Italia: Il Volo rifiuta di cantare per Donald Trump


Il volo.jpg

Il Volo confessa di aver rifiutato di esibirsi per la cerimonia di inaugurazione del nuovo presidente americano, il prossimo 20 gennaio.

Sono molti i nomi di artisti circolati ufficiosamente per la cerimonia di insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca, che si svolgerà il 20 gennaio.

Quasi tutti hanno smentito il loro coinvolgimento o negato la loro adesione, tanto che lo staff di Trump è in evidente difficoltà nel comporre un cast che per ora ha praticamente solo l’ex The Voice Jackie Evancho come nome confermato. Alcuni dietro-front sono avvenuti dopo feroci polemiche on line, come quello del nostro Andrea Bocelli. Il tenore  ufficialmente non è mai intervenuto sulla questione, ma il suo nome è circolato così insistemente che un portavoce di Trump è dovuto intervenire direttamente con una smentita.

Oggi il Corriere della Sera riporta invece un altro nome, importante alla lista dei celebri rifiuti. Parliamo del trio italiano de Il Volo, amatissimo negli Stati Uniti (il concerto del prossimo 4 marzo alla Radio City Music Hall è già «sold out» tanto che ora si prevede una nuova data) e che così si autodenuncia sulle pagine del Corriere, per motivi politici.

Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone hanno rivelato di aver detto NO all’invito di cantare il prossimo 20 gennaio, con l’inizio ufficiale della Presidenza Trump. E non ci girano intorno nel rivelare il motivo alla base del loro rifiuto: “Abbiamo rifiutato il suo invito perché non siamo mai stati d’accordo con le sue idee: non possiamo appoggiare un uomo che ha basato la sua ascesa politica sul populismo oltre che su atteggiamenti xenofobi e razzisti. La musica non c’entra con la politica. Non potevamo cantare per una persona con cui non condividiamo quasi niente. Chi ci ama ci seguirà ugualmente. Nei nostri concerti poi non parliamo di politica. E non siamo stati i soli a dirgli no, sappiamo anche che il nostro amico Andrea Bocelli ha rifiutato.”

Sicuramente la loro esibizione avrebbe avuto un eco mondiale ma i valori, per il trio, sono più importanti di qualsiasi richiamo mediatico: “Non diremo: cosa ci siamo persi, perché la nostra è stata una decisione presa con calma. E perché tutti e tre viviamo senza rimpianti. Davanti a noi poi abbiamo un tour bellissimo, gireremo l’Italia, canteremo in posti fantastici.”

Il Volo è costituito da due tenori e un baritono: Piero Barone (Naro, 24 giugno 1993), Ignazio Boschetto (Bologna, 4 ottobre 1994) e Gianluca Ginoble (Roseto degli Abruzzi, 11 febbraio 1995). Sono stati i primi artisti italiani ad aver firmato un contratto diretto con una major statunitense. Interpretano brani perlopiù appartenenti alla tradizione classica italiana e internazionale, con stile e arrangiamenti moderni, e brani pop in chiave classica. Hanno inciso anche brani in lingua spagnola, inglese, francese, tedesca e latina.

Il gruppo ha vinto il Festival di Sanremo 2015 con il brano “Grande amore” e con lo stesso pezzo ha rappresentato l’Italia all’Eurovision Song Contest 2015, classificandosi terzo  e vincendo il Marcel Bezençon Press Award, il premio della critica assegnato dai giornalisti accreditati alla rassegna.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...