ESC 2017: Salvador Sobral accolto come un campione del mondo


arrivo-sobral-eurovision-2017-aeroporto-1-768x427.jpg

Un autentico bagno di folla in occasione del ritorno in patria di Salvador Sobral, il vincitore dell’Eurovision Song Contest 2017 per il Portogallo. 

Migliaia le persone in trepidante attesa del cantante e jazzista all’aeroporto Humberto Delgado. Una autentica celebrazione della prima storica vittoria portoghese, arrivata alla quarantanovesima partecipazione all’Eurovision e nell’anno in cui RTP ha festeggiato 50 anni dalla prima trasmissione ufficiale.

Con il volo TAP 839, Salvador Sobral è atterrato, insieme a tutto il suo team, compresa la sorella Luísa, all’aeroporto di Lisbona alle 15:40. All’uscita dal gate, è stato immediatamente intervistato dai microfoni della TV nazionale RTP. “No, non sono un eroe nazionale” – chiarisce subito il cantante – “semplicemente, quello che mi piace fare è cantare, è fare musica. Non mi sento di essere speciale, faccio semplicemente quello che mi piace“.

Allestita, in una apposita sala dell’aeroporto, una conferenza stampa per raccogliere le primissime dichiarazioni del cantante. “È una vittoria che può anche servire a cambiare l’Eurovision Song Contest”, risponde il cantante a una prima domanda, collegandosi alla dichiarazione fatta subito dopo l’annuncio della vittoria, in cui ha ricordato come sia necessario tornare a “sentire” la musica, liberandosi della “fast-food music”, così come l’ha lui stessa definita.

Una vittoria in lingua portoghese, che non ha impedito al pubblico di comprendere il significato di “Amar Pelos Dois”: “il linguaggio è la musica“, ha sottolineato l’artista portoghese, “e ogni volta che potevo, ho parlato in portoghese. Non è una questione di nazionalismo, ma serve a mostrare la nostra cultura”, ha aggiunto.

“La musica portoghese è molto più di ciò che normalmente arriva all’estero”, ha continuato Salvador Sobral: “Non voglio essere presuntuoso, ma credo che questa vittoria rappresenti un grande passo in avanti per la musica portoghese”, ha concluso.

Al termine della breve conferenza stampa con i principali media del paese, Sobral è stato scortato nella hall dell’aeroporto di Lisbona, dove ha sperimentato un autentico bagno di folla, degno di un campione del mondo. La polizia ha dovuto allestire un vero e proprio cordone di sicurezza per permettere al cantante di giungere all’auto che lo ha condotto fuori dall’hub aeroportuale.

Alla comparsa del vincitore dell’Eurovision 2017, e anche durante l’attesa, le persone riunitesi hanno più volte intonato la canzone vincitrice “Amar Pelos Dois”, proprio come fosse diventato un nuovo inno nazionale, e hanno accolto Sobral al grido di “Portugal!”. Non possiamo che unirci a questo clima di festa: parabéns, Salvador!

Il cantante portoghese Salvador Sobral, con il pezzo “Amar pelos dios” , si è aggiudicato la 62esima edizione dell’Eurovision song contest tenutasi a Kiev. La sua voce fragile ha affascinato l’Europa e conquistato il cuore degli spettatori. 

Grande delusione per l’Italia, tra i favoriti della vigilia, con Francesco Gabbani e la sua ‘Occidentali’s Karma’, che ha ottenuto il sesto posto, penalizzato dalle giurie, la canzone di Francesco Gabbani ha ottenuto il quinto posto al televoto. Il Portogallo, invece, ha trionfato sia nelle giurie che nel televoto.

L’anno prossimo, come di consueto, il festival si terrà in Portogallo, paese del vincitore dell’edizione di quest’anno. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...