.

ESPERIENZA MONCALVO IN CANTO. Concorso canoro con giuria composta da: Roby Facchinetti, Giusy Ferreri; Danila Satragno, Daria Triglio.

Canzone eseguita: “If ain’t got you” di Alicia Keys.

Risultato: vincitore categoria “Seniores”.

In seguito alla vittoria Andrea si esibisce al Gran Galà conclusivo del festival sul palco del “Moncalvo Festival” di fronte alla signora della danza classica: Carla Fracci.

ONE DAY SEMINAR. Workshop tenuto da: Roby Facchinetti. Canzone eseguita: “Man’s world” di James Brown.

CORSO SCRITTURA. Corso tenuto da: Sergio Vallarino in arte Zibba.

X FACTOR UK 2016. A maggio 2016 Andrea decide di partire per l’Inghilterra per provare ad entrare nel talent show: x Factor uk col nome d’arte: Andree Basquiat. Nel primo giorno di provini, presso l’ ExCel center di Londra, viene notato dalla produzione per stile e look e portato davanti alle telecamere per le riprese televisive. Supera il primo e secondo provino non televisivo fermandosi però al terzo.

15135773_1312972248754745_5599511742742788718_n.jpg

8.Valeria Farinacci: Diploma Maturità conseguito presso “Liceo Ginnasio Statale C. Tacito” Terni.

In questi giorni si è laureata con 110 e lode in “Mediazione Linguistico-Culturale” presso l’Università degli Studi Roma Tre.

Certificazione Cambridge Advanced English (CAE); Vincitrice borsa di studio 10 mesi per l’anno accademico 2014/2015 presso “University College London” (UCL).

Partecipa all fase finale del concorso nazionale “Zecchino d’Oro” presso gli studi del teatro Antoniano di Bologna (1999); “Ariel” nel musical “La sirenetta” presso l’anfiteatro Fausto di Terni (2008); Sfidante Amici (2012); Vincitrice concorso “Glamorize Music Award” (2014); Vincitrice concorso “Avis emo…zioni l’arte di donare” (2014); Vincitrice borsa di studio Centro Europeo Toscolano (CET) con conseguimento di diploma nella categoria “Interpreti” (2014); Semifinalista concorso “Tour Music Fest” (2014).

L’elenco completo dei partecipanti al prossimo Festival di Sanremo sarà comunicato lunedì 12 dicembre, e non – come originariamente annunciato – sabato 10 dicembre, lo show “Sarà Sanremo” diretto da Carlo Conti è stato spostato di due giorni per sfruttare la scia dell’evento televisivo dedicato a Mina e Celentano, che verrà trasmesso sulla rete ammiraglia di casa RAI tra le 20 e 30 e le 21 e 40 proprio di lunedì 12 dicembre.

Ricordiamo che anche nel 2017 il Festival di Sanremo sarà utilizzato come selezione nazionale per l’Italia all’Eurovision Song Contest. Il vincitore della categoria Campioni avrà la possibilità di rappresentare l’Italia nella kermesse europea che si terrà a Kiev nel maggio del prossimo anno. In caso di rifiuto, la RAI sceglierà internamente il rappresentante.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...