Sanremo 2018: Continua il toto-nome con Amadeus e Mika tra i favoriti per la conduzione – Aggiornato


mika-amadeus1.jpg

A pochi giorni dalla rivelazione del nome del presentatore del prossimo Festival, Amadeus (conduttore) e Mika (cantante) sarebbero in testa nella rosa dei candidati papabili.

Così sostiene ADNkronos, secondo cui nel toto-nome il presentatore e il cantante dominerebbero a pari merito i pronostici. 

È sempre più vicino il giorno in cui la Rai ufficializzerà il nome del conduttore del prossimo Festival di Sanremo, dopo la presentazione dei palinsesti Rai e di quelli Mediaset, la conduzione del prossimo festival è ora l’annuncio più atteso sulla prossima stagione televisiva.

Un annuncio che negli ultimi anni è spesso avvenuto contestualmente a quello dei programmi autunnali Rai, anche perché si trattava nelle ultime due tornate di contratti pluriennali per la conduzione e la direzione artistica del festival: sia per Fabio Fazio nel 2013 e 2014, sia nell’ultimo triennio per Carlo Conti.

Quest’anno invece la notizia non è arrivata ancora e intanto sul web si rincorrono i “rumors” (qualcuno più credibile di altri) sul conduttore che raccoglierà la difficile eredità del triennio di Carlo Conti e il biennio di Fabio Fazio.

È molto probabile che Sanremo 2018 sarà presentato da un esordiente nella conduzione del Festival, dal momento che i ‘senior’ dell’Ariston sono già impegnati o hanno già detto no. Nel periodo della kermesse, Paolo Bonolis sarà alle prese con Music, nuovo programma in prima serata firmato Mediaset; Carlo Conti, già nel dicembre 2016 aveva annunciato che quello del 2017 sarebbe stato il suo terzo e ultimo Festival; rimarrebbe sospeso il nome di Fabio Fazio, che nel suo contratto avrebbe un’opzione sanremese, ma visto il trasloco di Che tempo che fasu Rai1 con il piano di 32 puntate nel prime time della domenica e 32 nella seconda serata del lunedì, pare pressoché impossibili che si parli di guidare l’Ariston nel 2018.

Ma la scelta potrebbe cadere invece su Amadeus e Mika, due nomi di spicc, per questioni artistiche: Amadeus, forte dell’ottima performance ottenuta con ‘I soliti ignoti – Il ritorno’, accompagnato magari da una squadra di cui potrebbe far parte un altro conduttore o conduttrice e forse anche un comico o un outsider del mondo musicale e Mika, riconfermato per una nuova stagione di Casa Mika, sarà difficile immaginare il cantante inglese affrontare in solitaria il palco dell’Ariston, e a questo punto potrebbe aprire la strada ad altri conduttori già noti al pubblico: Alessandro Cattelan, che ha già dichiarato di sentirsi  pronto per il Festival e, chiuso a dicembre la nuova edizione di X Factor, avrebbe il tempo per prepararsi all’Ariston e Fabrizio Frizzi.

Un’altra ipotesi su cui al momento si sta lavorando sembrerebbe proprio questa: una conduzione a tre, suddivisa tra  Pippo Baudo, pilastro del Festival e assente da Sanremo dal 2008, quando proclamò vincitori Giò di Tonno e Lola Ponce, assieme a due giovani leve che nell’ultimo anno hanno dato prova di piacere anche al pubblico Rai. Mika, pop-star anglo libanese, già giudice di X Factor, ha raccolto consensi lo scorso autunno con il suo show in onda su Rai 2 Stasera Casa Mika (consensi che, tuttavia, non sono stati accompagnati da ascolti propriamente trionfali). E una esperienza simile è toccata, più recentemente, a Virginia Raffaele: la comica romana, già a Sanremo due anni fa, ha portato a termine prima dell’estate l’esperimento di Facciamo che io ero. In questo caso, tuttavia, tornerebbe in un ruolo che le è più congeniale.

Tre comprimari, oppure un conduttore principale con due spalle? Presto per dirlo. In ogni caso questi tre nomi hanno già calcato il palco dell’Ariston in diverse occasioni: Pippo Baudo è il recordman, dal momento che ne è stato conduttore per addirittura tredici edizioni. Mika, in veste di ospite, è stato a Sanremo nel 2007 e nel 2017, mentre Virginia Raffaele è stata la spalla comica nel 2016 ed è tornata come ospite nel 2017 con una discussa imitazione di Sandra Milo.

• Festival di Sanremo, i conduttori e il numero di presentazioni:

13 Pippo Baudo
11 Mike Bongiorno
5 Nunzio Filogamo
4 Fabio Fazio
3 Claudio Cecchetto
3 Carlo Conti
3 Gabriella Farinon (come valletta)
2 Nuccio Costa
2 Gabriella Carlucci
2 Paolo Bonolis
2 Gianni Morandi
2 Luciana Littizzetto
2 Maria Giovanna Elmi (1 come valletta)
2 Antonella Clerici (1 come valletta)
2 Maria De Filippi (1 come valletta solo per una serata)
2 Maria Teresa Ruta (come valletta)
2 Anna Pettinelli (come valletta)
2 Piero Chiambretti (come co-conduttore)
2 Tiziana Pini (come valletta, di cui la prima volta solo per una serata)

Bianchieri.jpg

Nel frattempo sul cambio location per il Festival di Sanremo 2018, il sindaco Biancheri dalla sua pagina Facebook interviene in merito alla questione della location del Festival di Sanremo, esclude l’ipotesi Valle Armea e analizza “Il progetto Palafestival non sarà immediato”.

Il sindaco Alberto Biancheri dalla sua pagina Facebook interviene in merito alla questione della location del Festival di Sanremo: “Il Festival di Sanremo 2018 non si svolgerà in Valle Armea. Difficile ipotizzare una manifestazione in valle Armea; tra i vari motivi, su tutti citerei le mancate ricadute positive sul nostro tessuto commerciale; inoltre verrebbe meno la possibilità di aprire ancor di più l’evento alla città e di avvicinare gli artisti al pubblico che vive e anima quella settimana, andando in controtendenza alle iniziative che in questi anni abbiamo messo in campo e che hanno ottenuto ottimi riscontri, come, ad esempio, il red carpet”.

Il primo cittadino fa un pò di chiarezza sulla possibilità che la kermesse canora lasci il Teatro Ariston per altri spazi. “Il Festival di Sanremo potrà cambiare location in futuro solo se si troverà un insieme di condizioni favorevoli a livello urbanistico, imprenditoriale e commerciale; è un progetto molto ambizioso ma altresì molto complesso: dovrà nascere in una zona non lontana dal centro cittadino e dovrà coniugare lo sviluppo di Sanremo in termini di attrattiva alle esigenze artistiche della Rai, avete presente come sono le grandi arene dove si svolgono i principali Festival in Europa? – chiede il sindaco – Sì, parlo di un’ipotesi di progetto Palafestival e no, non sarà certo una cosa immediata. Fintanto che questa progettualità futura non si concretizzerà, il Festival rimarrà all’Ariston, checché ne dica qualcuno. A proposito, manca solo che si ipotizzi il prato di San Romolo come sede della nuova location e poi le ho sentite tutte”.

“Veniamo all’aspetto più importante. É prematuro oggi parlare di toto-presentatori o ipotizzare nuovi scenari di sviluppo futuro. – conclude Biancheri – É prematuro farlo semplicemente perché ad oggi non esiste ancora una nuova convenzione quella in essere scadrà a fine anno. Sulle trattative, che procedono tra l’altro molto lentamente, non voglio aggiungere niente in questa fase. Quel che è certo è che il Festival nell’ultimo triennio si è rilanciato alla grande ed io in ogni sede, come sempre, difenderò con forza gli interessi di Sanremo. A oltranza”.

Aggiornamento 07.15.2017: Mika non condurrà il Festival di Sanremo 2018. Il cantante libanese ospite del ‘Giffoni Film Festival’, ha chiarito che non presenterà il ‘Festival di Sanremo 2018’. Ha smentito, così, un’indiscrezione che circolava ormai da mesi: “Condurre Sanremo? Sarebbe un enorme onore ma non lo farò. Non riesco a immaginare con le mie tempistiche come riuscirei a farlo. Io non sono un conduttore, quello è un mestiere che altri fanno molto meglio di me, potrei farlo solo nel mio stile, e richiederebbe tempo per prepararlo”.

Continua, dunque, il toto nomi. Alla luce delle parole di Mika, decadono anche i rumour che parlavano di una conduzione a tre, con il cantante, Pippo Baudo e Virginia Raffaele, come aveva anticipato DavideMaggio. Tra i nomi che sono circolati con più insistenza ci sono anche Amadeus, Fabrizio Frizzi e Fabio Fazio, che secondo quanto rivelato da Dagospia, nel suo nuovo contratto sarebbe prevista anche la conduzione di Sanremo 2018. A dirlo la propria RAI, rispondendo a una interrogazione fatta dall’onorevole Renato Brunetta alla commissione di Vigilanza, ha affermato che il discusso (per l’ingente importo) contratto di Fazio consta di ‘una esclusiva per quattro stagioni televisive che prevede le prestazioni artistiche a 32 prime serate e 32 seconde serate del programma ‘Che tempo che fa’ e/o programmi analoghi oltre a eventuali ulteriori prestazioni artistiche relative a prime serate di intrattenimento (serate evento o cicli), prime serate di carattere istituzionale e al Festival di Sanremo’.

Colui che condurrà il Festival di Sanremo 2018 potrebbe essere svelato in via definitiva, già entro la fine di questo mese, l’ultima seduta del Cda prima delle vacanze dovrebbe tenersi il 27 luglio, mentre le pratiche da sottoporre all’approvazione della direzione generale andranno inviate entro il primo agosto. In quella data potrebbe essere rivelato il nome di colui che presenterà la nuova edizione del Festival sul palco dell’Ariston.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...