Sanremo 2017: Il promo di Sanremo 2017 usa “Teardrop” e “Non ho l’età (per amarti)”


eyetvsnapshot6.jpg

Ecco il video del primo spot del Festival di Sanremo 2017, tra Gigliola Cinquetti e Massive Attack in stile Fertility Day. Il promo di Sanremo 2017 mostra tre mamme in attesa che ascoltano della musica, sentita dai loro tre figli che tengono il ritmo.

Sanremo 2017 si avvicina, ed ad avvertirci sono i nuovi promo della 67esima edizione del Festival, che andrà in onda su Raiuno dal 7 all’11 febbraio. Per l’occasione, appunto, è stato realizzato un promo -a cui, sicuramente, ne faranno seguito altri- che non mancherà di far discutere, soprattutto per la scelta musicale effettuata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il promo ha come protagoniste tre future madri che, in attesa di quella che sembra essere una visita dal loro medico, stanno ascoltando della musica. Nei loro pancioni, i tre bambini tengono il ritmo, intonando le loro prime note. La particolarità del promo sta nelle scelta delle canzoni fatte per rappresentare, da una parte, la modernità ed il futuro delle nuove generazioni e, dall’altra, la tradizione delle vecchie.

I tre piccoli, infatti, inizialmente sembrano tenere il ritmo su delle note che inevitabilmente richiamano a “Teardrop“, una delle canzoni più celebri dei Massive Attack feat. Elizabeth Fraser (usata anche, in America, come sigla di apertura di Dr. House), mentre le tre mamme ascoltano proprio uno dei successi di Sanremo, ovvero “Non ho l’età (per amarti)“, canzone cantata da Gigliola Cinquetti e Patricia Carli, vincitrice del Festival del 1964 e, inoltre, dell’Eurovision Song Contest 1964, che ha rappresentato l’Italia.

Le due canzoni, durante il promo, si fondono, dando così vita ad un unico brano che unisce passato e presente, vecchie e nuove generazioni. Se l’anno scorso per promuovere il Festival si era scelto di far cantare i brani più famosi della rassegna agli abitanti di alcune città straniere, quest’anno si è deciso di puntare sull’effetto tradizione e modernità, sottolineando come l’intento del Festival voglia essere -e lo si è ben capito dai 22 Campioni in gara- quello di avvicinare sia i più giovani che i telespettatori più grandi.

È il primo promo del Festival, a cui seguiranno quelli con il cast -ancora da annunciare- più in avanti. Il tutto, ovviamente, sempre con lo slogan marchio dei Festival di Carlo Conti, ovvero “Tutti cantano Sanremo”.

Il promo è ispirato chiaramente al celebre video di Teardrop del 1998, ma l’effetto è decisamente disturbante. Piuttosto, sembra una di quelle trovate in perfetto stile campagna del Fertility Day del Ministero della Salute, così (giustamente) contestata qualche mese fa per il messaggio sul presunto valore della fertilità e il modo in cui è stato veicolato. Qui non ci sono ovviamente istanze razziste, come si imputava alla campagna ministeriale, anzi, in nome del politicamente corretto è rappresentata anche una mamma di colore, ma l’effetto finale lascia piuttosto perplessi.

Da ricordare, che la conferenza stampa di presentazione è stata fissata per mercoledì 11 gennaio 2017 alle ore 12:00, quando il Direttore Artistico dovrebbe svelare nuovi segreti sull’appuntamento musicale più importante dell’anno. A cominciare dalle vallette o co-conduttrici e da qualche nome di superospite, dopo quello di Tiziano Ferro. 

15780935_1363418977036933_7780720366368547831_n.jpg

Il sessantasettesimo Festival della Canzone Italiana, si svolge al Teatro Ariston di Sanremo da martedì 7 a sabato 11 febbraio 2017 e sarà presentato per la terza volta da Carlo Conti che inoltre, come nei due anni precedenti, ne sarà anche direttore artistico ed è supportato nella scelta dei brani dal maestro Pinuccio Pirazzoli. Le cinque serate sono trasmesse da Rai1 (in alta definizione su Rai HD) e da Rai Radio 1 e Rai Radio2, RaiPlay.

I nomi dei co-conduttori – o delle co-conduttrici – non sono ancora stati svelati così come massimo riserbo si mantiene sugli ospiti italiani ed internazionali che raggiungeranno la città dei fiori.

La scenografia sarà realizzata per il terzo anno consecutivo da Riccardo Bocchini.

Anche per questa edizione, così come per le due precedenti, lo slogan della manifestazione è “Tutti cantano Sanremo”.

Come di consueto, gli artisti e i relativi brani concorreranno in due gare distinte e separate: 22 artisti noti nella sezione Campioni ed 8 artisti emergenti nella sezione Nuove Proposte.

Come già accaduto nelle edizioni precedenti, al vincitore della sezione Campioni verrà riservato il diritto di rappresentare, salvo rinuncia, l’Italia alla 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017, che si terrà per la seconda volta in Ucraina, presso l’IEC – Kiev International Exhibition Centre (МВЦ – Міжнародний Виставковий Центр Київ) di Kiev ‬ il 9, 11 e 13 maggio 2017, dal momento che è stato confermato che il vincitore avrà facoltà di accettare (o meno) il biglietto per Kiev.

Di seguito tutte le canzoni e gli artisti in gara al Festival di Sanremo 2017:

• Sanremo 2017 – I 22 Campioni in gara: I 22 artisti (ed i relativi brani) che gareggeranno nella sezione Campioni del Festival sono stati annunciati durante la diretta della trasmissione televisiva Sarà Sanremo andata in onda il 12 dicembre 2016 su Rai 1.

– Al Bano (Albano Carrisi) – “Di rose e di spine” (Of roses and thorns) (Maurizio Fabrizio, Guido Morra)
– Elodie (Elodie Di Patrizi) – “Tutta colpa mia” (All my fault) (Emma Marrone, Oscar Angiuli, Giovanni Pollex, Francesco Cianciola)
– Paola Turci – “Fatti bella per te” (Be beauty for yourself) (Paola Turci, Giulia Anania, Luca Chiaravalli, Davide Simonetta)
– Samuel (Samuel Umberto Romano) – “Vedrai” (You’ll see) (Lorenzo Cherubini ‘Jovanotti’, Samuel Umberto Romano)
– Fiorella Mannoia – “Che sia benedetta” (She blessed) (Erika Mineo ‘Amara’)
– Nesli (Francesco Tarducci ‘Nesly Rice’) e Alice Paba – “Do retta a te” (Pay attention to you) (Francesco Tarducci, Orazio Grillo ‘Brando’)
– Michele Bravi – “Il diario degli errori”(The diary of mistakes) (Federica Abbate, Giuseppe Anastasi ed Alfredo Rapetti Mogol ‘Cheope’)
– Fabrizio Moro (Fabrizio Mobrici) – “Portami via” (Bring me away) (Fabrizio Moro)
– Giusy Ferreri (Giuseppa Gaetana Ferreri) – “Fatalmente male” (Fatally bad) (Paolo Catalano, Fabio Clemente, Roberto Casalino, Alessandro Merli)
– Gigi D’Alessio (Luigi D’Alessio) – “La prima stella” (The first star) (Gigi D’Alessio)
– Raige (Alex Andrea Vella) e Giulia Luzi – “Togliamoci la voglia”(Let’s remove the desire) (Raige, Sergio Vallarino ‘Zibba’, Antonio Iammarino, Luca Chiaravalli)
– Ron (Rosalino Cellamare) – “L’ottava meraviglia” (The 8th wonder) (Rosalino Cellamare ‘Ron’, Mattia Del Forno, Francesco Caprara, Emiliano Mangia)
– Ermal Meta – “Vietato morire” (To die is forbidden) (Ermal Meta / )
– Michele Zarrillo – “Mani nelle mani” (Hands in the hands) ()
– Lodovica Comello – “Il cielo non mi basta” (The sky is not enough for me) (Federica Abbate, Antonino Di Martino, Dario Faini, Fabrizio Ferraguzzo)
– Sergio Sylvestre – “Con te” (With you) (Giorgia Todrani ‘Giorgia’ / Stefano Maiuolo)
– Clementino (Clemente Maccaro ‘Iena White’) – “Ragazzi fuori” (Out kids) (Clementino)
– Alessio Bernabei – “Nel mezzo di un applauso” (In the middle of an applause)(Roberto Casalino, Dario Faini, Vanni Casagrande)
– Chiara (Chiara Galiazzo) – “Nessun posto è casa mia” (No place is my home)(Niccolò Verrienti, Carlo Verrienti)
– Francesco Gabbani – “Occidentali’s karma” (The Karma of Westerns) (Francesco Gabbani, Fabio Ilacqua, Luca Chiaravalli)
– Bianca Atzei (Veronica Atzei) – “Ora esisti solo tu” (Only you exist now) (Francesco ‘Kekko’ Silvestre)
– Marco Masini – “Spostato di un secondo” (Moved by one second) (Marco Masini, Diego Calvetti, Sergio Vallarino ‘Zibba’)

Ci sono alcuni nomi del Festival di Sanremo 2017 che hanno avuto a che fare con l’Eurovision Song Contest (e cose relative) in una o più occasioni, in un certo numero di vesti. Vediamoli tutti:

AL BANO CARRISI – Per la 15a volta al Festival, Al Bano è stato due volte rappresentante dell’Italia in coppia con Romina Power, nel 1976 e nel 1985, ed ha chiuso in entrambe le occasioni al 7° posto. Nel 2000 è tornato come corista della svizzera Jane Bogaert, che cantava “La vita cos’è?”, finita al 20° posto.

EMMA MARRONE – La vincitrice di Sanremo 2012 si presenta, in questo caso, come autrice. Sono infatti sue due delle otto mani che hanno lavorato a “Tutta colpa mia”. Emma è stata scelta internamente dalla Rai, nel 2014, per rappresentare l’Italia. Con “La mia città” ha chiuso al 21° posto.

FEDERICA ABBATE – L’autrice di “Nessun grado di separazione”, portata in gara da Francesca Michielin in versione italo-inglese, firma due brani a Sanremo 2017: si tratta di “Il diario degli errori” di Michele Bravi e di “Il cielo non mi basta” di Lodovica Comello.

CHEOPE – L’altra autrice di “Nessun grado di separazione” ha collaborato alla stesura della succitata “Il diario degli errori” di Michele Bravi.

MARCO MASINI –Il cantautore fiorentino, pur non avendo mai partecipato nominalmente, è stato tastierista di Umberto Tozzi e Raf nel 1987, quando il duo portò in gara l’ormai celebre “Gente di mare”, ancora presente nelle scalette dei concerti dell’uno e dell’altro. Fu terzo posto nell’anno del bis di Johnny Logan. Masini avrebbe sfondato tre anni dopo con “Disperato”.

ROBERTO CASALINO – L’autore de “L’essenziale” di Marco Mengoni, in gara all’Eurovision 2013 col settimo posto finale, pone il proprio nome su due brani di questo Festival: si tratta di “Fa talmente male” (e non Fatalmente male come annunciato da Carlo Conti) di Giusy Ferreri e di “Nel mezzo di un applauso” di Alessio Bernabei.

GIGI D’ALESSIO – Per lui il caso è un pò diverso: non ha mai avuto a che fare con l’Eurovision, ma è stato coinvolto nella realizzazione della canzone italiana per lo Junior Eurovision Song Contest 2015 (la versione per più piccoli, fino a 14 anni di età, che nel 2015 erano 15). “Viva”, eseguita da Chiara e Martina Scarpari. Il risultato, però, non è stato propriamente dei migliori: 16° e penultimo posto.

• Sanremo 2017 – Le 8 Nuove Proposte in gara: Similmente a quanto avvenuto nelle edizioni più recenti, la sezione dei partecipanti meno conosciuti, detta Nuove Proposte, comprenderà 8 concorrenti: fra questi, 6 sono stati scelti tramite una selezione conclusasi con il programma Sarà Sanremo, trasmesso in diretta su Rai 1 il 12 dicembre 2016, mentre gli altri due sono stati scelti, sempre durante il programma, tra i vincitori dell’edizione 2016 del concorso Area Sanremo. Nella stessa trasmissione in diretta sono stati annunciati anche i 22 artisti (ed i relativi brani) che gareggeranno nella sezione Campioni.

– Leonardo Lamacchia – “Ciò che resta” (What remains) (Mauro Lusini, Giovanni Pollex)

– Tommaso Pini – “Cose che danno ansia” (Anxiety things) (Andrea Amati, Tommaso Pini, Andrea Francesca Dall’Ora)
– Maldestro – “Canzone per Federica” (Song dedicated to Federica) (Antonio Prestieri ‘Maldestro’)
– Marianne Mirage – “Le canzoni fanno male” (Songs hurt) (Giuseppe “Pippo” RinaldiKaballà’, Francesco Bianconi)
– Lele – “Ora mai” (Now never) (Raffaele Esposito, Rory Di Benedetto, Rosario Canale)
– Francesco Guasti – “Universo” (Universe) (Francesco Guasti, Maurizio Musumeci, Francesco Ciccotti)
– Valeria Farinacci – “Insieme” (Together) (Giuseppe Anastasi)
– Braschi – “Nel mare ci sono i coccodrilli” (Crocodiles in the sea) (Federico Braschi, Massimo Marches)

I Campioni parteciperanno con 22 canzoni inedite e si esibiranno nelle prime 2 giornate del Festival divisi in due gruppi da 11: di questi i primi 8 (dopo il voto della Giuria della Sala Stampa e del Televoto che avranno un peso del 50% a testa) accederanno alla serata del venerdì (per un totale di 16) mentre gli ultimi 3 classificati (per un totale di 6 tra le prime 2 serate) prenderanno parte ad un torneo eliminatorio nella serata del giovedì. Due di questi 6 saranno definitivamente eliminati e gli altri 4 si aggiungeranno ai 16 già classificati. Il venerdì sera si esibiranno quindi i 20 Campioni rimasti in gara. Questa volta, però, cambiano le modalità di votazione ed entreranno in campo la Giuria di esperti (peso del 30%) e la Giuria Demoscopica (peso del 30%). Mentre il Televoto, presente nelle precedenti serate, peserà per il 40%.

Le ultime 4 canzoni saranno eliminate e nella serata conclusiva, sabato 11 febbraio, si esibiranno i 16 Campioni ancora in gara.

• Nella prima serata: si esibiscono undici campioni che vengono votati dal televoto (telefonia fissa, telefonia mobile e web) e dalla giuria della sala stampa (50% di peso per entrambi). I primi otto si qualificano per la serata di venerdì, gli altri finiscono al torneo eliminatorio.

• Nella seconda serata: si esibiscono undici campioni che vengono votati dal televoto e dalla giuria della sala stampa (50% di peso per entrambi). I primi otto si qualificano per la serata di venerdì, gli altri finiscono al torneo eliminatorio. Si esibiscono le prime quattro nuove proposte, in due coppie a “sfida diretta”, e i due vincitori accedono alla finale (quarta serata).

• Nella terza serata: i sei campioni al ripescaggio gareggiano in un torneo eliminatorio. Due di questi vengono eliminati, mentre gli altri quattro accedono alla serata del venerdì insieme ai sedici big già qualificati. Si esibiscono le prime quattro nuove proposte, in due coppie a “sfida diretta”, e i due vincitori accedono alla finale (quarta serata).

• Nella quarta serata: i venti campioni rimasti in gara si esibiscono (votate con sistema misto, televoto 40% + giuria di esperti 30% + giuria demoscopica 30%). Quattro vengono eliminati. Finale nuove proposte: i quattro finalisti si sfidano in confronti diretti, votati dal pubblico attraverso il televoto (40%), dagli esperti (30%), e dalla demoscopica (30%). Il più votato è decretato vincitore della sezione Nuove proposte 2017.

• Nella quinta serata: i sedici campioni in gara vengono votati da zero (le votazioni precedenti vengono azzerate) dal televoto (40%), dalla giuria di esperti (30%) e dalla giuria demoscopica (30%). I tre big più votati accedono alla finale e si esibiscono nuovamente. Le canzoni vengono votate nuovamente da zero (votazioni precedenti azzerate) attraverso il televoto (40%), esperti (30%) e demoscopica (30%). L’artista con la percentuale di voto complessiva più elevata viene proclamato vincitore della sezione Campioni e ha diritto a partecipare all’Eurovision Song Contest 2017.

A seguito del successo ottenuto dal Dopofestival del 2016, la Rai ha deciso di riconfermare alla conduzione Nicola Savino con la Gialappa’s Band. Esso verrà allestito presso Villa Ormond, location anche della precedente edizione. Il Dopofestival quest’anno andrà in onda anche la sera della finale.

Fra gli artisti non ammessi a partecipare nella sezione Campioni vi sono: Marcella Bella, Gerardina Trovato, Fausto Leali, Loredana Bertè, Briga, i Jalisse, i Ricchi e Poveri, Paolo Vallesi e Amara, gli Statuto, Marco Carta, i Nomadi, Syria, Pierdavide Carone, Grido, Levante, Renzo Rubino, Raphael Gualazzi, Francesco Sarcina, Paola Iezzi, Povia, Stefano Picchi, Mariella Nava, Silvia Mezzanotte, i Dirotta su Cuba, i Tazenda, L’Aura, Sergio Cammariere, Giò Sada, Toto Cutugno, Antonino Spadaccino, Antonio Maggio, i Buio Pesto, Paolo Meneguzzi, Massimo Di Cataldo, Ivana Spagna, Mietta, Annalisa Minetti, Donatella Rettore, Loredana Errore, Deborah Iurato, Riccardo Sinigallia, i Perturbazione, Alexia, Simonetta Spiri, Greta, Verdiana Zangaro e Roberta Pompa, Rosario Miraggio.

Dopo l’annuncio ufficiale dei cantanti in gara, il prossimo step per i fan sarà l’acquisto del numero di Sorrisi e Canzoni in edicola la settimana che precede il Festival: verranno svelati in anteprima esclusiva i testi di tutti i brani in gara.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...