ESC 2017 – Italia: Al via questasera alla quinta serata (Finale) del Festival di Sanremo 2017 – Aggiornato


sanremo-2017

L’emittente pubblica italiana RAI terrà questa sera la Quinta Serata, la Serata Finale , della 67ma edizione del Festival della Canzone Italiana, Festival di Sanremo, che servirà come selezione nazionale del paese per la la 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017, che si terrà per la seconda volta in Ucraina, presso l’IEC – Kiev International Exhibition Centre (МВЦ – Міжнародний Виставковий Центр Київ) di Kiev ‬ il 9, 11 e 13 maggio 2017.

Boom di ascolti anche per la quarta serata del festival, Finale della categoria Nuove Proposte, che ha visto Lele vincitore sul palco dell’Ariston con 9 milioni 887 mila, pari al 47% di share, di telespettatori.

Stasera 11 febbraio 2017 sarà l’ultima serata del Festival di Sanremo 2017, in cui scopriremo chi sarà il vincitore della categoria Campioni del Festival di Sanremo 2017.

Ricordiamo inoltre, che come già accaduto nelle due edizioni precedenti, al vincitore della sezione Campioni verrà riservato il diritto di rappresentare, salvo rinuncia, l’Italia all’Eurovision Song Contest 2017, che si terrà in Kiev ‬(Ucraina) il 9, 11 e 13 maggio 2017.

questa sera.jpg

Lo show di stasera andrà in onda alle 20:40 CET (dopo Prima Festival) presso il Teatro Ariston di Sanremo e sarà possibile seguirlo in diretta TV su Rai1‬, Rai HD, Eurovisione e Rai Italia; in Radio su Rai Radio 1 e su Radio2, Radio Italia, RTL 102.5 e in streaming su rai.it e sul browser-app Rai Play.

1280x720_1486376339400_conti-de-filippi

L’evento, guidato quest’anno, per la terza volta consecutiva, da Carlo Conti, con la partecipazione di Maria De Filippi, si articolerà in cinque serate consecutive a partire da ieri sera 7 febbraio fino a sabato 11 febbraio.

Nella Quinta serata, ascolteremo le sedici canzoni dei Campioni finalisti rimaste in competizione. I brani saranno sottoposti ad una nuova votazione con sistema misto del pubblico, tramite Televoto, della Giuria degli Esperti e della Giuria Demoscopica. Al termine delle esibizioni assisteremo ad uno scontro tra i primi tre brani in classifica che saranno nuovamente sottoposti alla votazione con sistema misto. La canzone che otterrà la percentuale di voti maggiore sarà proclamata vincitrice del Festival e ha diritto a partecipare all’Eurovision Song Contest 2017.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco di seguito i 16 #Campioni ammessi alla Finale che decreterà il vincitore (non in ordine di esibizione):

Tra i Campioni eliminati definitivamente.Un esito inatteso, accolto con fischi sia in platea sia in sala stampa:

  • Nesli e Alice Paba (Francesco Tarducci ‘Nesly Rice’ e Alice Paba) – “Do retta a te” (Francesco Tarducci, Orazio Grillo)
  • Raige e Giulia Luzi (Alex Andrea Vella e Giulia Luzi) – “Togliamoci la voglia” (Alex Vella, Antonio Iammarino, Luca Chiaravalli, Sergio Vallarino)
  • Ron (Rosalino Cellamare) – “L’ottava meraviglia” (Rosalino Cellamare, Mattia Del Forno, Francesco Caprara, Emiliano Mangia)
  • Giusy Ferreri (Giuseppa Gaetana Ferreri) – “Fa talmente male” (Paolo Catalano, Fabio Clemente, Roberto Casalino, Alessandro Merli)
  • Al Bano (Albano Carrisi) – “Di Rose e di Spine” (Maurizio Fabrizio, Katia Astarita) 
  • Gigi D’Alessio (Luigi D’Alessio) – “La prima stella” (Gigi D’Alessio)

I 16 Campioni in gara si sfidano nel confronto finale che decreterà il vincitore. Le votazioni delle Serate precedenti vengono azzerate. Questa volta votano il pubblico, tramite Televoto (40%), la Giuria degli Esperti, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura composta da Giorgio Moroder (presidente della giuria, Produttore discografico, compositore e disc jockey italiano), Linus (dj e direttore artistico di Radio Deejay), Andrea Morricone (direttore d’orchestra), Rita Pavone (cantante), Paolo Genovese (regista), Violante Placido (attrice e cantante), Greta Menchi (blogger e youtuber), Giorgia Surina (attrice e conduttrice radiofonica) (30%) e la Giuria Demoscopica, un campione di 300 persone selezionate tra abituali fruitori di musica (30%). Al termine delle votazioni viene stilata una classifica. Le 3 canzoni più votate vengono sottoposte a nuova votazione (i voti precedenti vengono azzerati) per stabilire l’ordine sul podio: le canzoni possono essere riproposte tramite un’esecuzione dal vivo o attraverso registrazione dell’ultima esibizione effettuata. La nuova votazione avviene sempre con sistema misto che comprende il pubblico, tramite Televoto, la Giuria degli Esperti e la Giuria Demoscopica, con le solite proporzioni. Viene così decretata la canzone vincitrice di Sanremo 2017 e vengono anche proclamate la seconda e la terza classificata.

Il Vincitore nella Sezione Campioni avrà la facoltà di partecipare, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2017 dell’Eurovision Song Contest su richiesta di RAI. Qualora il suddetto Artista non intenda avvalersi di tale facoltà, la RAI e/o gli organizzatori dell’Eurosong si riserveranno il diritto di scegliere il partecipante secondo propri criteri.

Il migliore testo in gara riceverà il Premio Sergio Bardotti, dedicato al celebre paroliere; il Premio Giancarlo Bigazzi sarà assegnato dai Maestri dell’Orchestra, invece, alla migliore musica. Ci sono poi il Premio della Critica – Mia Martini, assegnato dai giornalisti accreditati in Sala Stampa, e il Premio Premio Lucio Dalla, assegnato dalla Sala Stampa Radio-tv e web per il miglior testo e musica.

Già assegnati, invece, quelli per la sezione Giovani.

16587289_1399775803401250_7023801270907746793_o.jpg

Il pubblico potrà esprimere le proprie preferenze sulle canzoni in gara al 67° Festival di Sanremo attraverso il Televoto chiamando il numero 894001 da rete fissa e il numero 4754751 da telefonia mobile.

Come da regolamento, la votazione mediante Televoto (votazione da telefonia fissa e da telefonia mobile) da parte del pubblico avverrà nel rispetto del regolamento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di trasparenza ed efficacia del servizio di Televoto approvato con delibera n 38/11/CONS e successive modificazioni, nonché dell’apposito Regolamento in materia per Sanremo 2017, che verrà pubblicato sul sito http://www.sanremo.rai.it, prima dell’inizio delle dirette di Sanremo 2017, con tutti i dettagli relativi alle modalità di votazione.

Al fine di rispecchiare l’assoluta genuinità del Televoto quale espressione del voto popolare ovvero di manifestazione delle simpatie del pubblico, nonché delle votazioni in generale, e di non influenzare abusivamente gli esiti della competizione di Sanremo 2017 e ai sensi dell’art. 5 comma 4 del Regolamento AGCOM, è espressamente vietato esprimere voti tramite sistemi, automatizzati o meno, fissi o mobili, che permettono l’invio massivo di chiamate o SMS e/o da utenze che forniscono servizi di call center.

1486746002221_slide-ospiti-serata-5.jpg

Si annuncia ricco di sorprese il programma della serata finale dell’edizione 67 del Festival di Sanremo. Carlo Conti (conduttore e direttore artistico della kermesse) e Maria De Filippi, i due conduttori, insieme al direttore di Ra1 Andrea Fabiano, hanno appena svelato alcune delle sorprese che ci aspetterà nel corso della serata sul palco del Teatro Ariston.

16603129_1403507683028062_7213241204636496863_n

Ad aprire la serata saranno i Ladri di carrozzelle, una band composta da ragazzi diversamente abili che eseguirà dal vivo “Stravedo per la vita”. Si esibiscono dopo il suicidio di Piero Petrullo, uno dei loro co-fondatori del gruppo. Ad inizio puntata, inoltre, ascolteremo anche “Ora mai” la canzone vincitrice delle Nuove Proposte cantata da Lele.

Per la prima volta in veste di super-ospite il palco dell’Ariston ospiterà Zucchero Fornaciari che proporrà un set molto intenso con alcuni dei suoi successi più famosi tra cui con un omaggio a Luciano Pavarotti, un duetto virtuale finora inedito.

La serata vedrà, inoltre, anche la presenza del cantante spagnolo Álvaro Soler diventato ormai un volto televisivo molto noto grazie alla sua recente partecipazione ad un famoso talent show, si esibisce all’Ariston con un medley dei suoi successi:”El mismo Sol”, “Sofia” e “Animal”. La serata vedrà anche il conferimento di un ‘Premio alla carriera’ per Rita Pavone, un pezzo di storia della musica leggera italiana, che quest’anno è tra i giurati della Giuria degli Esperti presieduta da Giorgio Moroder. 

Confermata, inoltre, la presenza dello Chef Carlo Cracco, anch’egli protagonista recentemente di diverse apparizioni televisive: riuscirà a far cucinare Carlo e Maria sul palco?

Continua la parata di stelle della fiction italiana, per la serata finale arriveranno a Sanremo Alessandra Mastronardi, Diana Del Bufalo e Giusy Buscemi protagoniste della miniserie ‘C’era una volta Studio Uno’ in onda prossimamente su Rai1.

I momenti comici, invece, saranno affidati agli interventi di Geppi Cucciari e Enrico Montesano mentre, a sorpresa, è stata annunciata la presenza di Paolo Vallesi e AMARA. I due cantanti porteranno sul palco “Pace”, canzone che era stata presentata alle selezioni per il Festival ma non inclusa tra le 22 e che aveva molto colpito Carlo Conti. Un omaggio che Conti vuol fare anche alle tante forze italiane di stanza all’estero, visto che è saltato il collegamento con le Forze di Pace italiane in Kosovo. 

Sul palco dell’Ariston, inoltre, ci sarà spazio per Emanuele Fasano un giovanissimo pianista diventato un fenomeno virale grazie ad un video che lo ritrae mentre suona il pianoforte di una stazione ferroviaria. La bellezza femminile sarà rappresentata dalla modella di origine siciliana Tina Kunakey Di Vita, compagna dell’attore francese Vincent Cassel.

Imperdibile poi l’esibizione del ballerino tedesco JustSomeMotion (JSM – Sven Otten), protagonista dello spot Tim, sponsor unico del Festival 2017, sulle note di «All night» di Parov Stelar, coverizzato per l’occasione dalla voce di Mina.

Non mancheranno, ovviamente, Maurizio Crozza con la sua copertina (dopo l’esibizione di Ermal Meta) e Rocco Tanica dalla sala stampa in chiusura di puntata.

Vi proponiamo quindi per l’ultima volta le quotazioni delle varie agenzie di scommesse. Questa sera il gran finale!.

Queste le quote proposte oggi, sabato 11 febbraio, da Snai. Per la vittoria finale, ci si ripete ancora una volta, la favorita è Fiorella Mannoia valutata a 1.60 (vale a dire che per ogni euro giocato se ne vincono 1.60), seguita da Sergio Sylvestre a 6; Fabrizio Moro a 7; Francesco Gabbani, Ermal Meta e Elodie a 8; Chiara, Marco Masini, Paola Turci e Michele Bravi a 25; Michele Zarrillo a 30; Lodovica Comello e Bianca Atzei a 35; Samuel a 50; Alessio Bernabei e Clementino a 75.

Queste invece le quote Sisal: Fiorella Mannoia sempre favorita a 1.60; a seguire Sergio Sylvestre a 7.50; Fabrizio Moro e Elodie a 9; Ermal Meta e Francesco Gabbani a 12; Marco Masini e Paola Turci a 20; Chiara e Michele Bravi a 25; Michele Zarrillo e Lodovica Comello a 33; Samuel e Alessio Bernabei a 50; Clementino e Bianca Atzei a 66.

L’agenzia Eurobet propone come favorito per la vittoria al festival (guarda un po’) Fiorella Mannoia a 1.65; poi Sergio Sylvestre e Fabrizio Moro a 5; Francesco Gabbani a 6; Ermal Meta a 8; Elodie a 11; Chiara a 13; Michele Bravi a 15; Michele Zarrillo a  21; Paola Turci e Marco Masini a 36; Samuel e Lodovica Comello a 41; Bianca Atzei a 61; Clementino a 67; Alessio Bernabei a 101.

Nesuna novità anche dopo l’esibizione di ieri sera. Il pensiero dei bookmakers è sempre orientato a dare per strafavorita Fiorella Mannoia. Sergio Sylvestre mantiene il suo ruolo di alternativa numero uno, anche se Fabrizio Moro gli si è quasi affiancato. Francesco Gabbani, Elodie e Ermal Meta gli altri soli nomi papabili per il successo a questa edizione del festival della canzone italiana. Dovesse vincere un nome al di fuori di questa cerchia sarebbe – per le agenzie di scommesse da noi prese in esame – una sorpresa.

Questa sera sapremo il nome del vincitore della sessantasettesima edizione del festival di Sanremo. Se qualcuno di voi crede di conoscerlo già ora, prima del verdetto finale della giuria, forse può valere la pena di puntare qualche euro. Anche solo per dire, a giochi finiti, ‘io l’avevo detto’.

L’Italia è stata rappresentata nella scorsa edizione tenutasi a Stoccolma da Francesca Michielin e il suo brano “No Degree of Separation”. Il brano “Nessun grado di separazione” è stato composto da Michielin stessa insieme a Federica Abbate, Cheope e Fabio Gargiulo ed è stato presentato dalla cantante per la prima volta dal vivo in occasione della sua partecipazione alla 66ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Campioni”, manifestazione alla quale si è classificata seconda dietro a “Un giorno mi dirai “degli Stadio.

In seguito alla rinuncia di questi ultimi per rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2016, la Michielin è stata scelta al loro posto e per l’occasione ha realizzato una nuova versione italo-inglese del brano, intitolata “No Degree of Separation”. Tale versione è stata eseguita dalla cantante la serata finale dell’Eurovision, classificandosi sedicesima.

L’Italia ha debuttato all’ESC nel 1956 ed è tra i paesi fondatori della manifestazione, che si ispira al Festival di Sanremo.

Il paese ha vinto la competizione due volte: la prima volta nell’edizione 1964 svoltasi a Copenaghen con l’allora sedicenne Gigliola Cinquetti e la canzone “Non ho l’età (per amarti)“, la seconda nel 1990 a Zagabria con Toto Cutugno e la canzone “Insieme: 1992”. A seguito di queste vittorie l’Italia ha acquisito il diritto di organizzare l’edizione successiva della manifestazione, precisamente l’edizione 1965 a Napoli, e l’edizione 1991 a Roma.

A seguito di queste vittorie l’Italia ha acquisito il diritto di organizzare l’edizione successiva della manifestazione, precisamente l’edizione 1965 a Napoli, e l’edizione 1991 a Roma.

La RAI, dopo il 1997, ha interrotto la sua partecipazione all’Eurovision Song Contest e ne ha sospeso anche la trasmissione. Nel 2011 ritorna dopo 14 anni dall’ultima partecipazione.

L’Italia è tra i paesi fondatori dell’Eurovision Song Contest, che si ispira al Festival di Sanremo. Molti artisti italiani hanno partecipato all’Eurovision Song Contest nel corso degli anni come rappresentanti di altre nazioni. Inoltre, è il membro dei “Big Five” che conta all’attivo meno partecipazioni: solo 40 contro le oltre 50 degli altri quattro Paesi. 

Da quando è tornata, è arrivata per quattro volte nella Top 10 con due podi nel 2011 e 2015.

L’Italia torna a partecipare dal 2011. La scelta cade sul giovane Raphael Gualazzi che, all’ultima votazione, strappa il secondo posto finale ad Eric Saade, finendo dietro soltanto alla coppia azera vincitrice Ell e Nikki, e riceve per quattro volte i 12 punti (da San Marino, Albania, Spagna e Lettonia) ma in televisione lo show è seguito da 1.291.000 milioni di persone (6,43% di share).

Nel 2012 si punta su una concorrente del sessantaduesimo Festival di Sanremo, Nina Zilli con la versione bilingue “L’amore è femmina (Out of Love)”, che arriva nona, mentre gli ascolti sono leggermente migliorati con 1.410.000 milioni e 7,43% di share.

Quindi va in gara il vincitore di Sanremo 2013 Marco Mengoni con il brano “L’essenziale”. La semifinale su Rai5 (che rispetto a 2011 e 2012 ha una migliore copertura del territorio, pur se ancora vacante in alcuni territori) raggiunge 150.000 spettatori e lo 0,65% di share, più del doppio rispetto alla media di rete. Anche la finale migliora gli ascolti con 1.878.000 milioni e 9,17% di share e Mengoni conquista il settimo posto (terza Top 10 di fila per l’Italia).

Per il 2014, la Rai annuncia la trasmissione di entrambe le semifinali, cambiando inoltre rete e spostandosi su Rai4 ed esse, grazie a una migliore copertura del territorio, ottengono una media di 300.000 spettatori. In questa edizione viene scelta Emma Marrone che con “La mia città” ottiene il peggior piazzamento nella storia, dopo quarantotto anni, con un ventunesimo posto, mentre l’audience si assesta su 1.747.000 spettatori e 8,77% di share.

Nel 2015, per la prima volta dal ritorno italiano, il vincitore del Festival di Sanremo ha, per regolamento, il diritto di rappresentare l’Italia al contest europeo salvo rinuncia: i vincitori dell’edizione 2015, Il Volo, accettano subito l’opportunità e cantano la stessa canzone vincitrice a Sanremo, “Grande amore”, portata a 3 minuti, con cui il 23 maggio conquistano il terzo posto nella finale di Vienna con 292 punti ricevuti da tutti i Paesi, di cui nove assegnano i 12 punti. Inoltre gli ascolti hanno una netta risalita rispetto all’anno precedente (792.000 con 3,09% di share per la seconda semifinale su Rai 4 dopo la mancata trasmissione live della prima per improvvisi motivi di palinsesto e 3.292.000 telespettatori con 16,35% di share per la finale su Rai 2).

Nel 2016, dopo il successo di ascolti ottenuto l’anno precedente, la Rai ha deciso di promuovere la finale dell’ESC sulla rete ammiraglia Rai 1 (anche in HD su Tivùsat), che non trasmetteva l’evento dal lontano 1997, anno in cui fu trasmesso in differita, mentre l’ultima diretta fu l’edizione di Roma 1991, anno in cui la Rai organizzò l’evento. Anche in quest’anno viene applicato lo stesso diritto di rappresentare l’Italia all’Eurovision al vincitore del Festival di Sanremo 2016, ovvero gli Stadio, i quali rinunciano facendo quindi ricadere la scelta della Rai sulla seconda classificata, Francesca Michielin, che con “No Degree of Separation” chiude al 16º posto. Buoni gli ascolti tv: la finale ottiene un ascolto medio di 3.3 milioni di telespettatori e 14.500.000 contatti unici (ovvero chi ha seguito la diretta per almeno un minuto), mentre l’Anteprima Eurovision con 3.767.000 telespettatori batte la concorrenza di Striscia la Notizia (3.541.000 telespettatori), e le semifinali su Rai 4 si confermano ben al di sopra della media di rete.

Le canzoni in gara, con le ripescate di giovedì, non in ordine di esibizione:
Chiara, Nessun posto è casa mia;
Samuel, Vedrai;
Ermal Meta, Vietato morire;
Michele Bravi, Il diario degli errori;
Fiorella Mannoia, Che sia benedetta;
Clementino, Ragazzi Fuori;
Lodovica Comello, Il cielo non mi basta;
Paola Turci, Fatti bella per te;
– Marco Masini, Spostato di un secondo.
Francesco Gabbani, Occidentali’s Karma;
Michele Zarrillo, Mani nelle mani;
Bianca Atzei, Ora esisti solo tu:
Sergio Sylvestre, Con Te;
Elodie, Tutta colpa mia;
Fabrizio Moro, Portami Via;
Alessio Bernabei, Nel mezzo di un applauso.

Il Vincitore nella Sezione Campioni avrà la facoltà di partecipare, in rappresentanza dell’Italia, all’edizione 2017 dell’Eurovision Song Contest su richiesta di RAI. Qualora il suddetto Artista non intenda avvalersi di tale facoltà, la RAI e/o gli organizzatori dell’Eurosong si riserveranno il diritto di scegliere il partecipante secondo propri criteri.

Il migliore testo in gara riceverà il Premio Sergio Bardotti, dedicato al celebre paroliere; il Premio Giancarlo Bigazzi sarà assegnato dai Maestri dell’Orchestra, invece, alla migliore musica. Ci sono poi il Premio della Critica – Mia Martini, assegnato dai giornalisti accreditati in Sala Stampa, e il Premio Premio Lucio Dalla, assegnato dalla Sala Stampa Radio-tv e web per il miglior testo e musica.

Già assegnati, invece, quelli per la sezione Giovani.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...