ESC 2017 – Italia: Francesco Gabbani, da Sanremo all’Eurovision 2017


Gabbani.png

A quattro giorni dalla vittoria al Festival di Sanremo con “Occidentali’s Karma”, il successo di Francesco Gabbani in Europa sta crescendo in maniera esponenziale.

Reso pubblico cinque giorni fa, il video ufficiale del brano con cui Gabbani rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2017, al momento in cui scriviamo, ha superato gli undici milioni di visualizzazioni su YouTube. Un esito davvero sorprendente se si considera il fatto che il video è stato caricato giovedì scorso, quindi poco meno di una settimana fa. Ad influire sul numero di views anche la curiosità dei fan di tutta Europa dell’Eurovision Song Contest, desiderosi di ascoltare la canzone che probabilmente sarà presentata in gara per l’Italia nel corso della manifestazione europea.

Inoltre la canzone è già entrato nelle classifiche di iTunes in molti paesi. Ιtalia, Μalta, Svizzera, Lussemburgo, Grecia, Polonia, Spagna, Svezia, Belgio, Germania, Norvegia, Francia, Ιrlanda, Αustria e Danimarca. Nel Regno Unito, nonostante non sia ancora entrata nelle classifiche, il giornale Metro si è occupato del nostro rappresentante, a dimostrazione di quanto stia diventato popolare Francesco Gabbani e il suo brano.

Francesco-Gabbani-vince-Sanremo.jpg

«Occidentali’s karma», conquista il pubblico soprattutto per la freschezza e l’allegria con la quale il cantante ne interpreta il testo. Altro aspetto chiave della vittoria è l’esibizione curiosa che vede comparire sul palco, al fianco dell’artista, una persona travestita da «gorilla» che esegue un balletto insieme a lui.

Per quanto riguarda invece i passaggi radiofonici, a stupire è sempre la canzone vincitrice. Sembra infatti che il ritmo incalzante e simpatico del pezzo trionfatore, faccia ballare e divertire molte radio italiane. Stando ai dati EarOne, ossia la società italiana che fornisce servizi di classifiche e rilevazioni airplay in tempo reale, aggiornati alle 20 di ieri sera 14 febbraio 2017, “Occidentali’s Karma” si porta in testa alla classifica dei brani più trasmessi dalle radio, scalzando le hit di Tiziano Ferro ft. Carmen Consoli, e Ed Sheeran. Ecco la classifica dei passaggi da domenica, fino alla scorsa serata.

  • Francesco Gabbani – “Occidentali’s Karma”: 1.065 passaggi su 124 emittenti
  • Ed Sheeran – “Shape of you”: 1.028 su 111 emittenti
  • Tiziano Ferro – “Il conforto” (feat. Carmen Consoli): 996 su 123 emittenti

Un successo, dunque, abbastanza trasversale e che sta quindi coinvolgendo tutti, siti internet, radio e televisione. Proprio in questi giorni, la tv ci sta proponendo in tutte le salse i segreti del vincitore. Dal suo passato da studente, alle interviste con tanto di balletto della famiglia, fino alle lezioni della coreografia fatte nelle strade italiane. Un fenomeno tutto italiano che potrebbe varcare i confini, grazie al prossimo Eurovision Song Contest.

Dopo la (seconda) vittoria a Sanremo – è il primo artista nella storia del Festival ad aver vinto un anno nelle Nuove Proposte e l’anno seguente nei Campioni – Francesco Gabbani lo conoscono tutti. Ma prima, il ragazzo aveva fatto una lunga gavetta, ha composto la colonna sonora di ‘Poveri ma ricchi’ un noto film italiano, “Foglie al gelo” e scritto un bellissimo brano pubblicato nell’ultimo album di MinaCelentano, ‘Le migliori’.

Carrarese, classe 1982, Francesco Gabbani è in primis un cantautore e polistrumentista toscano. Gabbani  sa destreggiarsi con la batteria e la chitarra, come ha dimostrato durante la serata cover a Sanremo, in cui ha interpretato Susanna di Celentano, accompagnandosi con quest’ultima.

trikobalto02.jpg

A diciotto anni firma il suo primo contratto discografico con il progetto TRIKOBALTO, a cui lavora tra gli altri con Alex Neri e Marco Baroni dei Planet Funk. Grazie a questa esperienza calca palchi importantissimi per la scena italiana come quello dell’Heineken Jammin Festival e del BlueNote, dove apre con i TRIKOBALTO l’unica data italiana degli Oasis.

Nel 2010 Gabbani inizia la sua avventura da solista e dopo cinque anni si presenta alle selezioni di Sanremo Giovani, arrivando a calcare il palco dell’Ariston tra le Nuove Proposte nel 2016. Con lui c’è anche Ermal Meta, con cui quest’anno ha trovato spazio tra i big e sul podio, classificandosi terzo dietro Fiorella Mannoia. Per Francesco Gabbani dunque quella al Festival della Canzone Italiana è la seconda vittoria, che va a sommarsi con quella ottenuta con Amen durante la scorsa edizione. Vincere nella categoria Giovani è stata l’occasione giusta per poter produrre l’album Eternamente Ora.

Francesco Gabbani dunque viene da una lunga gavetta nel mondo della musica, che trova coronazione nella vittoria di Occidentali’s Karma e nella possibilità di andare all’Eurovision Song Contest, volando così a Kiev il prossimo maggio.

Ad aiutarlo a scalare la vetta della classifica della kermesse è stata indubbiamente la presenza della scimmia ballerina–Filippo Ranaldi, artista  romano ventottenne di grande successo.

Ranaldi infatti ha preso quest’anno, grazie a Luca Tommassini, la direzione delle coreografie del programma X Factor, dopo aver ballato a Italia’s Got Talent e nel tour di Laura Pausini negli stadi. Recentemente Ranaldi è anche stato suo malgrado coinvolto nella polemica che ha visto protagonisti Luca Tommassini e Roshelle, proprio a proposito delle presunte coreografie rubate dalla giovane cantante.

Francesco Gabbani ha in lavorazione un nuovo disco, di cui ancora non si conoscono molti dettagli. Gabbani ha rivelato solo che probabilmente verrà pubblicato in primavera in quanto è molto impegnato attualmente con la realizzazione della colonna sonora del film Poveri ma ricchi di Fausto Brizzi.

Questa esperienza è in linea con la seconda anima dell’artista, che oltre che interprete è anche autore di brani di successo per grandi nomi della musica del calibro di Francesco Renga e Celentano e Mina, per i quali ha recentemente composto Il bambino col fucile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Così come Francesco Gabbani, anche il produttore, autore e direttore d’orchestra Luca Chiaravalli entra di diritto nell’albo dei vincitori di Sanremo con un traguardo importante: due vittorie di seguito (quest’anno con Gabbani, lo scorso anno con gli Stadio, nel 2015 secondo posto con Nek). Non succedeva dal biennio ’84-’85 con l’accoppiata Minellono-Farina, autori di “Se m’innamoro” dei Ricchi e Poveri e “Ci Sarà” di Al Bano e Romina.

luca-chiaravalli.png

Chiaravalli in un’intervista pubblicata su soundsblog.it ha inoltre rivelato che lavorerà anche alla versione eurovisiva, dove si farà delle modifiche e si inserirà delle parti in inglese perché, altrimenti il pubblico non rischierebbe di non capire il significato del testo fino in fondo. La scimmia messa in quel modo potrebbe sembrare una stupidata. Lo scopo è far capire anche il significato della canzone, pure a chi non conosce la lingua italiana.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...