ESC 2017: Ecco i risultati separati di giurie e televoto


18301317_10155286059438007_5136410593120445483_n

Come da regolamento, per aumentare la trasparenza dei risultati, gli organizzatori dell’Eurovision Song Contest 2017 hanno deciso di rivelare i risultati completi di giurie e televoto per ogni Paese partecipante.

Sono uscite anche le classifiche separate di televoto e giurie per le due Semifinali.

Nella Prima Semi-Finale, nessuna sorpresa nelle due Semifinali, vinte da Portogallo e Bulgaria, in entrambi i casi vincitori sia per il televoto che per la giuria e con distacchi abissali nella classifica combinata.

Ottimo quinto posto per Cipro nella combinata della Prima Semi-Finale con la Georgia che resta fuori di pocho. Un solo punto per la pur contemporanea proposta lettone dalle giurie, male la Repubblica Ceca al televoto.

Nella seconda il risultato di San Marino, un solo punto al televoto, preso in Germania, parla da solo: è il peggior esito di sempre per San Marino. Ma anche lo zero al televoto di Malta è un tonfo pesantissimo. La grande sconfitta è l’Estonia, sesta al televoto (che premiava anche la Svizzera), penultima per la giuria che ne ha punito la performance.

È possibile consultare i risultati completi Giurie e Televoto della Prima Semi-Finale, Seconda Semi-Finale e Finale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Prima Semi-Finale ha visto trionfare il Portogallo con 370 punti (173 dalle giurie più 197 dal televoto), seguito dalla Moldavia con 291 punti (111 dalle giurie più 180 dal televoto), e dalla Svezia con 2227 punti (124 dalle giurie più 103 dal televoto).

First Semi-Final

  1. Svezia (Postcard): Robin Bengtsson – I Can’t Go On, 227 punti – 3° posto
  2. Georgia (Postcard): Tamara Gachechiladze (თამარა გაჩეჩილაძე) – Keep the Faith, 99 punti – 11° posto
  3. Australia (Postcard): Isaiah Firebrace – Don’t Come Easy, 160 punti – 6° posto
  4. Albania (Postcard): Lindita – World, 76 punti – 14° posto
  5. Belgio (Postcard): Blanche – City Lights, 165 punti – 4° posto
  6. Montenegro (Postcard): Slavko Kalezić – Space, 56 punti – 16° posto
  7. Finlandia (Postcard): Norma John – Blackbird, 92 punti – 12° posto
  8. Azerbaigian (Postcard): Dihaj – Skeletons, 150 punti – 8° posto
  9. Portogallo (Postcard): Salvador Sobral – Amar pelos dois (Loving for both of us), 370 punti – 1° posto
  10. Grecia (Postcard): Demy – This Is Love, 115 punti – 10° posto
  11. Polonia (Postcard): Kasia Moś – Flashlight, 119 punti – 9° posto
  12. Moldavia (Postcard): SunStroke Project – Hey, Mamma!, 291 punti – 2° posto
  13. Islanda (Postcard): Svala Björgvinsdóttir – Paper, 60 punti – 15° posto
  14. Repubblica Ceca (Postcard): Martina Bárta – My Turn, 83 punti – 13° posto
  15. Cipro (Postcard): Hovig – Gravity, 164 punti – 5° posto
  16. Armenia (Postcard): Artsvik – Fly with Me, 152 punti – 7° posto
  17. Slovenia (Postcard): Omar Naber – On My Way, 36 punti – 17° posto
  18. Lettonia (Postcard): Triana Park – Line, 21 punti – 18° posto

La Seconda Semi-Finale è stata vinta dalla Bulgaria con 403 punti (199 dalle giurie più 204 dal televoto), al secondo posto l’Ungheria con 231 punti (66 dalle giurie più 165 dal televoto), mentre al terzo posto c’è Israele con 207 punti (75 dalle giurie più 132 dal televoto).

Second Semi-Final

  1. Serbia (Postcard): Tijana Bogićević (Тијана Богићевић) – In Too Deep, 98 punti – 11° posto
  2. Austria (Postcard): Nathan Trent – Running on Air, 147 punti – 7° posto
  3. ERI di Macedonia (Postcard): Jana Burčeska (Јана Бурческа) – Dance Alone, 69 punti – 15° posto
  4. Malta (Postcard): Claudia Faniello – Breathlessly, 55 punti – 16° posto
  5. Romania (Postcard): Ilinca feat. Alex Florea – Yodel It!, 174 punti – 6° posto
  6. Paesi Bassi (Postcard): O’G3NE – Lights and Shadows, 200 punti – 4° posto
  7. Ungheria (Postcard): Joci Pápai – Origo (Origin), 231 punti – 2° posto
  8. Danimarca (Postcard): Anja Nissen – Where I Am, 101 punti – 10° posto
  9. Irlanda (Postcard): Brendan Murray – Dying to Try, 86 punti – 13° posto
  10. San Marino (Postcard): Valentina Monetta& Jimmie Wilson – Spirit of the Night, 1 punto – 18° posto
  11. Croazia (Postcard): Jacques Houdek – My Friend, 141 punti – 8° posto
  12. Norvegia (Postcard): JOWST feat. Aleksander Walmann – Grab the Moment, 189 punti – 5° posto
  13. Svizzera (Postcard): Timebelle – Apollo, 97 punti – 12° posto
  14. Bielorussia (Postcard): Naviband – Story of My Life (Historyja majho žyccia, Гісторыя майго жыцця), 110 punti – 9° posto
  15. Bulgaria (Postcard): Kristian Kostov (Кристиан Костов) – Beatiful Mess, 403 punti – 1° posto
  16. Lituania (Postcard): Fusedmarc – Rain of Revolution, 42 punti – 17° posto
  17. Estonia (Postcard): Koit Toome & Laura – Verona, 85 punti – 14° posto
  18. Israele (Postcard): IMRI (Imri Ziv, אימרי זיו) – I Feel Alive, 207 punti – 3° posto

Il risultato del televoto italiano è disponibile sul sito RAI.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco i migliori piazzamenti degli italiani all’Eurovision Song Contest: 

  • 1° posto: Gigliola Cinquetti (1964), Toto Cutugno (1990)
  • 2° posto: Gigliola Cinquetti (1974), Raphael Gualazzi (2011)
  • 3° posto: Domenico Modugno (1958), Emilio Pericoli (1963), Wess & Dori Ghezzi (1975), Umberto Tozzi & Raf (1987), Il Volo (2015)
  • 4° posto: Mia Martini (1992), Jalisse (1997)
  • 5° posto: Betty Curtis (1961), Bobby Solo (1965), Massimo Ranieri (1971), Alice & Franco Battiato (1984).

Una finale che si è conclusa col botto quella degli Eurovision Song Contest 2017. Dopo la proposta di matrimonio in eurovisione di qualche giorno fa, l’ultima serata si porta a casa il record di ascolti, ma anche qualche sorpresa con un’irruzione inaspettata sul palco dell’evento.

È accaduto durante la finalissima andata in onda sabato su Rai 1, un uomo con la bandiera australiana è salito sul palco mentre si esibiva la vincitrice della passata edizione, Jamala, ed è riuscito ad abbassarsi i pantaloni e a mostrare il suo lato b a tutti prima che la sicurezza lo bloccasse e lo portasse via con forza. La cantante non deve essere stata turbata: non ha smesso di cantare e ha continuato la sua performance come se nulla fosse.

Sotto le mentite spoglie dell’eurofan con la bandiera australiana si celava in realtà Vitalii Sediuk, un giornalista ucraino noto per i suoi modi “irriverenti” che ora rischia – parola del Ministro degli Interni Ucraino – ben 5 anni di carcere per “violenza negli stadi”. Forse troppo, ma è certo che il pubblico è rimasto letteralmente senza parole.

  1. Israele (Postcard): IMRI (Imri Ziv, אימרי זיו) – I Feel Alive, 39 punti – 23° posto
  2. Polonia (Postcard): Kasia Moś – Flashlight, 164 punti – 22° posto
  3. Bielorussia (Postcard): Naviband – Story of My Life (Historyja majho žyccia, Гісторыя майго жыцця), 83 punti – 17° posto
  4. Austria (Postcard): Nathan Trent – Running on Air, 93 punti – 16° posto
  5. Armenia (Postcard): Artsvik – Fly with Me, 79 punti – 18° posto
  6. Paesi Bassi (Postcard): O’G3NE – Lights and Shadows, 150 punti – 11° posto
  7. Moldavia (Postcard): SunStroke Project – Hey, Mamma!, 374 punti – 3° posto 
  8. Ungheria (Postcard): Joci Pápai – Origo (Origin), 200 punti – 8° posto
  9. Italia (Postcard): Francesco Gabbani – Occidentali’s Karma (Westerners’ Karma) , 334 punti – 6° posto
  10. Danimarca (Postcard): Anja Nissen – Where I Am, 77 punti – 20° posto
  11. Portogallo (Postcard): Salvador Sobral – Amar pelos dois (Loving for both of us), 758 punti – 1° posto
  12. Azerbaigian (Postcard): Dihaj – Skeletons, 120 punti – 14° posto
  13. Croazia (Postcard): Jacques Houdek – My Friend, 128 punti – 13° posto
  14. Australia (Postcard): Isaiah Firebrace – Don’t Come Easy, 173 punti – 9° posto
  15. Grecia (Postcard): Demy – This Is Love, 77 punti – 19° posto
  16. Spagna (Postcard): Manel Navarro – Do It for Your Lover, 5 punti – 26° posto
  17. Norvegia (Postcard): JOWST feat. Aleksander Walmann – Grab the Moment, 158 punti – 10° posto
  18. Regno Unito (Postcard): Lucie Jones – Never Give Up on You, 111 punti – 15° posto
  19. Cipro (Postcard): Hovig – Gravity, 68 punti – 21° posto
  20. Romania (Postcard): Ilinca feat. Alex Florea – Yodel It!, 282 punti – 7° posto
  21. Germania (Postcard): Levina – Perfect Life, 6 punti – 25° posto
  22. Ucraina (Postcard): O.Torvald (Оторвальд) – Time, 36 punti – 24° posto
  23. Belgio (Postcard): Blanche – City Lights, 363 punti – 4° posto
  24. Svezia (Postcard): Robin Bengtsson – I Can’t Go On, 344 punti – 5° posto
  25. Bulgaria (Postcard): Kristian Kostov (Кристиан Костов) – Beatiful Mess, 615 punti – 2° posto
  26. Francia (Postcard): Alma – Requiem, 135 punti – 12° posto

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...