ESC 2017: This is Kyiv calling …. Stasera il Gran Finale dell’ESC 2017


FI.jpg

Questa sera la Gran Finale della 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest, con Francesco Gabbani, in diretta dall’International Exhibition Centre (IEC) / Міжнародний виставковий центр (МВЦ) di Kiev alle ore 21:00 CEST su Rai1 e Rai HD (oltre che su raiplay.it, che ritrasmette le dirette di Rai4 e Rai1) con il commento di Flavio Insinna, noto presentatore ed attore italiano, oltre a Federico Russo di ‘The Voice of Italy’ (prevista una speciale anteprima subito dopo il TG delle 20 (dalle 20:40 alle 20:55 circa, pensata per scaldare i motori e raccontare ancora una volta l’aria che si respira sul posto in attesa dell’evento) sempre su Rai1) e da Rai Radio2 con il commento di “I Sociopatici”, ovvero Andrea Delogu (che si è già occupata del commento delle semifinali insieme a Diego Passoni), Gianfranco Monti e Claudio De Tommasi, sul canale ufficiale dell‘Eurovision.tv, senza voci fuori campo in italiano, e la novità assoluta di quest’anno che è la diretta streaming via su YouTube, oppure su San Marino Rtv, sul canale 520 di Sky con il commento di Lia Fiorio e Gianluigi Restivo (sia in televisione che in radio) e in Svizzera Italiana su RSI LA2, col commento di Clarissa Tami e SebAlter e in live streaming, senza commento e senza interruzioni pubblicitarie sul canale YouTube ufficiale e sul sito ufficiale www.eurovision.tv, dove i 26 Paesi finalisti in gara devono dimostrare di essere i migliori d’Europa e convincere pubblico e giurie di esperti a votare per loro. Oltre all’opzione doppio audio già disponibile per Rai4, da quest’anno sarà attivata anche per i telespettatori di Rai1, che potranno scegliere se ascoltare il commento in italiano o lo show in lingua originale. A fare da portavoce (spokesperson) per l’Italia, quindi a comunicare i risultati delle votazioni italiane, sarà la ex ragazza di Fedez, Giulia Valentina.

Questa sera, all’International Exhibition Centre (IEC) / Міжнародний виставковий центр (МВЦ) di Kiev in Ucraina, si svolgerà la Gran Finale dell’Eurovision Song Contest edizione 2017, dopo la vittoria lo scorso anno, dell’Ucraina con Jamala e la sua “1944”. All’ultimo atto di questa manifestazione prendono parte ventisei nazioni: dieci sono giunte dalla Prima Semi-Finale, altrettante dalla Seconda Semi-Finale, cinque sono le cosiddette Big 5, in rappresentanza delle TV di Stato che maggiormente contribuiscono all’attività dell’Eurovision Song Contest (Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna) e, ovviamente, l’Ucraina padrona di casa. Questo è il quarto evento dell’Eurovision che si svolge in Ucraina (dopo l’Eurovision Song Contest 2005, il Junior Eurovision Song Contest 2009 ed il Junior Eurovision Song Contest 2013).

18485546_1532795830098582_7570686595346677100_n.png

Il conto alla rovescia è finalmente terminato. La serata va in onda in diretta dall’l’International Exhibition Centre (IEC) / Міжнародний виставковий центр (МВЦ) di Kiev, condotta da Oleksandr Skičko (Олександр Скічко), Volodymyr Ostapčuk (Володимир Остапчук) e Timur Mirošnyčenko (Тімур Мірошниченко). 

Questa sera finalmente debutterà anche Francesco Gabbani con la hit “Occidentali’s Karma”, vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo e fresca di certificazione Fimi triplo disco di platino, per le oltre 150mila copie vendute del singolo. Ad accompagnarlo sul palco ci sarà, oltre a Filippo Rinaldi – la ormai celebre scimmia nuda che balla, un gruppo di 4 coristi, tra cui il fratello Filippo Gabbani, autore di molte delle sue canzoni, compresa “Occidentali’s karma”  scritta insieme a Luca Chiaravalli e Fabio Ilacqua; Chanty, nome d’arte di Chantal Saroldi, nota al grande pubblico per aver gareggiato proprio contro Gabbani nella sezione nuove proposte del Festival di Sanremo 2015; Nausicaa Magarini, componente del team Noemi nella prima edizione di The Voice, era anche una dei coristi del coro Gospel nella ultima tourneè europea di Milva e Daniele Sari è un musicista e cantante di una cover band rockabilly di canzoni anni ’50 – Dan e i suoi fratelli – con la quale ha partecipato ad Italia’s got talent.

Gabbani.jpg

Il trionfatore dell’ultimo Festival di Sanremo ha in serbo una sorpresa rainbow. Durante le prove Finali di quest’oggi con voto della giuria tecnica, infatti, il cantante si è concesso un doppio arcobaleno sulle maniche della giacca. Una sorta di bis dopo i nastrini dello scorso anno, che gli portarono non poca fortuna trascinandolo fino alla vittoria tra i giovani dell’Ariston.

D’altronde lo slogan dell’Eurovision ucraino è chiaro, ‘Celebrate Diversity‘, con l’omofoba Russia fatta fuori alla vigilia per motivi puramente politici e un cantante ancora in gara, il croato Jacques Houdek, attaccato sui social per alcune sue dichiarazioni passate. Undici anni fa Houdek, che ha sbalordito in semifinale duettando con sè stesso con tanto di arcobaleno alle proprie spalle, definì i gay e le lesbiche ‘malate’. Dichiarazioni che lo tramutarono nel ‘più grande omofobo dello showbiz croato’, ovviamente poi ritrattate dopo pochi anni.

Gabbani, affiancato dalla scimmia nuda danzante e con giacca rainbow, proverà a battere anche lui, con una scaletta che lo vedrà nono in ordine d’uscita, tra l’Ungheria e la Danimarca. In clamorosa risalita, dopo la Semi-Finale di martedì, il cantante portoghese Salvador Sobral in gara con “Amar Pelos Dois” ma anche quello del giovane Bulgaro Kristian Kostov in gara con “Beautiful Mess” orecchiabile e molto radiofonica e il bel Robin Bengtsson con la sua canzone “I can’t go on”.

L’Eurovision Song Contest è una gara canora tra paesi europei non necessariamente appartenenti alla UE come Israele e Azerbagian. Dal 2015 partecipa alla gara anche l’Australia.

Il palco dell’Eurovision Song Contest di Kyiv è di nuovo Ola Melzig, svedese, come già nell’ultima edizione ucraina e nelle due edizioni ucraine dello Junior Eurovision (2009 e 2013), il responsabile dell’allestimento tecnologico. Il palco, in versione decisamente più low cost rispetto a quello delle recenti edizioni e progettato dal tedesco Florian Wieder, è affidato ad una azienda olandese e sarà smontato in appena 4 giorni dopo la fine del concorso. L’ala sinistra dell’International Exhibition Centre sarà varata come arena principale nei giorni del concorso, ma nel complesso l’impianto verrà completamente dedicato al concorso. Le luci sono affidate ad una ditta danese.

FINALE.jpg

Quest’anno partecipano alla manifestazione 42 paesi: rispetto allo scorso anno rientrano Portogallo e Romania, mentre la Bosnia e Erzegovina e la Russia hanno deciso di ritirarsi (la prima per motivi finanziari, la seconda per controversie di natura politica).

Inizialmente, erano 19 i Paesi previsti per la seconda semifinale, tuttavia le esibizioni sono state ridotte a seguito del ritiro della Russia dalla gara. L’Ucraina ha infatti negato il visto alla cantante Yulia Samoilova, bandita per tre anni dalla nazione a seguito di un’esibizione in Crimea: l’EBU-UER ha quindi offerto alla Russia la possibilità di esibirsi via satellite o, ancora, di sostituire l’artista. La delegazione di Mosca ha tuttavia negato ogni alternativa e, dopo il ritiro, ha deciso di non trasmettere televisivamente la kermesse.

Inoltre, l’emittente pubblica israeliana IBA, si appresterà a vivere le ultime tre ore di trasmissione: ha infatti chiuso ufficialmente i battenti mercoledì ed è rimasta in onda, con 20 persone in servizio, soltanto per coprire la diretta dell’Eurovision Song Contest, senza commento, senza inviati e con i sottotitoli. Da lunedì Israele avrà una nuova tv, ma ancora senza telegiornale. Per cui, per adesso, niente EBU-UER e niente Eurovision.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La gara verrà introdotta da un video speciale che apre lo show di stasera; perline in evidenza del logo ufficiale 2017 sono visti in vari luoghi in tutta l’Ucraina, davanti alle telecamere seguita da una particolare sfilata parata delle bandiere dei 26 Paesi, dietro di loro, tutti gli artisti, che si presentano al pubblico. Le bandiere saranno proiettate sul palco prima che l’artista se ne va. L’unica eccezione alla presentazione bandiera è che l’Ucraina è l’ultimo paese ad essere presentato.

La vincitrice in carica della scorsa edizione dell’Eurovision Song Contest Jamala | Джамала,  la prima vincitrice ucraina del concorso Ruslana (Руслана) e la band ONUKA sono stati scelti dall’emittente pubblica ucraina UA:PBC come Interval Act per la Finale della 62ª edizione dell’Eurovision Song Contest 2017. 

Jamala | Джамала sarà anche presente in Finale. Per l’artista sarà anche l’occasione di presentare un nuovo singolo, “I believe in U”, assieme ad Anna Kuksa, Naile Ibraimova e Kemi Ok, e agli ONUKA (тобто «онука») saranno accompagnati dalla NAOFI (National Academic Orchestra of Folk Instruments of Ukraine) / НАОНИ (Национальный Академический Оркестр народных инструментов Украины).

Anche la prima vincitrice ucraina del concorso Ruslana (Руслана), oggi 43enne, tornerà come ospite speciale della kermesse nel corso della Seconda Semi-Finale. Per l’occasione canterà in anteprima la sua nuova canzone “It’s Magical” (Я Люблю).

La cantante trionfò all’Eurovision Song Contest 2004 con “Wild dances”, hit che scalò svariate classifiche, che a tutt’oggi è detentrice di un record nazionale di prestigio – il suo album “Dyki tantsi” (Дикі танці) è il più venduto della storia della musica ucraina.

Per ultimo, si esibirà anche la vincitrice della quattordicesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest 2016,  Mariam Mamadashvili (მარიამ მამადაშვილი) con il suo brano “Mzeo” (მზეო, Sun, Sole). Terza vittoria della Georgia nella competizione riservata ai bambini e ragazzi dai 9 ai 14 anni, le altre due vittorie sono avvenute una nel 2008 e l’altra nel 2011.

Questi i 26 cantanti finalisti dell’ESC 2017 in ordine di esibizione. In Finale, tuttti i paesi che hanno preso parte a questa manifestazione, anche gli eliminati nel corso delle due Semi-Finali, avranno diritto di voto. Dieci sono giunte dalla Prima Semi-Finale, altrettante dalla Seconda Semi-Finale, cinque sono le cosiddette Big Five, per il loro maggiore contributo finanziario (Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Spagna) e l’Ucraina è la nazione padrona di casa:

01. Israele (IBA): IMRI – “I Feel Alive (Dolev Ram, Penn Hazut – Dolev Ram, Penn Hazut)
02. Polonia (TVP): Kasia Moś –Flashlight” (Kasia Moś, Rickard Bonde Truumeel, Pete Barringer (DWB) – Kasia Moś, Rickard Bonde Truumeel, Pete Barringer (DWB))
03. Bielorussia (BTRC): Naviband – “Story Of My Life” (Гісторыя майго жыцця, Historyja majho žyccia) (Artem Lukyanenka – Artem Lukyanenka)
04. Austria (ÖRF): Nathan Trent – “Running On Air” (Nathan Trent, Bernhard Penzias – Nathan Trent, Bernhard Penzias)
05. Armenia (AMPTV): Artsvik – “Fly with Me” (Avet Barseghyan, David Tserunyan – Lilith Navasaryan, Levon Navasardyan)
06. Paesi Bassi (AVROTROS): O’G3NE – “Lights and Shadows” (Rick Vol – Rick Vol, Rory de Kievit)
07. Molavia (TRM): SunStroke Project – “Hey, Mamma! (Alina Galetcaia – Anton Ragoza, Serghei Ialovitki, Seghei Stepanov, Mihail Cebotarenco)
08. Ungheria (MTV): Joci Pápai – “Origo” (Origin) (József Pápai – József Pápai)
09. Italia (RAI): Francesco Gabbani – “Occidentali’s Karma” (Francesco Gabbani, Fabio Ilacqua, Luca Chiaravalli – Francesco Gabbani, Filippo Gabbani, Luca Chiaravalli)
10. Danimarca (DR): Anja – “Where I Am” (Anja Nissen, Michael D’Arcy, Angel Tupai – Anja Nissen, Michael D’Arcy, Angel Tupai)
11. Portogallo (RTP): Salvador Sobral – “Amar Pelos Dois” (For The Both Of Us) (Luísa Sobral – Luísa Sobral)
12. Azerbaigian (İTV): DiHaj – “Skeletons” (Sandra Bjurman – Isa Melikov)
13. Croazia (HRT): Jacques Houdek – “My Friend” (Jacques Houdek, Ines Prajo, Arjana Kunštek, Fabrizio Laucella – Jacques Houdek, Siniša Reljić, Tony Malm)
14. Australia (SBS): Isaiah – “Don’t Come Easy” (DNA (David Musumeci & Anthony Egizii), Michael Angelo – DNA (David Musumeci & Anthony Egizii), Michael Angelo)
15. Grecia (ERT): Demy – “This Is Love” (Romy Papadea, John Ballard – Dimitris Kontopoulos)
16. Spagna (TVE): Manel Navarro – “Do It For Your Lover” (Manel Navarro, Antonio Rayo “Rayito” – Manel Navarro, Antonio Rayo “Rayito”)
17. Norvegia (NRK): JOWST feat. Aleksander Walmann – “Grab The Moment” (Jonas McDonnell – JOWST (Joakim With Steen))
18. Regno Unito (BBC): Lucie Jones – “Never Give Up On You” (Emmelie de Forest, Daniel Salcedo, Lawrie Martin – Emmelie de Forest, Daniel Salcedo, Lawrie Martin)
19. Cipro (CyBC): Hovig – “Gravity” (Thomas G:son – Thomas G:son)
20. Romania (TVR): Ilinca and Alex Florea – “Yodel It!” (Alexa Niculae – Mihai Alexandru)
21.Germania (ARD): Levina – “Perfect Life” (Lindy Robbins, Dave Bassett, Lindsey Ray – Lindy Robbins, Dave Bassett, Lindsey Ray)
22. Ucraina (NTU): O.Torvald – “Time” (Kamenchuk Yevhen – Zhenia Galych, Denys Miziuk)
23. Belgio (RTBF): Blanche – “City Lights” (Pierre Dumoulin, Ellie Delvaux – Pierre Dumoulin, Emmanuel Delcourt)
24. Svezia (SVT): Robin Bengtsson – “I Can’t Go On” (David Kreuger, Hamed “K-One” Pirouzpanah, Robin Stjernberg – David Kreuger, Hamed “K-One” Pirouzpanah, Robin Stjernberg)
25. Bulgaria (BNT): Kristian Kostov – “Beautiful Mess” (Borislav Milanov, Sebastian Arman, Joacim Persson,Alexander V. Blay, Alex Omar – Borislav Milanov, Sebastian Arman, Joacim Persson,Alexander V. Blay, Alex Omar)

26. Francia (France Televisions): Alma – “Requiem” (Nazim Khaled, Alexandra Maquet – Nazim Khaled)

Lo show continuerà fino a mezzanotte e mezza, per permettere alle 26 nazioni di esibirsi e soprattutto di attendere le elettrizzanti manovre di voto con i collegamenti da tutta Europa (Albania – TVSH, RTSH HD, RTSH Muzikë e Radio Tirana); Armenia – Armenia 1 / 1TV; Australia – SBS; Austria – ÖRF eins; Azerbaigian – İTV; Bielorussia – Belarus-1 / Беларусь 1 e Belarus 24 / Беларусь-24; Belgio – La Une, VivaCité, één e Radio 2; Bulgaria – BNT 1 / БНТ 1; Croazia – HRT 1 e HR 2; Cipro – RIK 1 / ΡΙΚ 1, RIK SAT / ΡΙΚ Sat, RIK HD e Trito Programma; Republica Ceca – ČT1; Danimarca – DR1; Estonia – ETV; Finlandia – Yle TV2; Francia – France 2; Germania – One, Das Erste; Georgia – GPB First Channel / 1TV; Grecia – ERT1 / ΕΡΤ1, ERT HD / ΕΡΤ HD, ERT World / ERT SAT, ERA 1, Voice of Greece / Η Φωνή της Ελλάδας, ERA 5; Ungheria – Duna; Islanda – RÚV e Rás 2; Irlanda – RTÉ One e RTÉ Radio 1; Israele – Channel One / IBA e 88F; Italia – Rai 1 e Radio Rai 1; Lettonia – LTV 1; Lithuania – LRT, LRT HD e LRT Radijas; ERI di Macedonia – MRT 1 / МРТ 1; Malta – TVM; Moldavia – Moldova – Moldova 1, Radio Moldova, Radio Moldova Muzical e Radio Moldova Tineret; Montenegro – TVCG 1 e TVCG SAT, TVCG SAT; Paesi Bassi – NPO 1 / Nederland 1 e BVN; Norvegia – NRK1, NRK3, NRK P1 e NRK Tegnspråk; Polonia – TVP 1 e TVP Polonia (diretta); TVP Rozrywka (differita); Portogallo – RTP1 e RTP Internacional; Romania – TVR1 e TVR HD; San Marino – SMtv San Marino e Radio San Marino; Serbia – RTS 1 / PTC1, RTS HD e RTS Sat / PTS Sat; Slovenia – RTV SLO1, Radio Val 202 e Radio Maribor; Spagna – La 1 / TVE; Svezia – SVT1 e SR P4; Svizzera – SRF 1, RSI La 1 e RTS Un; Ucraina – UA:First e Radio Ukraine; Regno Unito – BBC One e BBC Radio 2) (e non solo – TV: China – Hunan TV; Groenlandia – KNR; Kazakhstan – Khabar Agency; Kosovo – RTK; Stati Uniti – Logo TV). Una serata da non perdere.

A televotare tutti i Paesi in gara quest’anno (inclusi gli eliminati). Il loro voto si unirà al 50% con quello delle giurie internazionali che hanno votato ieri sera e a questa combinazione uscirà il vincitore della sessantaduesima edizione dell’ESC. Nella serata finale, i portavoce riveleranno la votazione della giuria (costituita dai 10 brani più votati dai giurati), mentre i presentatori sveleranno i risultati del televoto, costituiti dalla somma dei 10 brani più votati da ogni singolo Paese, partendo dal Paese che ne ha ricevuti di meno a quello che ne ha ricevuti di più, in tal modo il vincitore della competizione si saprà solo verso la fine della serata; laddove una giuria o un televoto non siano disponibili si procederà tramite un risultato sostitutivo ottenuto tramite un gruppo di giurie di Stati predeterminati dall’EBU-UER.

Gli spettatori italiani potranno esprimere le proprie preferenze sia attraverso il telefono fisso che attraverso SMS (senza potere votare per il nostro paese). Due le modalità di voto abilitate dal nostro Paese:

  • utenze fissa al numero 894.222, digitando il codice di identificazione della canzone scelta.
  • via SMS al numero 475.475.0
  • tramite App ufficiale “EUROVISION SONG CONTEST” per smartphone e tablet Android o Apple

Il Televoto mediante SMS può essere effettuato unicamente da cellulari degli operatori telefonici Telecom Italia (“TIM”), Vodafone, Wind, H3G e Poste Mobile inviando un SMS con il numero di identificazione della canzone scelta al numero 475.475.0.

L’addebito verrà effettuato dall’operatore telefonico sul Conto Telefonico del proprio Cliente in caso di abbonamento o scalato dal credito disponibile in caso di carta ricaricabile.

Per ciascun SMS ricevuto per la conferma di voto (indipendentemente dalla distanza, dall’orario e dalla durata della chiamata) con la quale effettivamente si esprima un voto valido, all’utente verranno addebitati i seguenti importi:

  • per le chiamate da utenza fissa: € 0,51 IVA inclusa;
  • per SMS inviati da utenze TIM, WIND e Poste Mobile: € 0,50 IVA inclusa;
  • per SMS inviati da utenze Vodafone e H3G: € 0,51 IVA inclusa.

L’utente paga soltanto i voti validi. Il numero massimo di voti validi effettuabili da ciascuna utenza telefonica è di 5 (cinque) voti per ciascuna sessione di voto previste. Ricordiamo, inoltre, che non è possibile votare per il proprio paese.

Dal 2013, per votare, è possibile utilizzare anche l’App ufficiale “EUROVISION SONG CONTEST” per sistemi iOS e Android. In questo caso, tutti i possessori di smartphone Android o con iOS (iPhone/iPad) potranno innanzitutto scaricare l’applicazione dell’Eurovision Song Contest 2017 nell’apposito store (App Store e/o Google Play, in base al sistema operativo di utilizzo). I passi successivi saranno quelli di: registrarsi compilando tutti i dati richiesti e collegare il proprio account Paypal (che verrà utilizzato per l’addebito dei costi dei singoli voti inviati). In questo caso il limite di voti inviabili è innalzato a 20 per ogni sessione prevista (nel nostro caso, per la Seconda Semi-Finale e per la finalissima del 13 Maggio) e basterà premere sul tasto “Vote Now” per assegnare la propria preferenza, al costo di € 0,51 iva inclusa a voto.

Inoltre sarà possibile votare non nel corso delle esibizioni, ma soltanto nei 15 minuti a disposizione al termine di tutte le esibizioni.

I 26 Paesi sono stati valutati ieri sera anche dalla Giuria Nazionale e i risultati ottenuti hanno formato un’altra classifica.

Ai 26 Paesi in gara nella Finale verrà attribuito il codice di Televoto (codici da 01 a 26) e i telespettatori potranno esprimere attraverso il Televoto la propria preferenza. I 26 Paesi in gara saranno valutati dalle 42 Giurie Nazionali e dai telespettatori attraverso il Televoto. I risultati del Televoto saranno combinati ai voti della Giuria Nazionale e le 10 canzoni migliori riceveranno un punteggio (punti da 12 a 1) che rappresenta il risultato ufficiale dell’Italia secondo il seguente schema:

  • 12 punti alla canzone che avrà ottenuto il miglior punteggio
  • 10 punti alla canzone che avrà ottenuto il secondo miglior punteggio
  • 8 punti alla canzone che avrà ottenuto il terzo miglior punteggio
  • 7 punti alla canzone che avrà ottenuto il quarto miglior punteggio
  • 6 punti alla canzone che avrà ottenuto il quinto miglior punteggio
  • 5 punti alla canzone che avrà ottenuto il sesto miglior punteggio
  • 4 punti alla canzone che avrà ottenuto il settimo miglior punteggio
  • 3 punti alla canzone che avrà ottenuto l’ottavo miglior punteggio
  • 2 punti alla canzone che avrà ottenuto il nono miglior punteggio
  • 1 punto alla canzone che avrà ottenuto il decimo miglior punteggio

In caso di ex-aequo nella classifica combinata, avrà la posizione migliore in classifica la canzone che avrà conseguito il miglior punteggio nel Televoto.

La classifica finale sarà composta il 50% dal televoto (ma la votazione non potrà riguarda la proposta del proprio Paese: esempio, dall’Italia non sarà possibile votare a Gabbani) e per il restante 50% dal voto delle giurie nazionali, rappresentative di ogni paese.

Quest’anno, per la seconda volta, il voto della giuria e il televoto non formeranno un’unica classifica – come invece avveniva gli scorsi anni: l’edizione 2017 vedrà i voti delle giurie nazionali, espresse nella classica scala da 1 a 12, venire annunciati prima di quelli del televoto. Solo in un secondo momento verrà comunicato il televoto espresso dalle 42 nazioni in gara, non suddiviso paese per paese ma aggregato in un unico dato. In questo modo, il nome del vincitore della competizione sarà reso noto solamente alla fine della serata.

The official emojis for the 2017 Eurovision Song Contest.png

Per chi si divertirà a commentare le tre serate sui social network: il team creativo dell’Eurovision Song Contest ha collaborato con quello di Twitter per la creazione di 3 emojis che accompagneranno gli hashtag promozionali dell’edizione 2017 della manifestazione. Il simbolo dell’Eurovision Song Contest, il cuore, apparirà quando si digiteranno gli hashtag #ESC2017 e #Eurovision. Il simbolo dei vincitori, il microfono di cristallo, apparirà quando si digiteranno gli hashtag #12Points e #douzepoints. L’ultimo emoji avrà il logo di questa edizione e apparirà quando si digiterà l’hashtag #CelebrateDiversity, che è lo slogan dell’edizione di quest’anno.

L’Italia è tornata nel concorso nel 2011, dopo una lunga assenza: Nel 2011 Raphael Gualazzi si è classificato 2°; nel 2012 Nina Zilli si è piazzata al 9° posto; nel 2013 Marco Mengoni è arrivato 7°; nel 2014 21ᵃ posizione per Emma Marrone; nel 2015 Il Volo è risultato 3° in classifica ma ha vinto con ampio margine il televoto pan-europeo.

L’Italia ha vinto due volte, con Gigliola Cinquetti nel 1964 (Non ho l’età) e con Toto Cutugno nel 1990 (Insieme: 1992). Gli ABBA hanno vinto nel 1974 con Waterloo, Céline Dion nel 1988 in rappresentanza della Svizzera. Domenico Modugno con Nel blu dipinto di blu arrivò terzo nel 1958.

Molti grandi artisti hanno partecipato per l’Italia: Al Bano, Battiato, Mia Martini, Tozzi, Raf, ecc.

Ogni singola giuria non può votare per il concorrente della propria nazione. Ogni Paese non potrà votare per se stesso.

Da ricordare, che Francesco Gabbani è tra i favoriti per i bookmakers, che lo vedono vincente con quote intorno al 2.50, assieme al Portogallo, che ha più o meno le stesse chance secondo i siti specializzati. Terzo incomodo la Bulgaria, data intorno al 4.75, mentre più indietro troviamo Belgio a 15, Regno Unito a 29 e Svezia a 34.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...