ESC 2017 – Italia: “Occidentali’s karma” potrebbe essere tradotto parzialmente in inglese


francesco-gabbani-vince-sanremo

“Occidentali’s karma”, il brano con cui Francesco Gabbani rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2017 a Kiev, potrebbe essere tradotto parzialmente in inglese.

A dichiararlo, in un’intervista a Soundsblog, è Luca Chiaravalli, il direttore d’orchestra che ha accompagnato Gabbani al Festival di Sanremo 2017.

luca-chiaravalli

Queste le sue dichiarazioni: “Faremo delle modifiche ed inseriremo delle parti in inglese perché, altrimenti il pubblico di riferimento rischierebbe di non capire fino in fondo il significato del testo. La scimmia messa in quel modo potrebbe sembrare una stupidata. Lo scopo è far capire il significato della canzone pure a chi non conosce la nostra lingua”.

Oltre ad un’eventuale traduzione, il brano dovrà essere editato a 3 minuti, durata massima consentita all’Eurovision Song Contest. Inoltre, potrebbe essere necessario modificare anche il testo che nomina il profumo Chanel; il regolamento dell’Eurovision Song Contest vieta, infatti, riferimenti a brand e marchi noti.

Appena appresa la notizia della partecipazione del cantautore toscano all’Eurovision Song Contest 2017, in programma a Kiev dal 9 al 13 maggio, il pubblico, alcuni giornali e siti europei hanno subito cominciato a informarsi sul vincitore del Festival di Sanremo, incuriositi dalla canzone (scritta, lo ricordiamo, dallo stesso Gabbani insieme a Fabio Ilacqua, suo fratello Filippo e il produttore Luca Chiaravalli) e dal significato della scimmia che è comparsa al fianco di Gabbani non solo sul palco dell’Ariston ma anche nel videoclip ufficiale del brano.

L’accoglienza che il pubblico europeo ha riservato a “Occidentali’s karma” sembra essere decisamente positiva: la canzone, infatti, è entrata in classifica in ben 15 paesi europei, da Malta (dove ha raggiunto il primo posto) alla Danimarca, passando per Svizzera, Svezia, Austria, Belgio e Finlandia. In Lussemburgo si è spinta fino al 26esimo posto in classifica, in Spagna ha raggiunto la 27esima posizione, in Grecia la 34esima. Come se non bastasse, è riuscita a spingersi pure fino alla 36esima posizione delle canzoni più scaricate su iTunes in tutta Europa.

Il video della performance di “Occidentali’s karma” alla finale del Festival di Sanremo, due giorni fa, è stato caricato sul canale ufficiale YouTube dell’Eurovision Song Contest e in 48 ore è arrivato a sfiorare quota 200.000 visualizzazioni. I commenti, sotto al video, sono tutti positivi: “Grande performer con un bel senso dello humor”, scrive un utente. “Winner alert!”, risponde un altro. E ancora: “L’Italia quest’anno vuole vincere!”, “Vogliamo l’orchestra a Kiev che urla ‘Alè!'”.

Ma è interessante notare, soprattutto, come la canzone di Gabbani sia stata recepita da chi scrive di musica e di spettacolo all’estero.

Proprio questa mattina il giornale francese ‘Le Figaro’ ha pubblicato sul suo sito un articolo intitolato “Il buon karma italiano di Francesco Gabbani”, che contiene alcune righe sulla carriera del cantautore toscano prima della vittoria al Festival di Sanremo, qualche riferimento alle partecipazioni dell’Italia all’Eurovision Song Contest e un paio di giudizi positivi rivolti a Gabbani e alla sua canzone: “L’Italia gioca la carta dell’originalità. Farà ballare il pubblico”, scrive il giornale francese.

Anche il giornale tedesco ‘Neue Zürcher Zeitung’ sembra aver apprezzato molto “Occidentali’s karma”, definendo la canzone di Gabbani “trascinante e orecchiabile” e come una sorta di specchio dell’Italia di oggi (non ci è dato sapere, però, se dal punto di vista musicale o se per quanto riguarda il testo).

Il tabloid britannico Metro, invece, titola: “L’Italia manda l’astro nascente Francesco Gabbani – e una scimmia – a vincere l’Eurovision 2017”. L’attenzione del tabloid è per l’elemento della scimmia: “Una delle cose migliori della designazione di Gabbani e della sua canzone, ‘Occidentali’s karma’, è che la performance lo vede ballare con una scimmia, cosa che piace molto ai fan dell’Eurovision Song Contest. Se la scimmia può essere vista come un escamotage per attirare l’attenzione, al tempo stesso è parte integrante di ciò che dice la canzone”. Metro non ha dubbi: “La performance di Gabbani è decisamente perfetta per l’Eurovision”, scrive, “portare all’Eurovision Song Contest una hit internazionale potrebbe rappresentare la strada per vittoria. È sicuramente la più interessante, affascinante, originale e attraente candidatura all’Eurovision degli ultimi anni. Le chance di vincere l’Eurovision sono molte”.

Al tempo stesso, però, il tabloid riconosce a “Occidentali’s karma” alcuni limiti, soprattutto per quanto riguarda il testo: “Cantarla in italiano potrebbe rendere difficile la diffusione del messaggio”. E questo limite è evidenziato anche da un’altra testata britannica, il sito di intrattenimento Digital Spy, che scrive: “Sfortunatamente non parliamo italiano qui a Digital Spy, ma deduciamo che la scimmia ballerina rappresenta qualcosa che ha a che fare con l’evoluzione”.

Sempre per quanto riguarda il testo, invece, il sito greco ‘Oikotimes’ fa notare che Gabbani potrebbe essere costretto a modificare un verso della sua canzone, quello in cui dice “Piovono gocce di Chanel su corpi asettici”: il riferimento al marchio Chanel, infatti, violerebbe il regolamento dell’Eurovision Song Contest, secondo cui i testi delle canzoni che partecipano alla manifestazione non possono menzionare brand.

Anche se non tutti i paesi che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2017 hanno selezionato i rispettivi candidati, i bookmaker si sono già messi all’opera per individuare i favoriti. E tra questi c’è proprio Francesco Gabbani: stando agli scommettitori, il cantautore toscano potrebbe portare l’Italia a vincere la manifestazione a distanza di ben 27 anni dall’ultima volta (era il 1990 quando Toto Cutugno trionfava a Zagabria con “Insieme: 1992”). L’agenzia di scommesse Betfair Xchange, ad esempio, quota la vittoria di Francesco Gabbani e di “Occidentali’s karma” a 5, la metà delle quote assegnate all’eventuale vittoria del candidato svedese e di quello russo (che, curiosamente, devono essere ancora annunciati).

Ricordiamo che, secondo il regolamento del festival, il paese vincitore dell’Eurovision Song Contest è chiamato ad ospitare l’edizione successiva della manifestazione: ce la farà, Gabbani, a riportare l’Eurovision Song Contest in Italia?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...