FESTIVAL DI SANREMO


Il Festival della Canzone Italiana di Sanremo, comunemente noto come Festival di Sanremo, è una manifestazione canora che ha luogo ogni anno a Sanremo, in Italia, a partire dal 1951.

Le prime edizioni del Festival erano trasmesse per radio e si svolgevano al Casinò di Sanremo. Dal 1977 il concorso si è spostato al Teatro Ariston diventando un evento televisivo, trasmesso in Eurovisione da Raiuno, il primo canale della tv pubblica italiana.

Il Festival nacque quando l’Amministrazione del Comune di Sanremo, città da sempre meta turistica (nel 1874 vi soggiornarono l’Imperatrice di Russia e la famiglia del Duca d’Aosta), decide subito dopo la conclusione della seconda guerra mondiale un rilancio della città, e in particolare del Casinò Municipale che era stato inaugurato il 29 gennaio 1905, affidando ad Amilcare Rambaldi (esportatore di fiori per professione, ma con una grande passione per la musica) la definizione di un progetto per la realizzazione di nuove iniziative culturali. Rambaldi propone tra le altre cose anche un Festival di Canzoni, ma l’idea viene subito accantonata (Anno 1945). 

Sei anni più tardi, grazie anche all’interessamento dall’industriale Pier Busseti, gestore del Casinò di Sanremo, e del nuovo addetto stampa, l’autore radiofonico Angelo Nizza, l’idea finì sulla scrivania del direttore dei programmi radiofonici, il maestro Giulio Razzi.

A Razzi l’idea piacque molto, ed insieme a Busseti, iniziò a svilupparla, definendo il regolamento e prendendo contatto con le Case discografiche dell’epoca. Fino a quando, in quella storica serata del 29 gennaio 1951, Angelini e Filogamo diedero il via al Festival di Sanremo. 

La manifestazione canora italiana più longeva e famosa del panorama musicale italiano nasce nel 1951. 20 canzoni in gara affidate a tre soli interpreti.

Dopo sole quattro edizioni, la manifestazione approda definitivamente in televisione, e ottiene uno straordinario successo fra il pubblico. 

Il Festival di Sanremo, Festival della Canzone Italiana, è una gara canora alla quale partecipano interpreti della musica leggera che propongono canzoni inedite di autori italiani, pena l’esclusione dalla gara. Giurie di esperti e voto popolare decretano il vincitore di ogni edizione.

Oltre a premiare il vincitore della gara canora, il Festival premia, dal 1984, la canzone vincitrice tra le “Nuove Proposte” (o Giovani). Altri premi vengono conferiti ai cantanti in gara di entrambe le categorie, come ad esempio il Premio Mia Martini (il Premio della critica intitolato alla cantante che per prima se lo aggiudicò nel 1982), il Premio Volare (che prende il nome dalla canzone di Domenico Modugno scritta da Franco Migliacci che vinse nel 1958 e che premia il miglior testo) e premi di concorsi collaterali. Durante il Festival di Sanremo vengono assegnati anche alcuni premi “alla carriera” a personaggi del mondo dello spettacolo, in gara o invitati per l’occasione.

La formula del concorso è stata modificata negli anni, ma il Festival solleva puntualmente dibattiti e polemiche che conferiscono alla manifestazione canora risonanza mediatica nazionale e internazionale.

In questi primi anni del Festival si affacciano alla ribalta della gara con le proprie canzoni, voci indimenticabili quali: Claudio Villa, Domenico Modugno, Johnny Dorelli, Renato Rascel e Tony Dallara.

Il decennio successivo è certamente il periodo più florido nella storia del Festival; in un periodo di forte crescita economica, anche il mercato discografico decolla, e la manifestazione sanremese non può che beneficiarne. Calcano in questi anni il palcoscenico del Festival: Adriano Celentano, Little Tony, Milva, Pino Donaggio, Gigliola Cinquetti, Bobby Solo, Iva Zanicchi, Nicola di Bari, Ornella Vanoni, Bruno Lauzi.

Negli anni si sono succeduti presentatori, accompagnati da vallette o spalle. Il record di conduzioni spetta a Pippo Baudo con 13 conduzioni, seguito da Mike Bongiorno, 11, e Nunzio Filogamo che ha presentato la manifestazione per 5 volte. Gabriella Farinon è la conduttrice che detiene il record di conduzioni al femminile (3 edizioni).

Festival della Canzone Italiana di Sanremo
Anni di produzione 1951-1954 (radio)1955-oggi (TV)
Durata 180 – 240 min.
Genere Musicale (Pop, Musica leggera, Rock, Pop Rock,Pop rap)
Presentato da Vari
Rete Rai 1, Rai HD, Rai Radio 1, Rai Radio 2, Eurovisione
Regista Vari

Il 1967 è ricordato per un fatto tragico che turba la rosea atmosfera del Festival: il cantautore Luigi Tenco, a poche ore dall’eliminazione della sua canzone Ciao amore ciao, si suicida nella propria camera d’albergo lasciando un vuoto nel Festival e in tutto il mondo della canzone. Pur attraversando una breve crisi, la manifestazione riesce ad attraversare indenne gli anni ’70.

Il Festival di Sanremo si sposta, proprio in quegli anni dallo storico Salone delle feste del Casinò, al Teatro Ariston, attuale sede della manifestazione.

Dagli anni ’80 fino ai giorni nostri, il Festival ha sempre confermato la propria incontrastata supremazia sulla ribalta del piccolo schermo. Le scenografie, che talvolta hanno trasformato il teatro in una vera e propria discoteca, le diverse conduzioni, le vallette, gli ospiti italiani e stranieri sono stati gli artefici di un Festival che ha saputo negli anni adeguarsi alle mutate esigenze del pubblico.

Sempre campione d’ascolto, la manifestazione canora si afferma definitivamente come lo spettacolo televisivo più premiato e amato dal pubblico. L’evento canoro più famoso d’Italia, possiede una buona fama anche all’estero, viene regolarmente trasmesso da Raiuno in Eurovisione.

Forse nessuno dei suoi ideatori avrebbe creduto che 61 anni dopo, la manifestazione era ancora viva e vegeta. Nonostante le profonde mutazioni della nostra società, il Festival di Sanremo resta lì, inossidabile alle critiche più feroci ed impermeabile a quelle “profezie” che lo danno morto e sepolto. Qui ripercorreremo la sua storia attraverso le finora 61 edizioni, riscopriremo canzoni cancellate dalla nostra memoria e ne ritroveremo altre che hanno fatto da colonna sonora alla nostra vita, nella consapevolezza che nonostante tutto “Sanremo è Sanremo!”. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...