ESC 2017: L’Eurovision 2017 ai massimi livelli di sicurezza


kiev-international-exhibition-centre-eurovision-2017

Un evento ai massimi livelli di sicurezza, così sarà la 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017 in programma nel 2017 nella città di Kiev, in Ucraina. 

Come è già noto, a Kiev fervono i preparativi anche sul fronte della sicurezza di partecipanti, turisti e luoghi che ospiteranno la rassegna.

Kyiv si prepara per il Concorso della canzone “Eurovision”. Gli organizzatori dell’evento hanno rassicurato sui provvedimenti relativi alla sicurezza. In primis, verrà rafforzata la tutela dell’ordine pubblico in tutta la città, compresa la metropolitana. Più attenzione verrà prestata alla parte centrale della città, tra cui Centro Espositivo Internazionale ed altri locali principali.

17916148_1311114472299391_68104047_o-825x400.jpg

In una conferenza stampa tenutasi in mattinata, Bohdan Lysogub (Богдан Лизогуб) – Capo dello Stato Maggiore di coordinamento delle misure di sicurezza durante la preparazione e svolgimento di Eurovision 2017 – ha confermato che è in corso, già da tempo, lo studio di tutte le locations (13: Brovarsky Prospect, Mykhailivska Square, Sofiyivska Square, the streets Prorizna, Khreshchatyk, Andriyivskyi Descent, Sahaydachnoho, Poshtova e Kontraktova Squares, Truhaniv Island) toccate dall’Eurovision Song Contest 2017, al fine di analizzare tutti i potenziali rischi che potrebbero sorgere durante la preparazione e lo svolgimento del Contest: “Abbiamo esaminato tutti i locali, abbiamo analizzato gli eventuali rischi che possono sorgere durante la preparazione e lo svolgimento del concorso. Nel periodo dello svolgimento del concorso Eurovision la tutela dell’ ordine pubblico verrà assicurata da circa 10 mila poliziotti. Tutte le forze della Polizia, Guardia Nazionale ed altre strutture sono già in stato di pronto impiego. Sulla base delle direttive del Centro Municipale per le situazioni d’emergenza è stata organizzata un’esercitazione, dove è stato elaborato il meccanismo di interoperabilità di tutte le unità militari.”

A Kyiv funzioneranno 7 mila camere di videosorveglianza, collegate con il Centro Municipale per le situazioni d’emergenza. Sono stati stabiliti 13 locali più importanti in centro della città e vicino al Centro Espositivo Internazionale. “Nei locali principali stiamo pianificando di istallare 250 camere panoramiche e 50 camere robotizzate, attraverso le quali gli operatori possono osservare in tempo reale” – ha dichiarato Yuriy Nazarov (Юрій Назаров), Direttore del Dipartimento delle Tecnologie informative e comunicative dell’Amministrazione Statale Municipale di Kyiv.  Il monitoraggio verrà svolto per 24 ore.

Presso il Centro Espositivo Internazionale funzioneranno 115 camere, dentro e fuori lo stabile, il centro specializzato di monitoraggio analizzerà le informazioni acquisite. È in corso il collaudo del sistema di videoanalisi, che aiuterà a individuare individui ed oggetti sospetti.

La polizia ha studiato gli atti di terrorismo che hanno avuto luogo in Europa durante l’anno scorso ed ha elaborato il rispettivo programma di azioni- ha sottolineato Bohdan Lysogub. “Noi stiamo modellando diverse situazioni-  dai casi rari di atti di teppismo alla minaccia eventuale del terrorismo”- ha aggiunto Anatoly Seredynskiy (Анатолій Серединський), rappresentante della Polizia Nazionale dell’Ucraina.

Misure di sicurezza altissime per tutte le maggiori infrastrutture e i sistemi di trasporto, con un aumento delle pattuglie per le strade della città, soprattutto impegnati agenti in grado di parlare inglese. 

Per gli ospiti del concorso sono state elaborate raccommandazioni speciali, disponibili sul sito ufficiale del Ministero degli Interni e della Polizia Nazionale.

«Nelle raccomandazioni sono previste tutte le possibili situazioni, che possono capitare con i  nostri ospiti cominciando dall’arrivo in aeroporto, durante trasferimenti con trasporti pubblici o personali o anche situazioni che possono sorgere con bambini. Inoltre, abbiamo scritto le spiegazioni, quali diritti ed obblighi ha la polizia e perchè persone devono reagire con comprensione sulle misure di sicurezza”- ha riportato Anatoly Seredynskiy.

Nei locali principali funzioneranno punti di polizia con personale che parla l’inglese. Nel caso se ci siano dei problemi, bisogna telefonare al numero 1551 anche in lingua inglese.

Yuri Nazarov ha aggiunto, che sarà disponibile un’applicazione mobile apposita in lingua inglese, che aiuterà a muoversi in città, sapere l’orario degli eventi, saranno presenti informazioni su come agire e dove bisogna rivolgersi nel caso di problemi. La presentazione dell’applicazione mobile avrà luogo la settimana prossima. Inoltre, in città saranno aperti 35 pannelli interattivi con  informazioni in diverse lingue straniere.

La preparazione delle forze di polizia non è solo sulla carta, ma anche nei fatti. Diversi addestramenti di tattica e simulazione di eventi complessi sono già stati effettuati in questi giorni ma, come riportato dallo stesso responsabile: “La prossima settimana, è programmata una esercitazione tattica speciale per simulare la risoluzione di problemi di sicurezza e diversi possibili rischi durante l’Eurovision Song Contest 2017 a Kiev.”

Occorre ricordare, tuttavia, che le agenzie di sicurezza ucraine hanno accumulato una certa esperienza in eventi di larga scala: basti pensare ai Campionati Europei di Calcio (EURO 2012), ospitati in cordata con la Polonia, durante i quali le forze di polizia hanno già affrontato casistiche reali.

Per affrontare al meglio la situazione, la Polizia Nazionale ucraina ha preparato una serie di raccomandazioni per i visitatori che arriveranno a Kiev in occasione dell’Eurovision Song Contest 2017. Pubblicate in diverse lingue – anche se manca l’italiano – queste linee guida rappresentano un vademecum indispensabile nel caso in cui sorgano inconvenienti durante la permanenza in suolo ucraino.

Da ricordare che nonostante il tentativo di trovare una soluzione alle tensioni degli ultimi giorni, la Russia si ritira dall’Eurovision Song Contest 2017, con grande delusione del comitato organizzativo della manifestazione.

Come spiegato ieri, la pietra dello scandalo è stato il rifiuto di Kiev, dove avrà luogo la kermesse musicale, di accettare il concorrente proposto dallo stato sovietico Julia Samoylova. La cantante risulta colpevole di aver cantato in Crimea nel 2015, senza avere ottenuto i permessi necessari per gli artisti, a seguito dei fatti che hanno avuto luogo nel 2014 tra lo stato ucraino e quello sovietico.

L’EBU-UER si è dichiarato contrario fin da subito alla decisione dello stato ospitante, ma ne ha preso atto, cercando di mediare tra le due parti. Dopo un duro braccio di ferro la Russia ha deciso di ritirarsi dall’Eurovision Song Contest 2017, portando il numero dei Paesi partecipanti da 43 a 42.

Frank Dieter Freiling, il Presidente del Gruppo di Riferimento dell’Eurovision Song Contest, comitato direttivo della manifestazione, ha commentato: “Condanniamo con forza la decisione delle autorità ucraine di imporre un divieto di viaggio per Julia Samoylova, che riteniamo mini fortemente l’integrità e la natura non politica dell’Eurovision Song Contest e la sua missione di unire tutte le nazioni in una competizione amichevole.”

Solo di pochi giorni fa la sospensione del Moscow Eurovision Party 2017, a cui avrebbe dovuto partecipare anche il rappresentante italiano alla gara canora, Francesco Gabbani. Il cantante salirà sul palco di Kiev con la hit “Occidentali’s Karma”, rigorosamente in italiano, con cui ha vinto l’ultimo Festival di Sanremo. Il brano è incluso nella tracklist del nuovo album ‘Magellano’, che uscirà il 28 aprile e di cui il cantautore inizierà la promozione con un tour instore appena prima dell’Eurovision Song Contest 2017, che avrà luogo dal 9 al 13 maggio 2017.

A seguito di queste ulteriori tensioni politiche e della delicata situazione internazionale, sono state aumentate le misure di sicurezza previste per l’evento, coinvolgendo circa 10000 agenti.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...