ESC 2017 – Australia: Isaiah Firebrace con “Don’t come easy” per l’Australia a Kiev


fc121bc51d0d19562fab80c1090bf3d0

L’emittente pubblica australia SBS in collaborazione con la casa di produzione Blink TV co hanno annunciato pochi minuti fa dal Paris Cat Jazz Club che il vincitore dell’ultima edizione di The X Factor – Australia nella squadra capitanata da Adam Lambert, Isaiah Firebrace con il brano “Don’t come easy”, rappresenterà l’Australia alla 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017, che si terrà per la seconda volta in Ucraina, presso l’IEC – Kiev International Exhibition Centre (МВЦ – Міжнародний Виставковий Центр Київ) di Kiev ‬ il 9, 11 e 13 maggio 2017.

Come anticipato sarà il diciassettenne Isaiah Firebrace con l’intensa ballata d’amore intitolata “Don’t come easy”, trentunesima canzone che viene svelata nel novero di quelle che parteciperanno all’Eurovision Song Contest 2017, a rappresentare l’Australia a Kiev. Sarà il terzo dopo Guy SebastianDami Im.

Proveniente dalla piccola cittadina di Moama (Victoria), il diciassettenne Isaia di origini maori ha mosso i primi passi nel mondo musicale lo scorso anno quando è stato incoronato vincitore di X Factor Australia 2016.

Isaiah Firebrace.jpg

Il suo primo successo “It’s Gotta Be You” è stato certificato disco di platino in Svezia ed è entrato nelle classifiche di oltre 15 paesi tra cui Australia, Danimarca, Norvegia, Svezia, Canada e Stati Uniti.

Il brano per l’Eurovision è stato scritto per Isaiah da David Musumeci e Anthony Egizii, lo stesso team autoriale che ha scritto il brano di Dami Im per l’Eurovision 2016, “Sound of silence”, che ha anche vinto il Marcel Bezençon Composers Award.

350x350bb.jpg

Isaiah Firebrace sarà il trentaseiesimo concorrente in gara all’edizione 2017 dell’Eurovision Song Contest, dopo il cipriota Hovig con il brano “Gravity”, le olandese O’G3NE con “Lights and shadows”, la macedone Jana Burčeska (Јана Бурческа), la belga Blanche (Ellie Delavaux), l’azeri DiHaj (Diana Hajiyeva, Diana Hacıyeva), l’irlandese Brendan Murray, l’austriaco Nathan Trent  con “Running on Air”, l’albanese Lindita Halimi con il brano “World” (Botë), l’armena Artsvik (Արծվիկ), il montenegrino Slavko Kalezić (Славко Калезић) con il brano “Space”, la greca DEMY (Δήμητρα Παπαδέα, Dimitra Papadea) con “This is love”, la georgiana Tamar “Tako” Gachechiladze (თამარ “თაკო” გაჩეჩილაძე) con la canzone “Keep the Faith”, i bielorussi NAVIBAND con il brano “Historyja Majho Žyccia” (Гісторыя майго жыцця, Story of my life), i finlandesi Norma John con la canzone “Blackbird”, l’inglese Lucie Jones con il brano “Never Give Up on You”, gli svizzeri Timebelle con “Apollo”, la francese Alma con “Requiem”, la tedesca Isabella “LEVINA” Lueen con “Perfect life”, lo spagnolo Manel Navarro con “Do it for your lover”, l’italiano Francesco Gabbani con “Occidentali’s Karma”, l’israeliano Imri Ziv (אימרי זיו‎‎) con “I Feel Alive”, la ceca Martina Bárta con “My Turn”, il croata Jacques Houdek con “My Friend”, l’ungherese Pápai Joci con “Origo”, la polacca Kasia Moś con “Flashlight”, la maltese Claudia Faniello con “Breathlessly” , lo sloveno Omar Naber con “On my way”, i moldavi SunStroke Project con “Hey, mama!”, l’ucraini O.Torvald con il brano “Time”, la danese Anja Nissen con “Where I Am”, i lettoni Triana Park con “Line”, la serba Tijana Bogićević (Тијана Богићевић), gli estoni Koit Toome ja Laura con “Verona”, Ilinca și Alex Florea con “Yodel It!” e il portoghese Salvador Sobral con  “Amar pelos dois” (Love Enough For Two).

L’Australia si esibirà nella Prima Semifinale del 9 maggio. La SBS trasmetterà la prima semifinale in diretta alle 5 del mattino del 10 maggio (naturalmente per via del diverso fuso orario) e in replica venerdi 12 maggio alle 19:30. La seconda semifinale e la finale saranno trasmesse sabato 13 e domenica 14 sempre alle 19:30. Lo scorso anno l’evento fu seguito da oltre 2 milioni di australiani (3.7 milioni con l’insieme dei picchi registrati. Dopo 8 anni, Julia Zemiro e Sam Pang non saranno più al commento dell’Eurovision per l’emittente australiana, che vedrà due nuove voci per questa edizione live da Kiev.

Dopo un debutto di successo a Vienna e un ottimo secondo posto a Stoccolma, per l’edizione 2017 dell’Eurovision Song Contest rivedremo in gara ancora una volta anche l’Australia.

Così come già previsto per il 2015 e il 2016, anche per il 2017 in caso di vittoria al concorso, l’Australia organizzerà l’edizione successiva dell’Eurovision Song Contest in collaborazione con un broadcaster europeo. È ancora da definire se l’Australia potrà diventare un partecipante permanente al concorso.

L’emittente pubblica australiana SBS Australia (in collaborazione con la casa di produzione Blink TV co) continuano nuovamente sulla scia di quanto fatto nelle precedenti partecipazioni, con nomi importanti e brani che gli hanno garantito sempre un ottimo piazzamento in Finale, dal quinto posto di Guy Sebastian nel 2015 al secondo posto di Dami Im nell’edizione 2016.

Negli ultimi tre anni, la SBS ha cercato tra i talent show per selezionare i suoi rappresentanti al concorso: Jessica Mauboy partecipante all’Australian Idol 2006, Guy Sebastian vincitore della prima edizione dell’Idol in 2003 ed ora nella sua quinta edizione, giudice di X Factor e Dami Im vincitrice dell’edizione 2013 di X Factor.

Ricordiamo che l’Australia ha partecipato per la prima volta all’Eurovision Song Contest nell’edizione del 2015 dell’Eurovision Song Contest che si è svolta a Vienna,  come finalista di diritto insieme alle BIG 5 e all’Austria che era il paese ospitante.

Inizialmente era una partecipazione straordinaria, dovuta al fatto che in tale paese il concorso, trasmesso fin dal 1983, è un evento che gode di un ottimo seguito, nonché per celebrare il 60º anniversario della kermesse. Nel caso avesse vinto, la maninestazione si sarebbe tenuto in una città europea scelta dalla SBS (membro associato dell’EBU-UER) e sarebbe stata invitata anche nell’edizione 2016. Nonostante per il momento non vi sia alcuna conferma ufficiale, Jon Ola Sand vorrebbe rendere permanente la partecipazione all’Eurovision Song Contest del paese oceanico.

L’anno prima, l’EBU-UER e la DR hanno scelto di dedicare l’interval act della Seconda Semi-Finale proprio al paese oceanico, con un’esibizione di Jessica Mauboy.

Per l’edizione 2015, SBS ha optato per una scelta interna dov’è stato scelto Guy Sebastian con il brano “Tonight again”, che nella Finale gli fece ottenere 196 punti posizionandolo così al 5º posto.

Per l’edizione 2016, ma questa volta partendo dalla semifinale dell’ESC, SBS ha optato anche per una scelta interna dov’è stata scelta Dami Imcon il brano “Tonight again”, prima cantante di origini sudcoreane che ha calcato il palco dell’ESC, classificandosi al secondo posto. Si tratta del primo podio per il paese oceanico.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...