Sanremo 2017: Nuove dichiarazioni di Carlo Conti sui Big di Sanremo 2017


czgpgm9xaaao1gc

Il direttore artistico e conduttore per il terzo e ultimo anno consecutivo (ha già confermato che nel 2018 non sarà sul palco dell’Ariston), intervistato dal settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, continua a commentare le sue scelte per i 22 Big del Festival di Sanremo 2017, in onda su Rai1 dal 7 all’11 febbraio 2017.

Conti ha ribadito la sua percezione sui candidati al Festival di quest’anno: tante le canzoni meritevoli all’Ariston, certamente più di quelle selezionate per la gara, già allargata dagli iniziali 20 a 22 partecipanti: “Le canzoni che secondo me avrebbero meritato quel palco sono 28″, ha specificato Conti, aggiungendo che però sarebbe stato impossibile premiare tutti: “una scelta andava fatta e sono sereno”.

Ovviamente le reazioni, positive e negative, non sono mancate: “Marco Masini mi ha mandato a quel paese perché l’ho nominato per ultimo e la sua ansia cresceva. L’ho fatto apposta per fargli un dispetto (ride, ndB). Bianca Atzei l’ho nominata come penultima, mi ha scritto che ormai aveva messo l’anima in pace, era sicura di non essere stata scelta. Ho ricevuto tanti messaggi di gioia e di ringraziamento”. Se gran parte dei 22 Big di Sanremo 2017 ha accolto in diretta, tra pianti, urla e sorrisi l’annuncio dei concorrenti, in molti hanno dovuto incassare la sconfitta. E hanno fatto presente la loro delusione al conduttore: “Sono arrivati messaggi di amarezza, sconforto, in alcuni casi disperazione perché Sanremo per un artista è un’occasione importante per il lancio, il rilancio, il consolidamento di una carriera. Poi è arrivato un messaggio che mi ha fatto molto dispiacere, da parte di una persona che pensavo conoscesse bene me, il mio rigore, la mia correttezza nella scelta dei brani, voglio pensare che sia stato solo frutto di un momento di rabbia”.

Ovviamente Conti si guarda bene dal fare nomi, come d’obbligo in questi casi, ma è evidente che anche quest’anno tra chi è rimasto escluso dalla festa c’è stata un pò di amarezza. Va detto che non si sono registrate dichiarazioni pubbliche particolarmente polemiche. Anzi, alcuni di coloro che avevano presentato un brano e non sono stati scelti hanno preferito non commentare o, come Loredana Errore, reagire sportivamente: “Non importa se vai avanti piano, l’importante è che non ti fermi”.

Lui ha ascoltato 200 brani, da Ermal Meta (arrivato per primo) ad Alessio Bernabei (ultimo).

Dopo averci svelato i retroscena delle sue scelte, Carlo presenta uno per uno i protagonisti di Sanremo 2017 solo per Sorrisi: «tra debuttanti e veterani, rapper e reduci dai talent, ecco il mio commento ai big e ai loro brani in gara».

•Al Bano – Questo è il suo 15° Sanremo: un record. Vinse nel 1984 cantando “Ci sarà” accanto a Romina Power. «Al Bano non si commenta. È un esempio di energia, di forza e di amore per la musica. “Di rose e di spine” è un brano che potrebbero aver scritto Puccini o Mascagni, un ritorno a “Mattinata”, una delle sue interpretazione più classiche.»

•Bianca Atzei – Ha esordito a Sanremo due anni fa con “Il solo al mondo”. All’attivo ha un album, ‘Bianco e nero’. «”Ora esisti solo tu” è scritta da Kekko dei Modà ed è un brano radiofonico con un ritornello che non può non rimanerti in testa.»

•Clementino – È il suo secondo anno di fila in gara: nel 2016 portò “Quando sono lontano”. Nel 2013 partecipò come ospite degli Almamegretta. «La sua “Ragazzi fuori” è nella miglior tradizione del rap ed è dedicata al mondo dei giovani.»

•Lodovica Comello – L’attrice della serie Violetta e conduttrice di Singing in the car e Italia’s Got Talent è al suo primo Sanremo. Ha tre milioni di fan su Facebook. «La freschezza e l’energia di una ragazza che sa condurre, ballare e cantare. Queste qualità le vedrem nel suo “Il cielo non mi basta” che è un bel pezzo ritmato

•Gigi D’Alessio – È il suo quinto Sanremo: il primo fu nel 2000, cantò “Non dirgli mai”. Ha partecipato come autore di cinque altri brani (di cui tre per Anna Tatangelo). «Nel mese del Festival Gigi compie 50 anni. Li festeggia con “La prima stella”, una canzone dolcissima dedicata a una persona cara che non c’è più, a cui Gigi racconta come è cambiato il mondo e come è diventato lui oggi

•Francesco Gabbani – Nel 2016 ha vinto tra le Nuove Proposte con “Amen”, che ha ottenuto anche un Disco di Platino. Debutta tra i Campioni. «”Occidentali’s karma”, come “Amen”, è un mix tra la genialità e la follia del testo e l’energia della musica

•Fiorella Mannoia – La cantante è al suo 5° Sanremo, ma mancava da 29 anni. Il suo primo Festival fu nel 1981, tornò nel 1984, vinse poi il Premio della Critica sia nell’87 che nell’88. «Non poteva mancare Fiorella nel bellissimo mazzo di fiori che è il cast di quest’anno. Lei è come la rosa rossa al centro… “Che sia benedetta” è scritta da Amara ed è un inno alla vita, una ballata che l’ha convinta a partecipare perchè  è importante che il messagio di questa canzone raggiunga una platea così vasta

•Marco Massini – Ha vinto Sanrem due volte: nel 1990 tra i Giovani e poi nel 2004 con “L’uomo volante”. Questo sarà il suo ottavo Festival. «Credo che sarà Marco la vera sorpresa di questo Festival: stupirà per il suo cambiamento con “Spostato di un secondo”. Un pezzo che ha nuove sonorità e nella prima parte anche un nuovo modo di cantare, che poi esplode nel ritornello: ha una modernità potente

•Ermal Meta – È stato tra i  Giovani tre volte: con gli Ameba 4 nel 2006, coi La Fame di Camilla nel 2010 e da solo nel 2016. «La sua “Vietato morire” è particolare per il contrasto che c’è tra la musica, che ha grande ritmo ed energia, e il testo, che tratta di un argomento fortissimo

•Fabrizio Moro – L’insegnante di Amici gareggiò nel 2000 tra i Giovani, ci tornò nel 2007 vincendo con “Pensa”. In totale è la sua quinta volta. «È un cantautore di razza, uscito tanti anni fa proprio dai Giovani di Sanremo. “Portami via” è una straordinaria ballata delle sue

•Raige e Giulia Luzi – Il rapper ha cinque album all’attivo, lei ha cantato a Tale e quale. Entrambi debuttano a Sanremo. «Il rapper e la cantante faranno ballare l’Ariston con “Togliamoci la voglia”, un pezzo potente che esalta il connubio tra due mondi solo apparentemente distanti. Ricordo che l’anno scorso con Deborah Iurato e Giovanni Caccamo, arrivati terzi, è tornato il duetto al Festival: non si vedeva da tanto

•Ron – Questo è il 7° Sanremo di Ron: il primo fu nel 1970 con Nada, poi vinse nel 1996 al fianco di Tosca. «Il rapper e la cantante faranno ballare l’Ariston con “Ha una stupenda canzone d’amore: “L’ottava meraviglia” è dedicata a tutti quelli che amiamo

•Samuel – Samuel Romano gareggiò con i Subsonica nel 2000, questa è la sua prima volta come artista solista. «Parafrasando il suo brano “La risposta”, questa è una bellissima risposta a chi dice che certi nomi non vengono al Festival. “Vedrai” sarà una hit di energia su quel palco

•Paola Turci – Ha già partecipato a Sanremo 9 volte, di cui 4 tra i giovani, dove vinse nel 1989. Al suo attivo ha tre Premi della critica. «È una meravigliosa cantautrice di razza. “Fatti bella per te” è un pezzo radiofonico e con un testo di grande spessore

•Michele Zarillo – È il 12° Sanremo di Zarillo, che debuttò al Festival nel 1981 e vinse tra i Giovani nel 1987. Mancava dal 2008. «È un grandissimo ritorno al Festival e io ne sono davvero felice. Porta “Mani nelle mani” che è una canzone nel suo miglior stile

Carlo Conti commenta (anche) perché ha scelto 7 “reduci dai talent show” tra i 22 Big del 67° Festival di Sanremo:

•Michele Bravi – Nel 2013 ha vinto X Factor, oggi è seguitissimo su Youtube e Twitter. «È un personaggio popolare. Ha vinto X Factor e poi è rimasto un pò nell’ombra. Si è rimesso a studiare, si è ritagliato il suo spazio nel web e ora porta “Il diario degli errori” che è una ballata particolare, forte e insolita perché parla degli errori che anche un ragazzo così giovane può fare. in fondo c’è sempre qualcosa di positivo anche negli errori.»

•Alessio Bernabei – È il suo terzo Sanremo di fila: nel 2016 portò “Noi siamo infinito”, l’anno prima era nei Dear Jack. «”Nel mezzo di un applauso” ha la stessa energia dell’anno scorso, ma ha un crescendo ancora più forte.»

•Chiara – Dopo aver vinto X Factor nel 2012 ha partecipato a Sanremo per due volte, nel 2013 e nel 2015. «”Nessun posto è casa mia” è una canzone dolcissima, quasi solo piano e voce, che ipnotizza il pubblico così come ha ipnotizzato noi. La sua è una grande prova di interpretazione.»

•Elodie – Seconda classificata ad Amici nel 2016, è a suo esordio al Festival. Tra gli autori del pezzo c’è Emma (Marrone). «È un personaggio che in pochi mesi si è imposto per grinta, voce e immagine. È ormai una bellissima realtà. La sua canzone “Tutta colpa mia” ha un crescendo forte e potente.»

•Giusy Ferreri – Finalista di X Factor nel 2008, torna a Sanremo per la terza volta dopo il 2011 e il 2014. «”Fatalmente male” è un brano potentissimo, una hit che arriva al primo ascolto e non ti fa stare per niente fermo. Una tipologia di brano che Giusy non ha mai portato al Festival, nè nel 2011 nè nel 2014. Un brano che Giusy canta con la sua voce clamorosa.»

•Sergio Sylvestre – Nato a Los Angeles, è il vincitore dell’ultima edizione di Amici. Questo è il suo esordio a Sanremo. «Sergione è un grande personaggio in tutti i sensi. Porta “Con te” che è un “lentaccio” con un testo scritto da Giorgia. Ha delle sfumature interessanti che valorizzeranno la sua voce e la sua interpretazione.»

•Nesli e Alice Paba – Lui è già stato in gara nel 2015, lei nel 2016 ha vinto la quarta edizione di The Voice of Italy. «Le loro voci si fondono al meglio e “Do retta a te” è un bellissimo pezzo, molto radiofonico. Mi piacciono questi duetti nei quali si incontrano mondi così diversi.»

Ancora nessuna conferma per quanto riguarda gli ospiti internazionali della prossima edizione, ma Conti sta trattando per portare a Sanremo 2017 il duo Simon & Garfunkel, Diana Ross e Billy Joel, così come conferma il desiderio di avere gli attori Julia Roberts e George Clooney: “Ci provo tutti gli anni… chissà”.

Inoltre, sul numero di Chi in edicola domani, mercoledì 21 dicembre, Carlo Conti svela in esclusiva le prime carte della sua terza conduzione e lancia qualche indizio che farà impazzire gli addetti ai lavori.

Reduce da due edizioni record con una media di share del 49% e dopo aver selezionato i Big e giovani in gara, Conti fa qualche anticipazione sul cast. Sui nomi già usciti delle papabili vallette, Miriam Leone e Chiara Ferragni, Conti spiega: “Tutte quelle che ho letto sono meravigliose suggestioni e belle idee che, purtroppo, essendo già uscite sono state bruciate, perché io posso anche pensare a un nome, ma se è già stato detto non è più una sorpresa, cerco qualcosa che nessuno si aspetti. Magari ci saranno due uomini, o una bionda e una mora, o qualcosa di ancora più classico!”, per poi aggiungere: “Oppure non è vero niente e sono proprio loro!”.

Sembra non sbilanciarsi Carlo Conti ma, sollecitato da Chi sulla possibilità di una showgirl straniera, svela: “Perché no? Ci sono nipoti di grandi attori che ho scoperto essere fantastiche… Chi? Dovete scoprirlo voi, ma senza andare troppo lontano, restate in Europa. Poi, premetto, la mia è un’idea, non c’è ancora niente di chiuso”.

Si era fatto in passato anche il nome di Melania Trump. “Quest’anno sarebbe più facile avere Michelle Obama, visto che non è più la first lady ma è tornata a essere una normale cittadina, potrebbe essere un’idea! La Trump? Diciamo che mi aveva colpito il fatto che parlasse bene l’italiano, mi aveva incuriosito”.

Infine, è proprio il conduttore a sciogliere i primi dubbi sui papabili ospiti, in particolare sul trio lirico Il Volo: “Il ruolo di superospite italiano a Sanremo è un onore che si raggiunge dopo anni e anni di carriera e di successi. Un esempio? Tiziano Ferro e Biagio Antonacci sono stati a Sanremo come superospiti dopo 15 e 25 anni di carriera. I ragazzi del Volo hanno contribuito con la loro vittoria a portare in giro per il mondo la musica italiana e il marchio di Sanremo, ma è ancora presto per tornare come superospiti!”.

#TuttiCantanoSanremo #Sanremo2017 #SiAvvicina

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...