Sanremo 2017: tornano Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu e Geppi Cucciari


luca-paolo-e-geppi

Le ultime indiscrezioni sugli ospiti del 67° Festival della canzone italiana: si aggiungono altri comici e si scopre qualcosa in più su quelli che già erano stati confermati.

Secondo ‘Il Giornale’ Virginia Raffaele (annunciata in anteprima da Tvblog.it) potrebbe impersonare venerdì la first lady Usa Melania Trump. Probabile ritorno sul palco anche per Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu e per Geppi Cucciari.

“Saremo a Sanremo e canteremo una nostra canzone originale… chiaramente puntiamo alla vittoria”, dicono Paola Cortellesi e Antonio Albanese, ospiti martedì al Festival per promuovere la commedia della quale sono protagonisti, Mamma o papà? di Riccardo Milani, in arrivo il 14 febbraio, per San Valentino in 500 copie con Medusa. Pur non volendo rivelare troppo sul loro sketch musicale, Albanese anticipa all’Ansa che “sarà una canzone d’amore, archetipo di tutte le canzoni”. I due attori sono anche fra gli autori: “Alla base c’è un brano scritto con un amico anni fa proprio pensando a Sanremo, anche se non l’avevamo mai mandata”, dice Albanese. Per lui quello al Festival è un debutto, mentre Paola Cortellesi c’era già stata nel 2004: “Era stata una bella esperienza. A Simona Ventura era stata affidata la conduzione solo un mese prima, per i contrasti sul Festival di alcuni discografici. Io, Maurizio Crozza e Gene Gnocchi formavamo una bella squadra di scemi. Era stato un Sanremo fuori da ogni liturgia festivaliera, l’unico in cui ha preso in giro se stesso. E penso sia anche giusto che non si prenda in giro, è a suo modo una liturgia per gli italiani, lo considero così anch’io”.

Quanto a Crozza, secondo ‘La Stampa’ e ‘Il Secolo XIX’, le sue copertine saranno realizzate ogni sera in diretta a metà serata, intorno alle 22.30, ma dagli studi di Milano e, dunque, lontano dall’Ariston.

spot-telepatico-sanremo-2017.jpg

Sabato 4 febbraio la Rai rilascia il secondo promo con Carlo Conti e Maria De Filippi. Questa volta non si canta, ma si parla, o almeno ci si prova. Tutto è giocato, questa volta, sulla laconicità della Maria nazionale vs la prolissità dell’ex dj Carlo, che però fa ritmo e che sarà, di fatto, il ‘tappeto lessicale’ di questa 67esima edizione di Sanremo, al via martedì 7 febbraio. E non a caso lo spot di chiama “due parole”.

La Rai ha in serbo altri due spot. Immaginiamo li conservi per la vigilia e per la prima di martedì.

Update 6 febbraio 2017: Carlo Conti e Maria De Filippi si cimentano nel nuovo promo di Sanremo 2017, definito il primo ‘Spot Telepatico’ della storia della tv italiana, costruito con una voice over e i due protagonisti che si limitano a ‘guardare in camera’, più o meno ammiccanti. 

Beh, sulla primogenitura dello spot telepatico avrei da ridire, visto lo storico precedente di Beppe Grillo testimonial della Yomo negli anni ’80. Grillo che, peraltro, è molto protagonista negli speciali sulla storia di Sanremo, compreso il delizioso Techetechetè andato in onda ieri sera. In questo 2017, invece, Grillo farà uno show ‘contro Festival’ su Netflix. Ma questa è un’altra storia.

Intanto lo spot telepatico chiude il ciclo di quattro spot che ha visto nelle ultime ore anche l’uscita di un promo all’insegna della ‘co-conduzione’, con Maria De Filippi che confessa a Carlo di non aver mai co-condotto. E quindi scattano le prove, con Maria che conclude le frasi. Niente di particolarmente coinvolgente e lo potete vedere qui.

Sanremo invade la tv: oltre agli spazi nei programmi live ecco i vari programmi dedicati al Festival.

Il Festival di Sanremo 2017 è già iniziato e non solo metaforicamente: al di là dei cinque giorni di gara in onda da martedì 7 a sabato 11 febbraio su Rai 1 con Carlo Conti e Maria De Filippi alla conduzione, il Festival è già di fatto in tv, con i tanti programmi ad esso dedicati. Oltre ai programmi ‘live’ da Sanremo, ce ne sono molti altri che scaldano l’atmosfera in vista del debutto.

•Il Mio Sanremo | Rai 3: È iniziato il 20 gennaio scorso il viaggio de Il Mio Sanremo, ciclo di appuntamenti in onda nella seconda serata del venerdì su Rai 3 a cura di Mauro Marra, che intervista alcuni dei protagonisti del Festival che ripercorrono la propria esperienza sanremese tra aneddoti e ricordi. I testimoni delle prime tre puntate sono stati Enrico Ruggeri, Simone Cristicchi e Antonella Ruggieri.

•PrimaFestival| Rai 1: Da domenica 29 gennaio, invece, su Rai 1 alle 20.30 va in onda PrimaFestival, striscia di 5′ minuti con Federico Russo, Tess Masazza ed Herbert Ballerina che racconta il pre-Festival e accompagna il pubblico all’atmosfera sanremese. Proseguirà fino all’11 febbraio.

•SanremoPoli | Rai 3: Da lunedì 30, invece, Rai 3 accoglie nell’access prime time – intorno alle 20.05 tra Blob e Gazebo – Sanremopoli, una striscia condotta da Pino Strabioli con estratti di alcuni degli spettacoli del Maestro in cui il aveva riadattato in chiave satirica alcune famose canzoni del Festival, da Edera di Nilla Pizzi a Tua di Jula De Palma, da Il pericolo numero uno del duo Claudio Villa – Gino Latilla a Tango italiano di Milva, fino a Maledetta primavera, di Loretta Goggi. Vengono riproposte anche degli estratti del Premio Tenco 1984, in cui Poli ricevette il prestigioso riconoscimento e che fu occasione di altre memorabili esibizioni.

•Sanremo FronteRetro | Rai Storia: Di Sanremo si occupa anche Tg2 Dossier, in onda sabato 4 febbraio, alle 23.50, su Rai2 per ripercorrerne la storia. Ma se si parla di storia, non si può prescindere da Rai Storia, che propone Sanremo Fronte Retro, in onda da lunedì 6 a sabato 11 febbraio alle 12.00 sul canale 54 del digitale terrestre. Sei puntate, curate da Enrico Salvatori, per raccontare i sei decenni di storia del Festival di Sanremo che nel 2017 celebra la sua 67esima edizione. Ogni puntata, realizzata con le Teche Rai e arricchita da dati statistici e notizie sul Festival, fa rivivere le diverse edizioni attraverso estratti di performances canore, servizi dei TG e inchieste Rai che mostrano i dietro le quinte, e molti materiali inediti delle edizioni degli anni della crisi, gli anni ’70.

•Real Time a Sanremo 2017 con Enzo Miccio: Ma non c’è solo la Rai. Inizia giovedì 9 febbraio, alle 13.20, e termina domenica 12 il nuovo ciclo di Real Time a Sanremo con Enzo Miccio, ormai consueto appuntamento con l’esperto fashion e bon ton che passa in rassegna gli outfit dei protagonisti del Festival. Mezz’ora, prima di Amici di Maria De Filippi (che del resto conduce il Festival) per raccontare Sanremo alla maniera di Miccio, che trova ospitalità negli studi di Radio Italia.

Gli anniversari di Sanremo 2017

Sanremo 2017 è un’edizione ricca di anniversari, non tutti lieti. 

Il Festival di Sanremo 2017 incrocia alcuni anniversari importanti per la sua storia e per quella della musica italiana (e del costume). 

Come già ricordato, lo scorso 26 gennaio è caduto il 50° anniversario della morte di Luigi Tenco, suicidatosi – a quanto stabilirono le indagini – in una camera d’hotel dopo l’eliminazione dal Festival della sua Ciao Amore Ciao.

Pieno anche l’anniversario della morte di Claudio Villa: saranno 30 anni il prossimo 7 febbraio, prima serata di Sanremo 2017.

Sanremo 2017  potrebbe ricordare il quinto anniversario della morte di Lucio Dalla: una ricorrenza che si lega a doppio filo con la kermesse di Rai 1, visto che il cantautore bolognese partecipò a Sanremo 2012 in gara con Pierdavide Carone pochi giorni prima della sua morte, avvenuta il 1° marzo a Montreux, dove si trovava per il suo tour europeo. Il suo ritorno al Festival, per di più in gara, fu un vero e proprio evento, a 40 anni dalla sua ultima partecipazione con Piazza Grande, ma la sua Nanì fu eliminata alla seconda serata e arrivò poi quinta, dopo il ripescaggio. L’esibizione sanremese fu la sua ultima apparizione tv. Un piccolo omaggio, però, la Rai lo ha già fatto, recuperando e restaurando un estratto di Sanremo 1967 che immortala Dalla in gara con Bisogna Saper Perdere, abbinato con i Rokes di Shel Shapiro.

Sono invece passati 30 anni dalla prima, vera, standing ovation del pubblico dell’Ariston per un ospite straniero e il primo bis richiesto a furor di applausi. Era il 1987 e Whitney Houston cantò All at Once. Dopo di lei solo Michael Bolton (When a Man Loves a Woman, 1996), Mireille Mathieu, con La Vie en Rose (1997) e Asaf Avidan hanno avuto una richiesta di bis al Festival. E l’11 febbraio, nella serata conclusiva di Sanremo 2017, cade anche il quinto anniversario della sua morte.

Patsy Kensit sarebbe rimasta una meteora della musica anni ‘8o con gli Eighth Wonder, ma il vestito malandrino che mostra accidentalmente quel che non si doveva vedere in diretta tv ne ha fatto un’icona di Sanremo. Sono passati 30 anni da quell’esibizione sulle note di Will you remember e ancora oggi il pubblico del Festival se ne ricorda in effetti. E’ passata alla storia come la ‘spallina caduta’, ma in realtà fu l’abito di scena, usato anche per il video, a essere, in quell’occasione troppo largo. Quel capezzolo malandrino era davvero scandaloso, e lo sarebbe ancora oggi, con buona pace della Rai 2 sperimentale degli anni ’70.

Sono trascorsi invece 25 anni da una delle più celebri incursioni in diretta tv durante Sanremo. Nella prima serata del Festival di Sanremo 1992, targato Baudo, Cavallo Pazzo (alias Mario Appignani)  irruppe sul palco gridando “Questo Festival è truccato e lo vince Fausto Leali!”, che poi si classificò nono. Indimenticabile, poi, l’apparizione in nude look della pornostar Laura Perego, che si materializzò al cospetto di Bonolis nel 2009 non invitata. Ben più scalpore fece invece il minacciato doppio suicidio con cui si aprì Sanremo 2014.

Sono 20 anni (VENTI ANNI) che puntualmente si citano i Jalisse come i ‘miracolati’ del Festival di Sanremo. Era il 1997, infatti, quando vinsero con Fiumi di Parole nell’ultima edizione condotta da Mike Bongiorno (accompagnato in quell’occasione da Chiambretti e Valeria Marini). I Jalisse si imposero su una concorrenza che vide ben distaccati in classifica … E dimmi che non vuoi morire di Patty Pravo, Laura non c’è di Nek, Confusa e felice di Carmen Consoli, mentre tra i giovani vinse Alex Baroni con Cambiare, che superò Niccolò Fabi al debutto sanremese con Capelli. Vale la pena ricordare che tra gli ospiti di quell’edizione ci fu David Bowie, che cantò Little Wonder.

L’edizione 2002 del Festival di Sanremo vide nascere musicalmente Anna Tatangelo, che vinse la sezione Giovani, a soli 15 anni, con Doppiamente fragili. Ma il pensiero va a Valentina Giovagnini, classificatasi seconda (per soli 21 punti) con Il passo silenzioso della neve che personalmente ricordo come una delle migliori canzoni mai presentate negli ultimi 35 Festival. Un pensiero che va a lei a 8 anni dalla morte: la giovane cantante morì nel gennaio 2008, a 28 anni, per le conseguenze di un grave incidente stradale.

Dieci anni, invece, sono trascorsi dall’ultima partecipazione di Mango a Sanremo: nel 2007 si piazzò quinto col brano Chissà se nevica, in un’edizione vinta da Ti regalerò una rosa, di Simone Cristicchi. Tra i giovani invece si impose Fabrizio Moro, che vinse con Pensa. Moro è tra i 22 Big in gara di Sanremo 2017.

vh1.jpg

VH1 celebra il Festival con una programmazione speciale

VH1, visibile sul canale 67 del digitale terrestre, celebra l’ormai imminente 67a edizione dell’attesissimo Festival della Canzone Italiana, che si svolgerà dal 7 all’11 febbraio presso il Teatro Ariston di Sanremo, con un palinsesto speciale dedicato all’evento musicale più amato dagli italiani. 

Già a partire da sabato 4 febbraio, con tre giorni d’anticipo rispetto al Festival, un primo appuntamento intitolato Best of Sanremo Hits sarà dedicato ai video dei più grandi successi nati proprio a Sanremo a partire dal 1986 fino allo scorso anno. Gli appassionati di musica italiana non potranno che apprezzare le migliori performance di sempre, tra cui ‘Come Saprei’ di Giorgia del 1995, ‘Luce’ che ha visto Elisa vincitrice dell’edizione 2001 o ancora ‘L’Essenziale’ di Marco Mengoni. Una sorta di grande ripasso per prepararsi al meglio ai nuovi capolavori della canzone italiana.

Il contenitore musicale sarà in onda a partire dalle ore 21.00 e domenica 5 febbraio alla stessa ora, oltre a lunedì 6 e da giovedì 9 a sabato 11 febbraio, alle ore 12.00 e alle ore 19.00.

Lo speciale verrà replicato domenica 12 febbraio alle ore 12.00 e alle 21.00.

Tra le attrattive maggiori per il pubblico italiano, anche i Super Ospiti italiani e internazionali che sin dalle prime edizioni animano le grandi serate all’Ariston. VH1 vuole ripercorrere con i suoi spettatori i video dei loro maggiori successi con Best of Sanremo Guests, in onda mercoledì 8 febbraio alle ore alle ore 12.00 con replica alle ore 19.00.

Inoltre, martedì 7 febbraio, in occasione della prima serata del Festival, Francesco Sarcina in compagnia di numerosi amici artisti e musicisti, a partire dalle 21.00 commenterà in diretta Facebook quanto accade sul palco dell’Ariston.

Partner della serata sono VH1 e Divano Rolling, gli hashtag ufficiali per commentare sono #VH1sarcinafamily e #divanorolling.

VH1 si puo’ seguire su Facebook attivando le notifiche per le dirette e per essere aggiornato sui Live della serata www.facebook.com/VH1Italia.

Per tutte le novità sul canale vai sul sito www.vh1.it.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...