ESC LUSSEMBURGO 1973


Periodo: Sabato, 7 aprile 1973
Presentatore (i): Helga Guitton
Trasmesso da:  Compagnie Luxembourgeoise de Télédiffusion (CLT) / RTL
Sede:  Grand Théâtre / Théâtre Municipal de la Ville de Luxembourg (Lussemburgo Città, Lussemburgo)
Brano vincitore: PremioTu te reconnaîtras” – Anne-Marie David (Lussemburgo) (4°)
Participanti: 17 paesi
Debuttanti: Israele
Ritorni: Nessuno
Ritiri: Nessuno
Nil Points: Nessuno.
Struttura di voto: Ognuno dei due membri della giuria per ogni paese (uno tra 16 e 25 anni e l’altro tra 25 e 55 anni) votano ogni canzone con un punteggio da 1 a 5 punti.
Orchestra: Diretta dai maestri: Esad Arnautalic, Francis Bay, Juan Carlos Calderón, Pierre Cao, Jean Claudric, Carsten Clouman, Monica Dominique, Nurit Hirsh, David MacKay, Colman Pearce, Jorge Costa Pinto, Enrico Polito, Hervé Roy, Ossi Runne, Günther-Eric Thöner, Harry van Hoof e Jean-Claude Vannier.
Intervallo: Charlie Rivel

Logo ESC 1973

Il diciottesimo Gran Premio Eurovisione della Canzone si tenne a Lussemburgo (Lussemburgo il 7 aprile 1973.

ordine  paese interprete(i) canzone – traduzione PUNTeggio  posizione
01 Flag of FinlandYLE Marion Rung Tom Tom Tom 093 06
02 Flag of BelgiumBRT Nicole & Hugo Baby, baby 058 17
03 Flag of PortugalRTP Fernando Tordo Tourada (Bullfight) 080 10
04 Flag of GermanyARD Gitte Junger tag (Young day) 085 08
05 Flag of NorwayNRK Bendik Singers It’s just a game (Å for et spill) 089 07
06 Flag of MonacoTMC Marie  Un train qui part (A train that leaves) 085 08
07 Flag of SpainTVE Mocedades Eres tú (It’s you) 125 02
08 Flag of SwitzerlandSSR SRG Patrick Juvet Je vais me marier, Marie (I’m getting married, Marie)  079 12
09 Flag of YugoslaviaJRT Zdravko Čolić (Здравко Чолић) Gori vatra (Гори ватра, The fire is burning) 065 15
10 Flag of ItalyRAI Massimo Ranieri Chi sarà con te (Who will be with you) 074 13
11 Flag of LuxembourgCLT Anne-Marie David Tu te reconnaîtras (You will recognise yourself) 129 01
12 Flag of SwedenSR The Nova and The Dolls You’re summer [Sommar’n som aldrig säger nej (Your Summer (You Never Tell Me No)] 094 05
13 Flag of The NetherlandsNOS Ben Cramer De oude muzikant (The old musician) 069 14
14 Flag of IrelandRTÉ Maxi Do I dream? 080 10
15 Flag of United KingdomBBC Cliff Richard Power to all our friends 123 03
16 Flag of FranceORTF Martine Clémenceau Sans toi (Without you) 065 15
17 Flag of IsraelIBA Ilanit (חנה) Ey sham (אי שם, Somewhere) 097 04

Partecipazione mancate

• Malta: “?” () – ?. Malta was drawn to perform in 6th place between Norway and Monaco, but the Maltese broadcaster withdrew before the deadline to select an entry.

Paesi partecipanti

A coloured map of the countries of Europe

Transmitirá a 2º semifinal noutro horário. Paesi partecipanti Transmitirá a 1º semifinal em direto. Paesi che hanno partecipato in passato, ma non nel 1973

Nel 1973 Malta (dopo due ultimi posti) e Austria decisero di non partecipare al concorso, mentre Israele, il primo paese non europeo, ma comunque membro dell’EBU-UER, fece il suo debutto, così da richiedere un rinforzo nelle misure di sicurezza dopo i terribili fatti delle Olimpiadi di Monaco ’72, ricorderà Terry Wogan (storico telecronista della BBC per l’Eurovision, fino al 2008) che veniva suggerito al pubblico di non alzarsi in piedi nell’applaudire le canzoni, pena uno spiacevole azionamento delle pistole. Si classificò al quarto posto. Le nazioni sono quindi 17.

Il gruppo svedese ‘Malta’ cambiò il suo nome per non essere confuso con l’isola, sebbene questa non partecipasse.

La regola sulla lingua nella quale la canzone doveva essere interpretata, fu cambiata, lasciando liberi i partecipanti di scegliere in quale idioma cantare. Ne approfitteranno Finlandia, Germania e Svezia, senza comunque arrivare alla vittoria.

Tre sono gli artisti di ritorno. Per la Finlandia, c’è Marion Rung (prec. 1962). Per il Regno Unito, c’è nientemeno che Cliff Richard (prec. 1968). Per l’Italia, c’è Massimo Ranieri (prec. 1971).

Il voting è lo stesso di 1971 e 1972: due giurati, 16-25 e 26-55 anni, ognuno con possibilità di dare da 1 a 5 punti (totale: da 2 a 10 punti possibili). Quindi, niente nul points.

Il Lussemburgo conquistò, ancora, il primo posto con “Tu te reconnaitras”, interpretata da Anne-Marie David. Per la terza volta di seguito vinse, quindi una canzone in francese. 

“Tu te reconnaitras”, avrà anche due differenti versioni italiane, Il letto del re e Non si vive di paura, oltre a quelle spagnola, tedesca e inglese. E sarà anch’essa un successo in Europa.

Il 1973 è uno degli anni più ricchi in assoluto in termini musicali. Sul podio finiscono tre personaggi, e tre canzoni, che brillano tutti di luce propria.

Il noto artista Patrick Juvet, rappresentante della Svizzera, si classificò al dodicesimo posto con “Je vais me marier, Marie”, mentre Cliff Richard ritorna al “Gran Premio dell’Eurovisione”, col brano “Power to all our friends”, per il Regno Unito, classificandosi terzo ed entra tra le prime cinque canzoni della hit parade britannica.

Al secondo posto, arrivano i Mocedades, con Eres tu, per la Spagna. Loro inizieranno ad avere una fama smisurata, e parallelamente la canzone sfonderà non solo in Europa, ma nel mondo. A tutt’oggi, è l’unica canzone interamente in spagnolo ad essere entrata nella top 10 della Billboard americana (n° 9 per la precisione), oltre ad aver avuto una quantità pressoché inelencabile di cover e un’alta diffusione nel Sudamerica.

Massimo Ranieri ritorna all’Eurofestival con il brano “Chi sarà con te”, classificando l’Italia al tredicesimo posto.

Tabellone dei risultati:

Scoreboard - Eurovision Song Contest 1973

Nel 1973, l’Italia rispedisce Massimo Ranieri in Europa a seguito del suo nuovo successo a Canzonissima, che fra l’altro gli frutta la fama di una canzone che, a distanza di 40 anni, è ancora molto ricordata: Erba di casa mia. Ed è proprio la canzone che il pubblico avrebbe voluto vedere in Europa.

Invece, Ranieri non è della stessa idea, e così, due anni dopo L’amore è un attimo, porta Chi sarà (con te). E’ una canzone decisamente diversa tanto da L’amore è un attimo quanto dal suo recente successo, ma non fa neanche presa sui giurati europei, che la posizionano al tredicesimo posto con 74 punti.

Dopo il suo secondo Eurovision, Ranieri prosegue le sue quattro carriere parallele: musica, teatro, tv, cinema. Davanti al microfono partecipa all’ultima edizione di Canzonissima (datata 1974) e di varie incisioni in napoletano, davanti alla platea porta in scena quattro rappresentazioni teatrali negli Anni ‘70, davanti al ciak si cimenta in diversi film (uno dei quali dedicato alla figura di Salvo D’Acquisto), davanti alla telecamera va con tranquillità dai telefilm ai varietà televisivi, finanche al doppiaggio (che effettua raramente, ma effettua: nel ‘78 doppia Mercuzio in un riadattamento di Romeo e Giulietta per la regia di Alvin Rakoff).

Negli Anni ‘80, Ranieri si fa sempre più attore, cimentandosi in rappresentazioni di Bertold Brecht che lo portano in giro per l’Europa, ma anche in un certo numero di film, spesso per la regia di Alfredo Giannetti, ma anche per quella di Steno.

Nel 1988, il ritorno alla musica è di quelli prepotenti. Al Festival di Sanremo, presenta Perdere l’amore. La vittoria è schiacciante, il successo nazionale, la canzone ormai iconica. C’è anche un retroscena dietro Perdere l’amore: era stata infatti presentata da Gianni Nazzaro alle selezioni del Festival 1987, venendo scartata. Nazzaro avrebbe poi manifestato il suo malcontento per molti anni.

Ranieri ha partecipato per altre tre volte al Festival: nel 1992 con Ti penso (5° posto), nel 1995 con La vestaglia (15° posto), nel 1997 con Ti parlerò d’amore (finalista).

Pochi anni dopo l’ultimo Sanremo, incide un’ampia raccolta di canzoni napoletane. Di lì a poco, riprende ancora in mano teatro e tv, ma per diventare egli stesso regista dei suoi spettacoli, da “Canto perché non so nuotare… da 40 anni” al recente “Sogno e son desto”, che è diventato anche un programma tv dagli ottimi risultati di ascolto su Rai1.

In più di 50 anni di carriera, colui che all’anagrafe è Giovanni Calone ha venduto 14 milioni di dischi, su una pubblicazione totale di 31 album e 36 singoli.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...